BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e Imu 2016: cosa cambia, per chi e come funziona. Chi Paga e non paga. Regole ufficiali prima casa, seconda, terreni,comodato

Il 2016 andrà ad introdurre tante novità per gli italiani sul piano fiscale. Forse la più rilevante riguarda sia l'Imu che la Tasi, ecco in dettaglio cosa cambierà con la nuova legge di stabilità.




Cominciamo con la tasi, e iniziamo subito col dire che nel nuovo anno non dovrà essere pagata per le abitazioni che risultano essere prima casa, inoltre l'esenzione può riguardare anche pertinenze della prima casa, ossia garage e tettoie, tuttavia bisogna rispettare sempre determinati parametri per vedersi riconosciuta tale esenzione. Naturalmente le case di lusso saranno ancora costrette a pagare la tasi, inoltre per queste case è previsto anche il pagamento ordinario dell'Imu, tuttavia le case di lusso che rientrano in certe categorie catastali potranno avere diritto ad alcune detrazioni sia per ciò che concerne il pagamento dell'Imu sia per il pagamento della tasi. Sempre per quello che riguarda la tasi ci sarà un'aòltra importante novità, ossia non si pagherà per le abitazioni che risultano essere in affitto e allo stesso tempo abitazioni principali, mentre dovranno pagarla gli studenti fuori sede.

Comunque i proprietari non saranno toccati da questo provvedimento, visto che comunque loro continueranno a pagare la quota prestabilita, che va dal 70 al 90 per cento.
Infine l'senzione della tasi è prevista anche per chi ha ricevuto un'abitazione in comodato d'uso da parte dei genitori, esenzione che sarà estesa anche a un ex coniuge che ha dovuto lasciare il tetto coniugale all'altro coniuge.
Le novità che riguardano l'Imu sono altrettanto rilevanti. Come prima cosa viene prevista l'esenzione per chi ha un terreno agricolo oppure per chi risulta essere un'imprenditore agricolo professionale. Le ditte che invece hanno immobili in venduti dovranno continuare a versare l'Imu, ma è prevista un'aliquota più conveniente, visto che si abbassa all'1 per mille. Inoltre l'Imu, come nel caso della tasi, non dovrà essere pagata dai proprietari di prima casa. Un provvedimento voluto fortemente dal Governo,m in questo modo si vuole cercare di rilanciare anche il mercato immobiliare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il