BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso scuola classi di concorso saltano Consiglio Ministri ieri così come decreti attuativi riforma pubblica amministrazione

Sono tante le questioni chiave che saranno affrontate nel Consiglio dei ministri di domani, tra cui le nuovi classi di concorso della scuola italiana.




AGGIORNAMENTO, ULTIME NOTIZIE E NOVIATA' OGGI VENERDI' 15 GENNAIO CONCORSO SCUOLA E DECRETI ATTUATIVI: Sono saltati a sorpresa per il concorso scuola le classi di concorso che sembravano dover essere solo formalizzata oggi venerdì 15 Gennaio 2016 nel Consiglio dei Ministri che ha tenuto il Governo Renzi. Auqetso punto i tempi si accorciano sempre di più. Non si sa ancora per quali problemi non sono stati approvati. Nulla nemmeno per i decreti attuativi della riforma pubbliuca ammnistrazione, anch'essi sono salatati a causa di alcuni  possibili e tagli licenziamenti che vi potevano essere come affermano alcune indiscrezioni. Vi terremo aggiornati.

Sembra destinato a slittare di una settimane il varo dei dieci decreti di riforma della pubblica amministrazione. Stando alle ultime notizie, infatti, ci sono ancora alcuni aspetti da correggere nei testi per cui il Consiglio dei ministri di domani venerdì 15 gennaio 2016 affronterà solo il provvedimento che sfoltisce il pacchetto di decreti attuativi in lista d'attesa. Qualche informazione in più potrebbe arrivare dalla partecipazione del ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, al workshop sul tema della implementazione dell'Agenda digitale italiana, su cui si registra qualche ritardo di troppo.

La novità è piuttosto rappresentata dalla ultime notizie in merito al concorso scuola 2016. Il Ministero dell'Istruzione ha trasmesso i dettagli su bando, modalità di svolgimento e requisiti di partecipazione al Consiglio superiore della pubblica istruzione che dovrà esprimersi entro il 28 gennaio. In contemporanea, il Consiglio dei ministri di domani è chiamato a varare le 11 classi di concorso, passaggio propedeutico per la pubblicazione del bando. I posti messi a "concorso per titoli ed esami per l'assunzione a tempo indeterminato di personale docente per istituzioni scolastiche ed educative statali per la copertura di tutti i posti vacanti e disponibili nell'organico dell'autonomia, nonché per i posti che si rendano tali nel triennio" sono 63.712, di cui 52.828 comuni, 5.766 di sostegno e 5.118 di potenziamento. Le prime prove sono attese in primavera e la partita sarà chiusa prima dell'inizio del nuovo anno scolastico.

C'è poi la partita delle depenalizzazioni. Lo schema del governo prevede che chi verrà sorpreso alla guida senza patente per la prima volta eviterà il processo penale ma dovrà pagare una sanzione decisamente salata: da 5.000 a 30.000 euro. È poi prevista la depenalizzazione solo per alcune inottemperanze delle prescrizioni da parte di chi è autorizzato a coltivare cannabis per scopi terapeutici ovvero istituti di ricerca e case farmaceutiche. Per quanto riguarda gli atti osceni, quelli in luogo pubblico, considerati reato dal codice penale, saranno puniti con una sanzione amministrativa molto alta: da un minimo di 5.000 a un massimo di 10.000 euro.

Resta il reato previsto per il disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone ma le sanzioni sono minime: fino a tre mesi di arresto e fino a 309 euro di ammenda. Non sarà più reato ma soltanto illecito amministrativo l'omesso versamento di ritenute previdenziali, questo purché la somma non versata sia inferiore ai 10.000 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il