BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Banche a rischio in Italia e cosa può accadere a conti correnti, obbligazioni con nuove regole 2016

Il sistema bancario italiano è stato messo a dura prova negli ultimi mesi dopo il salvataggio del Governo di quattro istituti bancari. In particolare dal 2016 entreranno in vigore nuove regole.




In dettaglio, il Governo italiano è stato costretto ad uniformarsi alle regole bancarie emanate dall'Unione Europea, la più grande novità prevista dalle nuove norme comunitarie prevede che le banche non potranno più usufruire di aiuti di stato in caso di difficoltà. Quindi se una banca dovesse trovarsi in una situazione di dissesto finanziario per evitare il fallimento dovrebbe intervenire con i fondi degli azionisti. Infatti chi si trova in possesso di azioni della banca ed è socio della stessa sarò il primo ad essere aggredito per risanare la banca e si vedrà azzerare il valore della azioni che si ritrova. Se l'intervento di questi soggetti non dovesse essere sufficiente per salvare la banca allora ecco che andrebbero ad intervenire coloro che si trovano in possesso di strumenti finanziari che presentano un grado di rischio molto elevato. Tra questi oggetti finanziari si possono citare di sicuro le obbligazioni subordinate, o comunque obbligazioni che consentono un tasso di remunerazione più elevato ma allo stesso tempo un coefficiente di rischio più forte.

Infine, se il risanamento della banca non si andrebbe a completare con l'inetrevnto di questi soggetti allora ecco che sarebbero coinvolti, per ultimi, i soggetti che sono in possesso di conti correnti che hanno una somma superiore ai 100 mila euro. Tuttavia questi conti corrente bancari devono essere assegnati solo a color che dimostrano di aver pienamente recepito il rischio che si va a correre, inoltre el banche dovranno mostrare con assoluta trasparenza il rischio che si va a correre nel caso in cui si sottoscrive un conto corrente bancario che ha una cifra superiore ai 100 mila euro. Tra le banche che vengono segnalate maggiormente a rischio si possono segnalare sicuramente la Banca popolare delle province calabre e poi ci sono anche tre casse di risparmio come quelle di Ferrara, Loreto e Chieti. Si tratta di istituti che già sono state commissariate dalla banca d'Italia e si cerca di non far precipitare la situazione in modo da evitare il tanto temuto bail in. Tra gli istituti bancari che invece risultano maggiormente affidabili ci sono sia Banca Generali che Banca Mediolanum, oltre che a tutto il gruppo Unicredit.

La partita sarà trasmessa in diretta su Sky e Mediaset Premium, che mettono a disposizione dei propri clienti la possibilità di vedere gratis le partite in streaming tramite le app Sky Go e Premium Play, che permettono di visionare le partite in diretta live su tablet e cellulari Android o Apple come iPad e iPhone.
Anche l' operatore Tim permettono di vedere le partite in diretta della squadra del cuore su cellulare e su tablet.
Dal 2014 è disponibile anche SkyGoOnline che permette di acquistare la partita - per chi non è abbonato a Sky, con la stessa qualità che offre la tv satellitare.
Oltre alle possibilità indicate in precedenza, alcune tv svizzere, tedesche e austriache rendono disponibile le trasmissioni anche sui loro siti internet. Alcuni di questi canali, essendo vicini al confine italiano, si possono vedere anche in numerose città e zone del Nord via antenna o satellite.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il