BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni novità stessa faccia medaglia riforma pensioni e reati depenalizzabili: novità mercoledì oggi

Online la nuova piattaforma per la risoluzione delle controversie sugli acquisti effettuati via web da parte di consumatori e professionisti.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 13:30 martedì 12 Gennaio 2016): Se, infatti, si pensa che le novità per le pensioni sono scontate se i sondaggi sono così importanti com abbiamo detto sotto non è detto che una riforma pensioni pensata come quella che alcune ultime notizie e ultimissime fanno intendere, è possibile e così ovvia. In una vera riforma delle pensioni, innfatti, si dovrebbero inserire elementi negativi come la revisione di diversi sistemi oggettivamente iniqui e probabilmente un ricalcolo e una imposta per le più alte. Ambedue elementi che proprio in base ai sondaggi è meglio al momento non fare.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 10:44 martedì 12 Gennaio 2016): Il primo punto che hanno in comune le novità per le pensioni con il reato di clandestinità è sicuramente l'importanza che rivestono i sondaggi nel prendere le decisioni qualunque esse siano, soprattutto ovviamente se sono contrarie alle esigenze più sentite dai cittadini. E ripetiamo ancora una volta che i sondaggi sono fondamentali per le elezioni Comunali che si avvicinano. Questa, in base alle ultime notizie e ultimissime e come dovrebbero ssere le novità per le pensioni è una doppia arma, per le pensioni come vedremo tra poco.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 19:07 martedì 12 Gennaio 2016): La spinosa questione del reato di clandestinità e le novità per le pensioni sono due temi che sembrano non centrare nulla invece, oltre al fatto di essere al centro delle ultime notizie e ultimissime, hanno più collegamenti di quanto sembra in una prima lettura veloce. Entrambi mostrano quali sono le condizioni e come si muove l'esecutivo in determinati ambiti e momenti e quali possono essere le difficoltà ma anchele potenzialità per fare nuove norme per le pensioni.

C'è una curiosità analogia tra l'immobilismo sulle novità sulle pensioni e i mancati cambiamenti delle norme sul reato di clandestinità. Lo riferiscono le ultime notizie aggiornate a oggi martedì 12 gennaio 2016.

Pensioni. C'è un filo invisibile che lega la sostanziale inerzia sulle pensioni e lo stop alle modifiche sul reato di clandestinità. Si tratta di due questioni spigolose e difficili da affrontare in questo periodo, quello che precede la campagna elettorale in alcuni tra i più importanti comuni italiani, come Roma, Milano, Roma e Napoli. Mettere mano proprio adesso rischierebbe di aver serie ripercussioni in termini di voti e di consensi. Non solo, ma si tratta di due fronti di discussione che potrebbe mettere in discussione la solidità dell'alleanza di governo con il Nuovo centro destra, scettica sulle attuali regole sulla previdenza e più rigidità rispetto all'allentamento delle norme sulla clandestinità.

Non sono comunque da escludere novità in vista del Consiglio dei ministri i venerdì 15 gennaio 2016. Non è pronto l'ordine del giorno e difficilmente, almeno per via diretta, ci sarà spazio per la questione previdenziale. Ma siccome si parlerà di statali e di riforma della pubblica amministrazione, per vie trasversali le pensioni potrebbero comunque essere parzialmente discusse. E poi c'è l'appuntamento al 19 gennaio: il premier sarà in Aula a Montecitorio per fare il punto sulla situazione e riferire sui progetti per i prossimi mesi. Ci sarà spazio anche per novità sulle pensioni?

Riforma ecommerce controversie. Operativa la nuova piattaforma per la risoluzione delle controversie online. Gli organismi incaricati possono già adesso accreditarsi (l'indirizo web è http://ec.europa.eu/consumers/odr), mentre consumatori e professionisti lo potranno fare solo tra un mese circa, esattamente dal 15 febbraio 2016. In buona sostanza sarà sufficiente presentare un reclamo online e gli organismi Adr si impegneranno per risolvere il problema tra le parti. Per i siti di commercio elettronico scatta quindo l'obbligo di indicazione del link alla procedura.

Cacao rischia scomparsa. C'è una valida inchiesta pubblicata sul quotidiano la Repubblica che rivela come, anche a causa della diffusione sempre maggiore della cioccolata in Asia, la pianta del cacao è a rischio depauperamento se non scomparsa per via dello dello sfruttamento eccessivo da una parte e dei cambiamenti climatici dall'altra. E poi racconta l'esperienza di chi propone un nuovo modello di coltivazione, come i contadini della Serra do Padeiro in Brasile, che sono sono riusciti a difendersi da un attacco di bioterrorismo.

Riforma periti. Si va verso una maggiore chiarezza sul riconoscimento in Italia del titolo di perito industriale per chi proviene da un altro paese europeo. Più precisamente, stando allo schema di regolamento del Ministero della Giustizia in materia di misure compensative per l'esercizio della professione di perito industriale e perito industriale laureato, sarà data l'opportunità di scelta tra un tirocinio pratico integrativo o il superamento di una prova attitudinale. Per ora si registra il via libera della Sezione consultiva per gli atti normativi del Consiglio di Stato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il