BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni 2016 calcolo età, contributi e requisiti per tutti e categorie speciali 2016 con requisiti differenti andare in pensione

Sono cambiati dal primo gennaio i requisiti per andare in pensione in questo 2016: quali sono quelli richiesti, novità e regole categorie speciali




Dal primo gennaio 2016 l’età pensionabile è salita di quattro mesi, passando dai 66 anni e tre mesi ai 66 anni e sette mesi, per effetto dell’adeguamento all’aspettativa di vita Istat: questa la novità che si aspettava da tempo e per cui mesi fa era stato chiesto un congelamento in mancanza dell’approvazione di misure che avrebbero potuto rendere i requisiti di uscita dal lavoro più ‘morbidi’ per tutti. Vediamo dunque cosa cambia quest’anno ma anche alcune deroghe alla legge attuale che permettono ancora a determinate categorie di lavoratori di andare in pensione prima o con i vecchi requisiti.

Requisiti pensione di vecchiaia 2016 lavoratori pubblici e privati: Uomini e donne del comparto pubblico da quest’anno vanno in pensione di vecchiaia a 66 anni e 7 mesi, mentre le lavoratrici del settore privato andranno in pensione di vecchiaia a 65 anni e 7 mesi, quelle autonome a 66 anni e 1 mese; ed è salita anche la contribuzione richiesta, passando dai 42 anni e 6 mesi per gli uomini e 41 anni e 6 mesi per le donne a 42 anni e 10 mesi per gli uomini, di 41 anni e 10 mesi per le donne.

Pensione donne lavoratrici: Esistono condizioni di uscita da lavoro differenti per le donne lavoratrici, in base alla gestione di appartenenza. Per le dipendenti private, iscritte all’Ago ed alle forme sostitutive della medesima, i requisiti d’età sono pari a 65 anni e 7 mesi nel 2016 e 2017, per poi salire a 66 anni e 7 mesi nel 2018; per le dipendenti pubbliche l’età passerà subito da 66 anni e 7 mesi, essendo già parificate dal 2012 al parametro previsto per i dipendenti privati; mentre le lavoratrici autonome dovranno avere, nel 2016 e 2017, 66 anni e 1 mese d’età, arrivando, dunque, a 66 anni e 7 mesi nel 2018.

Requisiti per andare in pensione prima: Nel 2016 per andare in pensione prima bisogna innanzitutto considerare i requisiti e distinguere tra coloro che hanno maturato i contributi richiesti al 31 dicembre 1995 e coloro che hanno ricevuto il primo accredito contributivo a partire dal primo gennaio 1996. Nel primo caso i requisiti per poter andare in pensione prima nel 2016 sono l’aver maturato 42 anni e 6 mesi di contributi per gli uomini, e l’aver maturato 41 anni e 6 mesi di contributi per le donne. Chi ha maturato gli anni contributivi a partire dal primo gennaio 1996 può andare in pensione prima a 63 anni di età, purché risultino maturati almeno 20 anni di contribuzione effettiva e l’ammontare della prima rata di pensione risulti non inferiore ad un importo soglia mensile pari a 2,8 volte l’importo mensile dell’assegno sociale.

Requisiti pensione 2016 deroghe legge attuale: Esistono delle deroghe alla legge pensioni attuale che permettono a determinate categorie di persone di andare in pensione prima anche quest’anno. Per esempio, è prevista l’uscita a 60 anni e 7 mesi (55 anni e 7 mesi per le donne) per la pensione di vecchiaia per invalidi non inferiori all'80%; l’uscita a 55 anni e 7 mesi (50 anni e 7 mesi per le donne) per la pensione di vecchiaia per non vedenti; la pensione a 65 anni per i dirigenti medici e del ruolo sanitario, responsabili di struttura complessa. Prevista poi l’uscita a 70 anni per magistrati e professori universitari di prima fascia; a 65 anni per ricercatori universitari e professori associati.

Requisiti pensione 2016 lavoratori usuranti: Anche gli appartenenti a questa categoria di lavoratori possono uscire con requisiti ridotti. In particolare, i lavoratori usuranti possono andate in pensione a 61 anni e 7 mesi di età con 35 anni di contributi e la maturazione della quota 97,6.

Requisiti pensione 2016 per lavoratori comparto difesa e sicurezza: I lavoratori di questo comparto beneficiano ancora di deroghe all'attuale legge pensioni e possono andare in pensione a 57 anni e 7 mesi di età con 35 anni di contributi o avendo maturato 40 anni e 7 mesi di contributi indipendentemente dall'età anagrafica.

Requisiti pensione 2016 per lavoratori comparto spettacolo: Nel 2016 vanno in pensione a 64 anni e 7 mesi di età, che scendono a 61 e 7 mesi, attori, conduttori, direttori di orchestra, lavoratori appartenenti al mondo della moda. Bastano invece 61 anni di età e 7 mesi per gli uomini che scendono a 58 anni e 7 mesi per le donne, per la pensione di cantanti, concertisti e orchestrali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il