BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità avanza nuova riforma pensioni per sistemi e obiettivi completamente diversa: novità martedì oggi

Con il database antimafia le stazioni appaltanti possono consultare il curriculum delle aziende prima dell'assegnazione dei lavori.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 8:32 marted' 12 Gennaio 2016): Il sistema del bonus fiscale sarebbe, dunque, una novità che avrebbe le sue basi come abbiamo soprattutto politiche e di strategia e verrebbe spiegata anche dalle ultime notizie e ultimissime, ma non andrfebbe sicuramente a risolvere i problemi veri che una vera riforma pensioni richiederebbe di fare e farebbe.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 19:22 lunedì 11 Gennaio 2016): In questa fase vi sarebbe una revisione in peggioramento delle novità per le pensioni toccando i comuli, la reversibilità e anche le pensioni di invalidità per cercare di correggere errori e storture del sistema evidenziate ancora oggi dalle ultime notizie e ultimissme e creare un sistema unico di benefici che no si perdono a pioggia e vedano nelle giuste quantità a chi ne ha veramente bisogno. In questo senso vi sarebbe una prima riforma pensioni che potrebbe essere collegate al bonus detto prima anche se va detto è difficile che in un periodo prima delle elezioni avvenga una decisione simile

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 16:57 lunedì 11 Gennaio 2016):  Dall'altra parte agire sulle novità per le pensioni in un contesto non di una riforma pensioni ma di una serie di norme legate al fisco è una delle idee che anche ulteriori ultime notizie e ultimissime hanno riportato quando è stato riportato che i cambiamenti sulle pensioni potrebbero avvenire anche all'interno della revisione delle detrazioni fiscali che anche il ministero dell'Economia ha annunciato in fase avanzata di eleborazione.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 13:41 lunedì 11 Gennaio 2016): Tra l'altro le strategie rese pubbliche e le priorità non riguardano le novità sulle pensioni nel programma attualmente previsto, ma proprio cambiamenti di natura fiscale con una continuazione di quelli effettuati finore che peraltro non sono nemmeo completati a pieno. Dunque, se una riforma pensioni non ci dovesse essere, potrebbero non esserci nemmeno nuovi metodi per uscire prima, ma novità sulle pensioni a livello fiscale andando contro tutte le ultime notizie e ultimissime che parlavano sistemi nuovi anche di prova con quota 100, quota 41, mini pensioni. La riforma fiscale anche sulle pensioni avrebbe più senso a livello programmatico e di volontà politica ma andrebbe contro ad una parte delle necessità che si sono rivelate e continuanao rivelarsi negli studi e rappporti sull'economia e italiana e quanto finora detto come obiettivi.
 

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 10:22 lunedì 11 Gennaio 2016): E l'idea di questo bonus fiscale arriva dalle affermazioni di fine anno sulle novità per le pensioni dello stesso Premier che ha inserito, come indicano le ultime notizie e ultimissime sulle pensioni, le novità sulle pensioni all'interno del discorso dei cambiamenti fiscali. Ora non si capisce se lo ha fatto apposta o ha ,una fatto un mero elenco (ma c'erano solo elementi finanziari) di cose da fare, fatto sta che questa ipotesi cresce anche per altri motivi basati su norme che si stanno portando già avanti e sui potrebbero rientrare anche le pensioni.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 8:22 lunedì 11 Gennaio 2016):  Un cambiamento a livello di bonus fiscale come novità per le pensioni rientrebbe nella strategia ufficiale dichiarata finora, ovvero una riduzione sulle imposte e l'imposizione fiscale su aziende e persone che è l'obiettivo ufficiale dichiarata dall'esecutivo finora. E non solo, rientrebbe anche nel discorso di aiuti e benefici a chi ne ha bisogno sui cui l'esecutivo si è già mosso seppur abbastanza timidamente, ma si è mossa con una serie di nuove normative. 

