BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Concorso Scuola e Tfa 2016: problemi da risolvere e errori da sistemare sono numerosi ancora.Novità, ultime notizie oggi mercoledì

Continuano a essere rinviato l'avvio delle operazioni relative al nuovo concorso scuola 2016. Si attende il semaforo verde nei prossimi giorni.




A questo punto i riflettori sul nuovo concorso scuola 2016 sono puntati sul Consiglio dei ministri di venerdì 15 gennaio. Potrebbe infatti arrivare l'atteso via libera sull'avvio delle operazioni per assumere 63.712 docenti per il prossimo triennio, di cui 52.828 comuni, 5.766 di sostegno e 5.118 di potenziamento. Ci sono comunque delle certezze e delle ipotesi piuttosto verosimili sul "concorso per titoli ed esami per l'assunzione a tempo indeterminato di personale docente per istituzioni scolastiche ed educative statali per la copertura di tutti i posti vacanti e disponibili nell'organico dell'autonomia, nonché per i posti che si rendano tali nel triennio". Delle prime fanno parte i requisiti per partecipare al concorso, a cui potranno accedere gli insegnanti abilitati, Tfa, Pas, ex Ssis, laureati in scienze della formazione primaria e diplomati magistrali. Porte chiuse per i docenti già assunti.

Delle seconde le modalità di svolgimento del concorso che dovrebbe prevedere una prova preselettiva solo per la sola scuola primaria. La prova scritta dovrebbe essere strutturata con domande sia risposta multipla e sia risposta aperta sintetica, a cui far fronte stando seduti davanti a un computer. La prova orale consisterà anche nella simulazione di una lezione con la risoluzione di casi concreti. Nel calcolo del punteggio finale si terrà conto anche del servizio prestato a tempo determinato nelle istituzioni scolastiche ed educative di ogni ordine e grado, per un periodo continuativo non inferiore a 180 giorni.

Tra le complicazioni che stanno provocando ritardi su ritardi ci sono le 11 nuove classi di concorso previste per il prossimo anno scolastico: A-23 Lingua italiana per discenti di lingua straniera; A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; A-36 Scienze e tecnologia della logistica; A-53 Storia della musica; A-5 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado tl; A-57 Tecnica della danza classica; A-58 Tecnica della danza contemporanea; A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza; A-63 Tecnologie musicali; A-64 Teoria, analisi e composizione; A-65 Teoria e tecnica della comunicazione.

In questo contesto, il Ministero dell'Istruzione ha fatto luce sulle indicazioni e gli orientamenti per la definizione del piano triennale per la formazione del personale. Saranno sostenuti da diverse fonti di finanziamento, tra cui le risorse a valere sulla legge 107, la risorse Pon-Fse e altri finanziamenti Miur, come quelli previsti dalla ex-legge 440. Sarà poi cura del Ministero fornire un quadro esaustivo e coordinato delle diverse filiere progettuali e finanziarie che potranno completare il quadro delle risorse a disposizione di ogni scuola, sia direttamente sia direttamente, tramite partecipazione a piani nazionali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il