BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ristrutturazione casa 2016 incentivi fiscali, bonus, detrazioni arredamenti, elettrodomestici, cucine: novità della settimana

Sono tre le detrazioni casa sfruttabili fino al 31 dicembre 2016. Il limite di spesa dei bonus varia in base al tipo di intervento.




Non c'è solo il decreto Milleproroghe, adesso finito nell'Aula di Montecitorio e da seguire evidentemente con attenzione, a centro dell'attenzione. Sotto la lente di ingrandimento ci sono le detrazioni e le agevolazioni casa sfruttabili in questo 2016. In prima battuta ci sono i bonus relativi alla ristrutturazione casa. La detrazione è pari alla metà delle spese sostenute, con limite di spesa di 96.000 euro e detrazione di 48.000 euro. Sono coperti svariate tipologie di lavoro, a iniziare da manutenzioni straordinarie, di restauro e risanamento conservativo, di ristrutturazione edilizia su abitazioni (anche manutenzioni ordinarie di parti comuni condominiali) e da ricostruzione o ripristino di immobili danneggiati da eventi calamitosi.

E ancora: realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali; eliminazione delle barriere architettoniche; prevenzione di atti illeciti di terzi; cablatura di edifici; contenimento dell'inquinamento acustico; misure antisismiche e opere per la messa in sicurezza statica; bonifica dall'amianto; riduzione degli infortuni domestici; conseguimento di risparmi energetici, compreso il fotovoltaico; acquisto di abitazioni in fabbricati interamente ristrutturati.

Poi ci sono le detrazioni fino al 65% delle spese per il risparmio energetico qualificato. Il limite di spesa varia in base all'intervento. Per determinarlo vanno considerati cumulativamente gli investimenti per impianti di climatizzazione invernale, pompe di calore ad alta efficienza, impianti geotermici a bassa entalpia e scaldacqua a pompa di calore. Sono comunque assoggetati quelli per l'installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda; schermature solari; strutture opache verticali (pareti isolanti o cappotti), strutture opache orizzontali (coperture e pavimenti), finestre comprensive di infissi.

Di più: sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaia a condensazione; pompe di calore ad alta efficienza e impianti geotermici a bassa entalpia; scaldacqua a pompa di calore. Coperte anche le spese per riqualificazione energetica generale di edifici; interventi precedentemente descritti, effettuati su parti comuni condominiali o su tutte le unità immobiliari del condominio; impianti con generatori di calore alimentati da biomasse combustibili. Infine, ecco il bonus del 50% per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il