BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novitÓ quota 100, quota 41, assegno universale, mini pensioni cosa pi¨ probabile, riforma: ultime oggi venerdý

Si va verso lo stop al monopolio delle municipalizzate locali nel comparto dei rifiuti e maggiore spazio alle societÓ private.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 13:32 oggi venerdi' 8 Gennaio 2016): Al momento le novità per le pensioni più probabili in base alle ultime notizie e ultimissime, riguardano più l'assegno universale che quota 100, quota 41 o mini pensioni pur rimandendo anch'essi come metodi ipotizzabili per una serie di condizioni che si sono venute a creare. Certo sull'assegno universale oltre al Presidente della Camera, vi è ritornato più volte anche il Ministro Dell'Economia, il Presidente dell'Istituto di Previdenza e in generale numerosi esponenenti del partito dell'esecutivo olre che del Movimento 5 Stelle

Anche oggi venerdì 8 gennaio 2015 si va costantemente a caccia di novità sulle pensioni. Le ultime notizie rispolverano l'ipotesi dell'assegno universale.

Pensioni. Arriveranno novità sulle pensioni? Verrebbe da rispondere di sì alla luce delle ultime notizie che riferiscono della ripresa del dibattito sui cambiamenti da introdurre nel sistema della previdenza italiana. Tra le ultime posizioni si registra quella del presidente della Camera che ha aperto all'assegno universale come misura di dignità per i più indigenti. Come al solito, il principale ostacolo alle migliori intenzione è sempre quello di natura economica ed è per questo che il numero uno di Montecitorio invoca il sostengo europeo, come d'altronde già fatto negli scorsi mesi dal ministro dell'Economia. Non sarà comunque semplice, anche perché il premier non ha collocato le pensioni al centro dell'azione politica.

Pensioni e lavoro sono comunque le due facce della stessa medaglia del welfare. Solo agevolando l'uscita con qualche anno di anticipo è possibile diminuire il tasso di disoccupazione giovanile ovvero favorire quel turn over generazionale di cui tutti parlano ma senza risultati concreti. Lo ha ricordato anche il presidente della Repubblica nel suo discorso di fine anno. Non solo, ma "accanto a loro penso a tante persone, quarantenni e cinquantenni, che il lavoro lo hanno perduto, che faticano a trovarne un altro e che vivono con la preoccupazione dell'avvenire della propria famiglia. Penso all'insufficiente occupazione femminile".

Riforma privativa. La rotta è stata tracciata. Sui servizi pubblici locali l'intenzione è di dare maggiore spazio ai privati anche nel campo dello smaltimento dei rifiuti con l'obiettivo di scrivere la parola fine al monopolio delle municipalizzate locali. Con la cessazione dal 31 dicembre 2016 del regime di privativa esercitato dai Comuni sulla gestione dei rifiuti urbani e assimilati avviati allo smaltimento potrebbe iniziare una nuova era. Il condizionale è ancora d'obbligo poiché siamo ancora alla fase delle bozze del testo unico sui servizi pubblici locali.

Amazon acquisti a rate. Per ora è in fase di sperimentazione in Inghilterra, ma il servizio Amazon Pay Monthly potrebbe presto fare la sua comparsa anche nel resto del mondo, Italia compresa. Si tratta della possibilità di pagare a rate i prodotti acquistati attraverso la piattaforma di commercio elettronico. Da 24 a 48 mesi per la precisione, ma solo se il valore della merce supera un certa cifra ovvero 400 sterline.

Riforma armi Usa. Negli Stati Uniti ogni anno almeno 32.000 persone vengono uccise da armi da fuoco. Da qui la decisione decisione del presidente Obama di limitarle. Tra i provvedimenti c'è l'obbligo per i venditori di armi a registrarsi e indurli a segnalare i clienti sospetti. Secondo l'inquilino della Casa Bianca, le azioni legali che sta per intraprendere rientrano nelle sue prerogative e sono in linea con il secondo emendamento della Costituzione. Deve però fare i conti con una nutrita e combattiva opposizione. La potente lobby delle armi, la National Rifle Association, fu fondata nel 1871 da veterani della Guerra Civile. Oggi ha quattro milioni e mezzi di iscritti.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il