BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità discorso Renzi oggi a tutta l'Assemblea quota 100, quota 41, mini pensioni: ultime oggi martedì

Presentati 1.200 emendamenti al disegno di legge sulla concorrenza. Ecco la proposta di legge che prevede che un comune non possa avere meno di 5.000 abitanti.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO oggi martedì ore 10:53 oggi 19 Gennaio 2016): SI dovrebbe tenere oggi, lunedì, salvo imprevisti e cambiamenti dell'ultima ora il discorso di Renzi che dovrebbe trattare anche novità per le pensioni. Infatti, vi sarà oltre la risposta alle singole mozioni di cui uno potrebbe essere sulla riforma pensioni per le ultime notizie e ultimissime, anche, come detto, l'idnciazione del programma dell'esecutivo e delle priorità e strategie politiche. E' doveroso sottolineare, che, comunque, potrebbe abilmente come giò fatto in passato non trattare l'argomento pensioni, ma anche questa sarebeb uan risposta, anzi, forse, la più chiara delle indicazioni possibili.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO oggi lunedì ore 20:18 oggi 18 Gennaio 2016): Una delle possibili mozioni di sfiducia potrebbe riguardare le novità per le pensioni tanto attese e spesso annunciate, ma mai realizzate in maniera davvero convincente. In realtà, come riportano le ultime notizie e ultimissime nel discorso di domani vi saranno un excursus sulle cose fatte e da fare e in questo senso sia direttamente che indirettamente si potranno capire le intenzioni sulle pensioni.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO oggi lunedì ore 18:07 oggi 18 Gennaio 2016): Domani martedì sarà un giorno importante per le novità sulle pensioni e tutto quello che si dovrà affrontare, o meglio le priorità politiche e le strategie politiche che l'esecutivo vorrà attuare. Il Premier, infatti, parlerà ad Aule riunite e le ultime notizie e ultissime confermano che non solo risponderà alle singole mozioni di sfiducia, ma anche parlerà dei temi che dovranno essere affrontati. Ora capire come e in che modo delle pensioni e diversi possibilità sono in campo

Non è così scontato credere nell'introduzione di novità sulle pensioni. Il punto aggiornato a oggi lunedì 18 gennaio 2016 alla luce delle ultime notizie.

Pensioni. Ci sono due scuole di pensiero sulle novità pensioni. Da una parte c'è chi è fiducioso e si aspetta interessanti passi in avanti nel discorso che il premier pronuncerà martedì in Aula a Montecitorio. In fin dei conti, la questione previdenziale è stata finora messa sapientemente da parte e parte qualche correzione marginale, poco è stato fatto per facilitare l'uscita dal lavoro con qualche anno di anticipo ovvero rilanciare la staffetta generazionali tra giovani e anziani. Poi c'è chi è pessimista e crede che con un'agenda politica così fitta, che comprende anche i decreti attuativi della riforma della pubblica amministrazione, le tutele per i lavoratori autonomi con partita Iva, ci sarà poco spazio per le pensioni.

In realtà c'è anche un terzo fronte ed è quello di chi immagina novità differenti rispetto a quelle immaginate, come l'introduzione di un bonus per i pensionato sulla falsariga di quello di 80 euro netti al mese che coinvolge da un anno e mezzo lavoratori dipendenti e assimilati e solo da questo 2016 anche le forze dell'ordine. L'attenzione in queste ultime settimane è stata rivolta anche sull'assegno universale, anche perché incoraggiato dal presidente della Camera, mentre rimangono sullo sfondo altre misure suggerite in questi mesi, come l'applicazione di quota 100, il ricalcolo degli assegni con il contributivo, le mini pensioni per gli over 55 disoccupati.

Riforma Comuni. Un comune non può avere una popolazione inferiore a 5.000 abitanti. Lo prevede una proposta di legge del Partito democratico. Stando al testo, 24 ventiquattro mesi dalla data di eventuale entrata in vigore delle disposizioni, le regioni provvedono alla fusione obbligatoria dei comuni la cui popolazione sia inferiore a 5.000 abitanti e che non abbiano già avviato autonomamente procedimenti di fusione. Ai comuni coinvolti non spetteranno i contributi straordinari né gli ulteriori contributi o benefici previsti dalla legge a favore dei comuni che abbiano proceduto alla fusione di propria iniziativa. Trascorsi 48 mesi, qualora una regione non abbia provveduto alla fusione obbligatoria dei comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti con propria legge, essa, a decorrere dall'anno successivo, è soggetta alla riduzione di una quota pari al 50% dei trasferimenti erariali in suo favore, diversi da quelli destinati al finanziamento del Servizio sanitario nazionale e al trasporto pubblico locale.

Termovalizzatore Salerno. Nell'ambito del processo per il termovalorizzatore di Salerno, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, rinuncia alla prescrizione. Lo ha annunciato il suo avvocato al presidente della seconda sezione civile in Corte d'Appello, Michelangelo Russo.

Concorrenza. Si allungano i tempi per l'approvazione del disegno di legge sulla concorrenza. Al fotofinish sono stati presentati 1.200 emendamenti al testo originario. Di conseguenza si allungano i tempi per l'arrivo del in Aula al Senato. Solo a metà della prossima settimana inizierà il vaglio di ammissibilità delle proposte.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il