In crescita il mercato della TV a pagamento

Con la tv a pagamento il palinsesto televisivo si è rinnovato, e ce n’è per tutti i gusti e per tutte le età



Annoiati dai soliti programmi televisivi, noiosi, poco intelligenti? Niente paura, ormai con la tv a pagamento il palinsesto televisivo si è rinnovato, e ce n’è per tutti i gusti e per tutte le età.

Ma come funziona chiaramente la Pay-tv? In effetti c’è un pò di confusione tra le diverse proposte offerte agli utenti che alla fine si trovano disorientati e confusi di fronte a un’offerta plurima. Facciamo in pò di chiarezza.

In Italia per ora ci sono tre tipologie di tv a pagamento:

· L’abbonamento con possibilità di scelta tra numerosi pacchetti
· L’acquisto di un singolo evento o mini-pacchetti di eventi, che non impegnano l’utente a nessun tipo di abbonamento ma che chiaramente dovrà acquistare la carta ricaricabile che gli permette di vedere i programmi (questa modalità è la classica pay-per-view)
· Offerta Triple-pay, ovvero un’offerta che comprende tv, internet e telefonia.

Dire quali tra le tre offerte sia la migliore non è facile, in quanto sono tutte piuttosto allettanti ma è bene cercare di ponderare le scelta in base ai gusti, all’esigenze e abitudini di ciascun utente. Per esempio se una persona sa di non usare internet ma gradisce fruire un bel film, tendenzialmente escluderà l’offerta Triple-pay.
C’è da dire che il consumo della tv a pagamento in Europa è cresciuto del 12,7%. Lo rivela uno studio condotto da ITMedia, società di consulenza nel settore dell’economia digitale, che mette in luce come il mercato della pay TV a livello europeo sia cresciuto del 12,7%. In Particolare:
· nel 2006 il mercato televisivo in Europa Occidentale é cresciuto del 6.2% complessivamente, contro il +7.4% dell’anno precedente. Il mercato vale, a fine 2006, quasi €80 miliardi.
· La pubblicita è cresciuta del 3.4%, poco più rispetto al 2005 e vale 36,3 miliardi di euro
· La tv a pagamento è cresciuta del 12,7% raggiungendo un valore di €29.5 miliardi. La penetrazione della pay TV è in continua crescita, e alla fine del 2006 il 30% delle abitazioni europee è abbonata a un servizio televisivo premium a pagamento.

Insomma dei numeri fanno ben capire come il mercato delle tv a pagamento sia in positivo; basta pensare che in Gran Bretagna, per esempio, la pay tv rappresenta quasi la metà del mercato.
Tuttavia va detto che la televisione a pagamento deve far fronte alla crescente competizione delle televisioni analogiche che lanciano nuove offerte su piattaforme a pagamento.
Per quanto riguarda il pubblico si può dire che diventa sempre di più frammentato, divisi tra un numero molto ampio di canali.

Una bella possibilità questa della tv a pagamento. Ogni utente può scegliere il tipo di abbonamento che più preferisce e con esso anche cosa vedere: cinema, sport, notiziari, cartoni animati, documentari...Almeno possiamo dire che non siamo più costretti a guardare programmi ridicoli!

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il