BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso Scuola: cosa può succedere ora dopo che classi di concorso 2016 sono saltate ancora una volta. Nuove tempistiche

Verso la conferma delle notizie ufficiali sul nuovo concorso scuola 2016. Ecco il contenuto del decreto dell'esecutivo.




AGGIORNAMENTO: Nessuna novità ufficiale per le classi di concorso che pure erano state annunciate come approvate oggi nel Consiglio dei Ministri. Non si sa per quale problema, ma è tutto saltato nuovamente. E a qusto punto occorre sperare nel prossimo Consiglio dei Ministri settimana prossima, perchè i tempi sono davvero stretti. Come detto, dalle ultime notizie e ultimissime, non si conoscono ancora i motivi della mancata decisione. 

Con la presentazione delle notizie ufficiali ovvero del decreto sulle prove di esame e i programmi del concorso scuola 2016 al Consiglio superiore della pubblica istruzione è stato compiuto un importante passo in avanti lungo il percorso che porterà all'assunzione di 63.712 docenti. I prossimi appuntamenti sono quelli di domani venerdì 15 gennaio 2016, quando il Consiglio dei ministri è chiamato a varare il regolamento sulle nuove classi di concorso, e quello del 28 gennaio, ultimo giorno entro cui lo stesso Consiglio superiore della pubblica istruzione è chiamato a esprimere il parere, anche in riferimento allo schema di decreto per la costituzione di ambiti disciplinari "finalizzati allo snellimento delle procedure concorsuali e di abilitazione all'insegnamento".

I due principali aspetti che dovranno essere chiariti sono quelli della distribuzione dei posti tra le classi di concorso e dei gradi di scuola e le regioni. Per il resto, al nuovo concorso scuola 2016, che sarà organizzato su base regionale, potranno partecipare solo gli insegnanti in possesso di abilitazione e dovrebbe iniziare in primavera, anche se non sono state ancora definite le date. L'intenzione è comunque di concludere l'operazione prima dell'avvio del nuovo anno scolastico. Complessivamente saranno assunti 52.828 insegnanti per posti comuni, 5.766 di sostegno e 5.118 di potenziamento. I vincitori sceglieranno l'ambito territoriale e non la scuola di destinazione. Ci penseranno i singoli dirigenti scolastici alla composizione dello staff dei docenti.

La graduatoria finale sarà composta dal numero di idonei pari al numero dei posti messi a concorso, aumentati del 10%. Per quanto riguarda le modalità di svolgimento, salta la prova preselettiva, anche per le scuole dell'infanzia, per cui era rimasta in dubbio fino all'ultimo istante. La prova scritta sarà articolata in otto domande a risposta aperta, due delle quali nella lingua straniera indicata dal candidato, e sarà svolta davanti al computer. Durerà 150 minuti. Quella orale sarà centrata sulla simulazione da una lezione vera e su "interlocuzioni con il candidato da parte della commissione sui contenuti della lezione e anche ai fini dell'accertamento della conoscenza della lingua straniera". Durerà 45 minuti.

Le 11 nuove classi di concorso sono A-23 Lingua italiana per discenti di lingua straniera; A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; A-36 Scienze e tecnologia della logistica; A-53 Storia della musica; A-55 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado tl; A-57 Tecnica della danza classica; A-58 Tecnica della danza contemporanea; A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza; A-63 Tecnologie musicali; A-64 Teoria, analisi e composizione; A-65 Teoria e tecnica della comunicazione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il