BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novitÓ riforma pensioni si sta affrontando con l'Europa su pi¨ metodi e livelli con nuovo slancio: novitÓ giovedý oggi

Dati allarmanti dell'Istituto Superiore di SanitÓ : aumentano i ricoveri per tutti tumori anche nel primo anno di vita.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 13:51 giovedì 14 Gennaio 2016): Il secondo livello per le novità per le pensioni è quello di avere il via libera ai fondi in più per poter fare dei canbiamenti con dei sistemi di prova come quota 100, quota 41 o mini pensione. Questa idea è stata ripresa anche nelle ultime notizie e ultimissime dal presidente dell'Isituto di Previdenza, anche perchè sarebbero fondi temporanei che anrebbero bene per una riforma pensioni per cosi dire di prova, a tempo. Il vero problema è che una gran parte di quetsi fondi sono già stati allocati dal nostro esecutivo e un'altra parte se, sempre se arrivasse, dovrebbe chiudere, secondo il aprere di molti, altre clausole di salvaguardia.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 9:44 giovedì 14 Gennaio 2016): Il primo livello per le novità per le pensioni è quello di creare insieme una prima piattaforma di lavoro unica e importante per l'assegno universale. Ne abbiamo già parlato nelle ultime notizie e ultimissime e ne hanno parlato anche nell'ultima riunione di ieri i rappresentanti del Tesoro. L'idea è che l'Italia è una delle poche nazioni che non ha l'assegno universale e che potrebbe essere inserito all'interno di una rivisitazione della normativa europea. Ci stanno provando sia il ministro dell'economia che il Presidente Boldrini a portare avanti questo progetto. Tra l'altro La stessa Europa, ma anche l'OCSE ci ha spinto più volte a creare una tale norma e quindi sarebbe tra le più facili, almeno teoricamente da fare. Quello che si sta cercando di farla allì'interno di una nuova norma europea sostanzialmente per non avere problemi di fondi.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 18:12 mercoledì 13 Gennaio 2016): Su più livelli si discutono una serie di cambiamenti per quanto riguardano le novità per le pensioni. Raccogliendo le ultime notizie e ultimissime, si può dire che ve ne sono alcune che si cercano di discutere a livello costruttivo insieme, altri di avere semplicemente il permesso e altri ancora obbligati per evitare alcune sanzioni cui si corre il rischio di andare incontro. Sotto una prima panorama, ma c'è molto di più che andremo a vedere molto più nel dettaglio.

Se c'è una novità sulle pensioni che potrebbe trovare spazio è quella dell'assegno universale, come riferito dalle ultime notizie aggiornate a oggi martedì 12 gennaio 2016.

Pensioni. Se c'è una misura sulle pensioni che potrebbe prestare finire al centro dell'attenzione è quella dell'assegno universale. Stando alle ultime notizie, infatti, potrebbe rappresentare la novità del 2016. La ragione è molto semplice e va cercata nel sostanziale appoggio di Bruxelles. Il semaforo dell'Unione europea potrebbe diventare verde poiché questa misura di sosegno al reddito trova spazio nella quasi totalità dei Paesi aderenti. A rimanere fuori, oltre all'Italia, è solo la Grecia. Naturalmente, ogni Paese lo adotta con differenti sfumature, ma il cuore del provvedimento è lo stesso: un aiuto economico a chi, in difficoltà economiche, non ha un lavoro e non riesce a trovarlo.

C'è poi un dibattito interno che lascia ben sperare sulla sua possibile applicazione. L'ultimo in ordine di tempo a invocarlo è stato il presidente della Camera mentre prima ancora era stato il turno del ministro dell'Economia. In comune c'era stata la richiesta di partecipazione economica da parte dell'Unione europea. Già, perché il punto centrale è proprio questo: chi paga? L'Italia ha pochi spazi di manovra sulle pensioni, come dimostrato dalla continua bocciatura delle proposte sin qui avanzate.

Riforma multinazionali. Il Belgio consente alle multinazionali di pagare le tasse non sull'intero profitto che realizzano nel Paese, ma solo su una parte, concordata di solito tra il 10% e il 50% del totale. Tale quota corrisponde al profitto che si presume realizzato da una società non multinazionale a pari condizioni. Quindi non è tassato l'excess profit, cioè la parte di risultato economico che si ritiene dovuta ai vantaggi di essere multinazionale, come economie di scala, reputazione, sinergie, rete di fornitori e clienti e accesso a nuovi mercati. I nomi delle multinazionali che hanno fruito di accordi fiscali ora messi sotto accusa dalla Commissione europea non sono stati resi noti ufficialmente dalla commissaria alla Concorrenza, Margrethe Vestager.

Terra dei Fuochi. L'Istituto Superiore di Sanità ha presentato ieri un rapporto sulla situazione della Terra dei Fuochi, dove alcune malattie potrebbero essere collegate ai rifiuti. I dati confermano l'aumento di mortalità, patologie e ricoveri negli adulti ma ad allarmare sono i dati sui bimbi: aumentano i ricoveri per tutti tumori anche nel primo anno di vita. Il rapporto si basa su mortalità, ricoveri ospedalieri (tutti i 55 Comuni) e l'incidenza dei tumori (17 Comuni del Napoletano). Le nuove diagnosi di tumore (esclusi i carcinomi della cute) che vengono fatte ogni anno in Italia sono pari a 366.000.

Riforma macchinari. Dal primo gennaio i macchinari imbullonati non sono più soggetti al pagamento di imposte e tasse. I macchinari industriali non concorrono alla determinazione della rendita catastale per i fabbricati a destinazione speciale iscritti nelle categorie D ed E. Sono esclusi dalla stima diretta catastale macchinari, congegni, attrezzature e altri impianti, funzionali al processo produttivo. Concorrono nel calcolo della rendita il suolo e le costruzioni e tutti gli elementi strutturalmente connessi che ne accrescono la qualità e l'utilità. La rideterminazione delle rendite produce come effetto la riduzione dell'imposizione fiscale e in particolare di Imu e Tasi.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il