BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità priorità programma, cosa da fare spiegate da Renzi per quota 100, quota 41, mini pensioni: novità oggi martedì

Ricca l’agenda di lavoro del premier Renzi ma resta da capire quando saranno discusse e definite le novità pensioni tanto attese. Prossime tappe




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 11:10 martedì Gennaio 2016): Si attende per oggi una qualche indicazione sulle novità per le pensioni da parte di Renzi nel suo intervento in Aula convocato per rispondere ad una serie di richieste di sfiducia. Come riportano le ultime notizie e ultimissime, in questo passaggio, il Premier ha detto che farà il punto sulle cose fatte e da fare e potrebbe affrontare il tema anche delle pensioni se questo fosse realmente in Agenda, cose che al momento non è così certo. Nel discorso precedente a fine d'anno, il Premier non ne aveva proprio parlato, se non per aggingere, incalzato dalle domande dei giornalisti a fine conferenza che il tema sarebbe trattato, forse, a partire dall'estate.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 19:23 lunedì 18 Gennaio 2016): Una risposta sulle novità per le pensioni potrebbe arrivare dal Dicastero dell'Occupazione il cui Ministro o un qualche Viceministro è stato convocato come riferiscono le ultime notizie e ultimissime per una serie di domande e risposte alla Commissione Ristretta che si dedica alle pensioni tra tre giorni. Ma non finiscono qui gli appuntamenti in cui si potrebbe avere finalmente, si spera qualche chiarimento, in questi giorni densi di eventi sul tema.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 21:12 domenica 17 Gennaio 2016): Non è facile capire se nel programma e nell'agenda del Premier vi sia spazio per le novità per le pensioni e anche le ultime notizie e ultimissime continuano a confermare e smentire sia totalmente che parzialmente. E' probabile che una prima risposta, seppur non è detto che sia univoca e chiara come ci aspetteremo, possa arrivare a brevissimo.

E’ piuttosto ricca l’agenda di lavoro dell’esecutivo Renzi ma si prospettano ancora poche novità certe sulle pensioni. Si discuterà, per il momento, di tutto, tranne che del capitolo che maggiormente interessa i cittadini e che, con eventuali cambiamenti concreti, potrebbe permettere allo stesso esecutivo di recuperare quei consensi che stanno tanto calando nel tempo. Innanzitutto, il 19 o il 20 gennaio il Senato dovrebbe dare il suo via libera al Ddl Costituzionale, senza più alcuna modifica. Bisognerà poi attendere soltanto l’ok della Camera che potrebbe arrivare non prima del 12 aprile. Potrebbero, dunque, volerci ben tre mesi. Dopo ulteriori tre mesi, cioè per luglio, sarà la volta della consultazione popolare, ma nei piani di Renzi dovrebbe essere tutto fissato al prossimo ottobre.

Lo stesso premier ha parlato del mese di ottobre come il tempo ideale per il referendum finale, per permettere agli italiani di esprimersi sul lavoro dello stesso esecutivo. I provvedimenti da discutere in agenda nel breve-medio periodo sono tantissimi, dal Ddl sulle unioni civili, in Aula tra due settimane secondo il calendario previsto, alla revisione del reato di clandestinità, ai decreti attuativi del Ddl Madia sulla riforma della Pa, la riforma del codice degli appalti, la proposta dell’esecutivo sulla riforma del diritto fallimentare.

Nell’agenda del premier Rensi la riforma dello Ius soli; misure di sostegno al credito, aiuti per il Mezzogiorno, lo Statuto delle Partita Iva, disegno di legge sul lavoro autonomo che dovrebbe essere approvato dal governo a breve e che dovrebbe prevedere semplificazioni per l’avvio e sostegno all’attività, regolamentazione dei compensi e allargamento delle tutele, dalla maternità alla malattia.; ma anche la riforma contratti; le prime bozze di legge della delega fiscale; riforma dell’eutanasia

Per la prima volta, infatti, il prossimo mese di marzo si inizierà a discutere di una proposta di legge per la legalizzazione dell'eutanasia. Secondo il Capogruppo di Sel Arturo Scotto, “Con la calendarizzazione del tema dell'eutanasia alla Camera dei Deputati per marzo abbiamo compiuto un altro importante passo verso la legalizzazione e il governo di un fenomeno sociale sempre più importante nella società italiana”.

Si discuterà anche di riforma delle detrazioni fiscale e di riforma del terzo settore, insieme ai sostegni per cooperative e banche cooperative. Occorre capire a questo punto quando sarà discussa la riforma pensioni e se si metteranno a punto solo singoli cambiamenti all’interno di una riforma, come quella delle detrazioni fiscali o dei contratti, o una riforma singola con un disegno di legge oppure con una legge delega. Al momento, però, è più probabile che si proceda sulla strada dei singoli cambiamenti e le speranze si concentrano soprattutto su quei sistemi di uscita prima come quota 100 o mini pensione tanto discussi nel corso degli ultimi mesi e appoggiati dalle forze politiche e sociali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il