BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ristrutturazione Casa detrazioni 50%-65%, Canone Rai, Tasi e Imu 2016: prima casa, seconda casa. Come funziona bonus e tasse

Le novità di quest’anno 2016 per nuova tassazione casa e abolizione Imu e Tasi, proroga richiesta bonus edilizia per tutto il 2016, e nuove norme di pagamento Canone Rai. Regole da seguire




Sono previste una serie di novità per quest’anno 2016 in riferimento alla casa, sia per quanto riguarda i lavori di ristrutturazioni edilizie e volti alla riqualificazione energetica, per cui sono stati prorogati i bonus al 65 e 50%, sia per quanto riguarda i pagamento di Imu e Tasi. Vediamo di capire cosa è cambiato e nuove norme in vigore.

Ristrutturazione Casa detrazioni 50%-65%: Potranno essere richieste per tutto quest’anno ancora le detrazioni fiscali del 65% e 50% per lavori di ristrutturazione edilizia e per l’acquisto di nuovi mobili. In particolare, la detrazione al 65% vale per le spese di sostituzione di porte e finestre, per installare nuovi climatizzatori e caldaie, pannelli solari per la produzione di acqua calda, per realizzare coperture, pavimenti e altri interventi che aumentino il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti; ma anche per lavori di adeguamento antisismico della prima casa e delle attività produttive che ricadono nelle zone sismiche più pericolose, per la rimozione dell’amianto e le schermature solari. Il tetto massimo di spesa su cui calcolare la detrazione resta fissata anche per l’anno prossimo a 96.000 euro. Per le semplici ristrutturazioni, il bonus fiscale scende al 50% suddiviso in dieci rate annuali. Quest’anno le detrazioni al 65% valgono anche per gli enti di gestione delle case di edilizia residenziale pubblica e gli ex Iacp, che potranno anche utilizzare un fondo di 170 milioni di euro per le manutenzioni. Chi decide di ristrutturare la propria casa potrà richiedere anche il bonus mobili per tutto questo 2016. Il bonus mobili prevede uno sgravio Irpef del 50% su un limite di spesa di 10.000 euro per i mobili acquistati per un’abitazione in ristrutturazione. Il bonus mobili vale per l’acquisto di letti, materassi, armadi, comodini, scrivanie, tavoli, sedie, poltrone, divani, credenze, ma anche per l’acquisto di elettrodomestici esclusivamente di classe A + o superiore, come frigoriferi, congelatori, forni a microonde, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento e, oltre al proprietario dell'immobile, possono fruire dell’incentivo anche l’usufruttuario o il coniuge convivente non proprietario. Tra le novità di quest'anno l’introduzione del bonus mobili senza lavori edilizi, destinato alle giovani coppie under 35 conviventi o sposate da almeno 3 anni che abbiano acquistato casa. Possono usufruire della detrazione solo le coppie acquirenti di una casa e il tetto massimo di spesa è di 16.000 euro, per uno sconto del 50% da spalmare su 10 anni.

Imu e Tasi 2016: Erano particolarmente attese da mesi le novità per Imu e Tasi di quest’anno. Ed effettivamente si tratta di novità che agevoleranno non pochi cittadini italiani. E’ stata, infatti, abolita la Tasi sulla prima casa ed è stato cancellato il suo pagamento anche a carico di inquilini, a patto che non abbiano già una prima abitazione, mentre continuano a pagarla i proprietari di tutti gli altri immobili. E’ stata abolita anche l’Imu su tutti i terreni agricoli, indipendentemente dalla loro classificazione Istat, e sugli imbullonati. Da quest’anno, inoltre, sarà applicato sconto Imu del 25% su tutte le seconde case affittate per i proprietari che decideranno di affittarla a canone concordato a un soggetto che la utilizzerà come abitazione principale, novità non valida; prevista l’esenzione Imu per i separati che lasciano il coniuge nell’abitazione familiare e si trasferiscono in un altro immobile utilizzato come prima casa, e per gli appartenenti alle forze dell’ordine che, pur possedendo un’abitazione, devono trasferirsi in un’altra città per motivi di lavoro. Non si deve inoltre pagare alcuna tassa sulla prima casa data in comodato ai propri figli; esenti dal pagamento dell’Imu gli immobili invenduti, cioè quelli realizzati dalle imprese di costruzione ma non venduti, destinati dall'impresa costruttrice alla vendita fino a quando non verranno, per esempio, locati. Esonerati dal pagamento per Imu e Tasi immobili pubblici; immobili degli enti non commerciali; e fabbricati ad uso culturale e religioso. I rifugi alpini non custoditi e i bivacchi, invece, sono esenti dal pagamento Imu ma pagano la Tasi.
 
Canone Rai 2016: Si pagherà 100 euro quest’anno il Canone Rai che sarà inserito in bolletta elettrica. L'importo da versare sarà diviso nelle varie bollette annuali  in 10 rate annuali. Solo per il 2016 la prima rata del canone si pagherà da luglio a dicembre, poi dal 2017 si dovrà pagare a regime con le diverse bollette. Il Canone Rai deve essere versato esclusivamente sul possesso tv, per cui non deve essere pagato, come si era inizialmente ipotizzato, per tablet, pc e smartphone. Pagano il canone Rai 2016 solo gli intestatari di un utenza domestica e solo sulle prime case e se la seconda casa è affittata il canone deve essere pagato dall’inquilino, anche se il contratto di fornitura di energia elettrica è intestato al proprietario. Per il mancato pagamento del Canone Rai 2016 sono previste sanzioni fino a 500 euro.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il