BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità tra conferme e smentite e due ostacoli principali, riforma: novità sabato oggi

A luglio si pagherà la prima rata di 70 euro del canone Rai 2016 in bolletta. Scatta il bonus di 80 euro per le forze dell'ordine.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 11:22 sabato 9 Gennaio 2016): Potrebbe riprendere, come molti sperano, il discorso delle novità sulle pensioni ma tutto è alquanto incerto come dimostrano le ultime notizie e ultimissime tra continue cofnerme e smentite che ripostano almeno due ostacoli principali. Li abbiamo iniziati a vedere nella news sotto.

Secondo le ultime notizie aggiornate a oggi sabato 9 gennaio 2016, le prossime settimane potrebbero registrare la ripresa del dibattito sull'introduzione di novità sulle pensioni.

Pensioni. Il nuovo anno si apre con molte incognite sul versante delle pensioni e non è affatto scontato che vengano introdotte novità nel breve periodo. Come riferiscono le ultime notizie, gli ostacoli sono di due tipi. Da una parte ci sono quelli di ordine economico, dall'altra quelli politici. Sotto il primo versante, è ben noto come le assenze di coperture abbiamo frenato l'implementazione delle tante proposte sin qui avanzate: da quota 100 a quota 41 per i lavoratori precoci, dal ricalcolo di tutte gli assegni con il metodo contributivo all'assegno universale fino ad arrivare alle cosiddette mini pensioni per i disoccupati a una manciata di anni dalla maturazione dei requisiti per il congedo.

Ma è anche sotto il profilo politico che si registra molta confusione. Già all'interno dell'esecutivo non si registra una comunanza di intenti tra il premier che si tiene alla larga dall'affrontare con decisione la questione previdenziale, il ministro dell'Economia che rappresenta un costante freno all'opportunità di cambiare l'attuale legge previdenziale, il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali che, svariati annunci a parte, ha raccolto ben poco rispetto a quanto lasciato immaginare. E poi ci sono le tante forze d'opposizione, mai concordi sul piano più efficace per modificare le pensioni in Italia. A ogni modo, la stretta attualità registra la ripresa del confronto sull'assegno universale.

Riforma canone Rai. Solo a luglio si pagherà la prima rata del canone Rai 2016 in bolletta dell'importo di 70 euro. Da lì fino alla fine dell'anno andranno versati altri 30 euro per un totale di 100 euro. L'imposta graverà solo sulla prima casa e nel caso di intestazione di una utenza domestica che presuppone il possesso di un televisore. Per non pagare il canone Rai occorre dunque non detenere un apparecchio televisivo e dichiararlo all'Agenzia delle entrate.

Bonus 80 euro forze dell'ordine. Sono polizia, vigili del fuoco, forze armate, carabinieri e personale delle capitanerie di porto i destinatari del bonus di 80 euro netti al mese per il solo 2016. Come è stato spiegato nel testo governativo, le caratteristiche sono simili a quelle del bonus che da oltre un anno e mezzo coinvolge i lavoratori dipendenti e assimilati per cui non ha natura retributiva, non concorre alla formazione del reddito complessivo ai fini dell'imposta sul reddito delle persone fisiche, dell'imposta regionale sulle attività produttive e non è assoggettato a contribuzione previdenziale e assistenziale.

Riforma Tasi Imu. Da quest'anno i proprietari di prime case, tranne quelle di lusso, sono esentati dal pagamento della Tasi, oltre che dell'Imu. Tra le novità dal punto di vista delle politiche fiscali ci sono anche gli sconti per chi affitta a canone concordato ovvero quella particolare forma di locazione, in cui le condizioni sono stabilite sulla base di appositi accordi definiti in sede locale fra le organizzazioni della proprietà edilizia e le organizzazioni dei conduttori maggiormente rappresentative.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il