BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità durante le feste riforma Pensioni Renzi con tante e interessanti indicazioni: novità lunedì oggi

Nuove linee guide sull'antiriciclaggio del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti basate sul livello di rischio.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 17:57  lunedì 11 Gennaio 2016): Per quanto riguarda i vari Ministeri e ViceMinistri vi è stata la solita ricnorsa alle novità per le pensioni come riportano le tante ultime notizie e ultimissime notizie. Alcuni viceministri dell'Economia hanno detto che non è certo che si farà una riforma pensioni, è una opzione ma nulla di più. Altri ancora, invece, hanno detto che tra poco inizieranno degli incontri ma non indicando quando e come. Come sempre si è rimasti sul vago o alla conferme sono susseguite le smentite sempre a livello di Ministeri dell'Economia e del Lavoro.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 13:30 lunedì 11 Gennaio 2016): Altra autorità che, invece, ha parlato più chiaramente sulle novità per le pensioni e di una riforma per le pensioni è stato Renzi nel suo discorso di fine anno. Non ha dato certezze e punti fermi come, purtroppo al solito, ma ha parlato di novità e cambiamenti possibili da questa estate, sottolineando l'importanza nel proprio programma attuale delle questioni fiscali. Non mancano comunque, nelle ultime notizie, altre autorità importanti che hanno parlato riforma pensioni sempre tra conferme e smentite come vedremo nelle prossime news.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 10,44 lunedì 11 Gennaio 2016): Una delle autorità che ha parlato sulle nvoità delle pensioni pur non facendo riferimenti diretti è stato il presidente della repubblica Mattarella che nel suo discorso di fine anno ha sottolineato fortemente l'importanza dell'occupazione e dell'aiuto a chi ha bisogno, a chi è rimasto senz aoccupazione sia per chi è più giovane che per chi è già avanzato con l'età. Un segnalae indiretto, come molte altre ultime notizie e ultimissime che vedremo, sull'importanza di novità per le pensioni

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 17:14 domenica 10 Gennaio 2016): Partiamo dalle novità per le pensioni indirette, anche se è bene sottolienare che ce ne sono diverse e importanti ufficiali di autorità che hanno parlato in modo chiaro su cosa si potrò fare e cosa no, anche se l'incertezza regna sovrana. Le ultime notizie e ultimissime sono state ricche di dati e statistiche che riguardano l'economia italiana e nelle ultime viene mostrato ancora una volta come noi stiamo recuperando meno degli altri e che i problemi sono sempre la produttività e la disoccupazione giovanile. Aumentano anche i giovani che rimangono e vanno all'estero ben il 34% che nonr iesce a trovare occupazione in Italia. Tutti dati che mostrano quanto sia importanti sbloccare questo circolo negativo che dipende anche dalle pensioni

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 13:41 domenica 10 Gennaio 2016): E' ormai finito il periodo di vacanza, ma non sono mancate numerose novità sulle pensioni ufficiali e non, dirette e indirette da importanti e autorevoli protagonisti. Cercheremo di fare il punto, in maniera tale che chi si fosse perso qualcosa, lo possa facilmente recuperare. Abbiamo iniziato a vedere sotto dal paragrafo dedicato alle pensioni.

Come riferiscono le ultime notizie aggiornate oggi domenica 10 gennaio 2016, si fanno attendere le novità sulle pensioni anche se il dibattito continua a essere animato.

Pensioni. I risultati sono stati pochi, certo, ma di novità sulle pensioni si è discusso per tutto il periodo delle feste. Il presidente della Camera, ad esempio, ha rilanciato l'idea dell'assegno universale. Al pari di quanto aveva fatto in precedenza il ministro dell'Economia, ha chiesto il finanziamento di Bruxelles. Da parte sua, il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali è stato piuttosto generico, assicurando di stare monitorando la situazione di valutare l'introduzione di eventuali cambiamenti. Per il viceministro dell'Economia le modifiche all'attuale legge previdenziale dipendono dalla ripresa economica del Paese. Senza coperture economiche, è il suo ragionamento, nulla cambia.

Non può che essere al centro dell'attenzione il discorso di fine anno del presidente della Repubblica, parte del quale è stato centrato sulla disoccupazione giovanile, sull'occupazione femminile e su quella più specifica nel Meridione d'Italia. A detta del capo dello Stato, senza una crescita del Mezzogiorno sarà tutto il Paese a restare indietro. E il premier? Anche in queste ultime settimane è rimasto ai margini del dibattito sulle pensioni, anche se alcune indiscrezioni riferiscono della possibile proposizione di un bonus fiscale per i pensionati.

Riforma antiriciclaggio. Via libera del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti alle nuove linee guide sull'antiriciclaggio. Se il rischio è basso, il professionista ha l'obbligo di adeguata verifica secondo modalità ordinarie più il controllo costante con periodicità da definirsi caso per caso; se è medio obbligo di adeguata verifica secondo modalità ordinarie e in particolare deve esercitare un controllo costante, con periodicità prefissata e in ogni caso sempre più ravvicinata in caso di clienti i cui dati siano soggetti a variazioni frequenti; se è alto obbligo di adeguata verifica secondo modalità rafforzate e in particolare deve esercitare un controllo costante continuo e rafforzato.

Settore cosmetico. Sono i numeri del Centro Studi Cosmetica Italia su dati Istat a rivelare la quota dei principali paesi di sblocco sul totale dell'export 2015 e il confronto tra il primo semestre 2015 e lo stesso periodo 2014 ovvero lo stato di salute del settore. Ebbene, ammonta a 9,7 miliardi di euro il fatturato dell'industria della cosmesi italiana, a 3,7 miliardi di euro i ricavi prodotti dall'export in questo settore, al 61% la percentuale esportata dal mondo della cosmetica. In questa crescita del comparto, un contributo di primo piano è quello offerto dalla Rete ovvero dalle piattaforme di commercio elettronico.

Riforma orologio stellare. Ci sono stelle che sono più vecchie del Sole che spingerebbe gli astronomi a rivedere lo strumento utilizzato per determinarne l'età. A rivelarlo sono gli astronomi del Carniege Institute, il cui studio è stato pubblicato su Nature. Come spiegato da Jennifer van Saders, a capo del team di ricerca, la capacità di determinare l'età di una stella è importante per migliorare la nostra comprensione del ciclo di vita dei sistemi astronomici: "La girocronologia ha il potenziale per essere un metodo molto preciso per determinare le età della stella media simile al Sole, a condizione che possiamo ottenere le calibrazioni corrette".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il