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 18:47 domenica 10 Gennaio 2016): Si è parlato finora per le novità sulle pensioni di metodi per uscire prima o di sistemazione di alcune norme attualmente sbagliate anche in maniera grossolana. Ma stando ad alcune ultime notizie e ultimissime l'esecutivo starebbe analizzando ovvero una novità per le pensioni fiscale con un bonus fiscale per i pensionati. D'altra parte finora sono stati dati "solo" bonus alla sicurezza, alla cultura, ai dipendenti privati e potrebbe essere arrivato il momento anche dei pensionati che acconterebbe diverse richieste di forze sociale e che andrebbe nelle direzione della strategia attuale ovvero fare camabiamenti sulle tasse. Ma una qualche conferma pur indiretta e non molto chiara in questo senso è stata data anche dal Premier durante questo periodo.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 11:10 domenica 10 Gennaio 2016): Una cambiamento del tutto differente da quelli aspettati finora sulle novità per le pensioni potrebbe arrivare facendo anche riferimento ad alcune indicazioni che provengono sia della ultime notizie che ultimimissime. Una unica norma fiscale e non che permetta di cambiare le norme attuali sull'uscire dal mondo del lavoro. Ne abbiamo iniziato a parlare sotto e poi vedremo tutte le motivazioni perchè questo potrebbe avenire realmente a dispetto di altre normative che, probabilmente, sarebbero molto più importanti.

La vera novità sulle pensioni potrebbe essere rappresentata dall'introduzione di un nuovo bonus fiscale in base alle ultime notizie e indiscrezioni aggiornate a oggi domenica 10  gennaio 2016.

Pensioni. Potrebbe essere completamente differente il percorso seguito dall'esecutivo per cercare di introdurre novità sulle pensioni. Le ultime notizie raccontano come il premier non esclude la proposizione di un nuovo bonus, magari limitato a un periodo limitato, simile a quello degli 80 euro netti al mese che stanno ricevendo lavoratori dipendenti e assimilati e per i prossimi 12 mesi anche le forze dell'ordine: polizia, carabinieri, vigili del fuoco, militari dell'esercito e personale delle capitanerie di porto. Verrebbero quindi accantonate più o meno definitivamente costose misure come quota 100, la staffetta generazionale per legge, il ricalcolo degli assegni con il contributivo, le mini pensioni, l'assegno universale.

In realtà, proprio quest'ultima misura sembra che stia prendendo di nuovo piede. Tra i nuovi sostenitori si segnala il presidente della Camera che ha invocato l'interessamento di Bruxelles anche dal punto di vista economico. Ha da tempo detto sì con tanto di indicazioni di dettagli il presdiente del maggiore istituto di previdenza italiana che ha immaginato un assegno in favore gli over 55 nella misura minima di 500 euro a 1.350 euro nel caso di nucleo familiare composto da due adulti e quattro minori.

Riforma Eni. Eni scende in Snam dall'8,54% al 4,966%. La variazione, emersa dalle comunicazioni Consob, è avvenuta lo scorso 28 dicembre ed è dovuta alla conversione del prestito obbligazionario triennale lanciato da Eni nel gennaio 2013. I titoli della spa dei gasdotti al servizio dell'obbligazione erano 288,7 milioni, corrispondenti all'8,54% del capitale della società. Alla base del ridimensionamento c'è la conversione del prestito lanciato a gennaio di tre anni fa. Il bond, al tasso annuo dello 0,625% prevedeva un prezzo di conversione di 4,33 euro, e un premio del 20% rispetto al prezzo di 3,6 euro al momento del collocamento.

Elezioni Milano. Iniziano ad accorciarsi i tempi che portano all'ufficializzazione delle candidature in vista delle elezioni di primavera per la scelta del nuovo sindaco e il rinnovo del consiglio comunale. Nei prossimi giorni è previsto un nuovo vertice tra Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni per decidere i candidati del centrodestra nelle città al voto, tra cui quella di Milano. In Forza Italia si discute anche l'ipotesi di liste civiche collegate al candidato sindaco. Negli ultimi giorni dal Partito democratico sono arrivati appelli a Sel per ricostruire l'alleanza di centrosinistra. Le trattative stanno proseguendo anche in queste ore.

Riforma antimafia. Arriva il database antimafia. Come riferito da ItaliaOggi, le stazioni appaltanti possono adesso consultare il curriculum delle aziende prima dell'assegnazione dei lavori. Nel caso di cause di divieto, sospensione o decadenza, la Banca dati nazionale comunica al soggetto richiedente e alla Prefettura l'impossibilità di rilasciare la documentazione liberatoria. Stando al regolamento, i dati relativi alla documentazione antimafia liberatoria possono essere conservati cinque anni; quelli relativi alla documentazione antimafia interdittiva per 15. Per ragioni di sicurezza le operazioni di accesso alla Banca dati saranno oggetto di controlli mirati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il