BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ici 2010: chi deve pagare, quando e come. Avvisi pagamenti e multe in numerosi Comuni arrivano ora nel 2016

Nuovi casi di mala amministrazione in alcuni Comuni di Italia: chiesto il pagamento della vecchia Ici 2010. Attesi chiarimenti




Mentre cambia ancora la tassazione sulla casa e dal primo gennaio 2016 sono previste novità per i pagamenti di Imu e Tasi, in alcuni Comuni italiani si parla ancora di vecchia Ici, quella che oggi sarebbe l'Imu, e di non pochi problemi generatisi in riferimento all'anno 2010. Sembra, infatti, che nel Comune di Castelvetrano, per esempio, siano stati riscontrati errori negli avvisi di pagamento dell'Ici 2010. Secondo quanto segnalato, sarebbero 3553 gli avvisi Ici inviati ai cittadini per omessa o infedele denuncia ma alcuni di essi sono errati e altri sono stati anche già pagati.

La richiesta è ovviamente quella di annullamento automatico degli avvisi inviati oltre i termini. Il caso di Castelvetrano non è però isolato: anche a Nereto l’amministrazione comunale ha dato mandato all’ufficio finanziario di procedere al recupero dell’Ici  per l’annualità 2010. Anche a Viterbo i possessori di immobili stanno ricevendo una lettera relativa al mancato pagamento dell’ Ici del 2010.

Secondo quanto comunicato dal Comune, per i pagamenti effettuati tramite bollettino postale, a seguito di un problema relativo a Poste Italiane, non è stato possibile reperire i dati dei pagamenti dei cittadini. Ciò significa che i cittadini che hanno pagato e non si trovano più la copia del bollettino potrebbero dover pagare di nuovo l’imposta del 2010 a causa del problema causato da Poste Italiane e che il Comune pensa di risolvere rimettendo le mani nelle tasche dei cittadini. Si tratta di una situazione che sta facendo scaturire non poche polemiche e per cui sono attesi chiarimenti e ulteriori informazioni dai Comuni interessati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il