Concorso scuola 2016: richiesti ulteriori cambiamenti su diverse regole per requisiti, prove, iscrizioni, assunzioni

Sono tante le novità sul nuovo concorso scuola 2016, a partire da una maggiore centralità della conoscenza di lingue straniere.

Concorso scuola 2016: richiesti ulterior


Mentre si attende il via libera del Consiglio superiore della Pubblica Istruzione alla bozza dei bandi per il nuovo concorso scuola 2016, si affacciano già le prime richieste di cambiamento. A far discutere sono soprattutto le modalità di svolgimento che, per quanto riguarda la prova scritta, si articola in otto domande a risposta aperta, due delle quali nella lingua straniera scelta dal candidato, da svolgere al computer. La prova orale, invece, ricalca quella del concorso dello scorso anno che prevede la simulazione di una lezione vera. Non sono invece in programma prove preliminari poiché stando alle stime del Ministero dell'Istruzione, la partecipazione sarà contenuta.

Poi c'è un altro versante di osservazioni ed è quello sintetizzato dall'Associazione nazionale presidi, secondo cui affinché questi cambiamenti possano avere efficacia, è necessario puntare sulla formazione dei docenti ovvero "affiancare la norma, reintrodotta dalla Buona Scuola, di corsi di aggiornamento obbligatori per gli insegnanti". Il motivo è molto semplice: si rischia che "un insegnante che da anni si occupa della propria materia si ritrovi a insegnarne un'altra contigua, per la quale non è aggiornato, con ovvie difficoltà per la didattica". Se ne saprà comunque a brevissimo con i chiarimenti attesi da parte del premier e del ministro dell'Istruzione.

A tal proposito, è arrivato il via libera alle nuove classi di concorso, il cui varo è stato uno dei motivi che stanno ritardando la pubblicazione dei bandi per il concorso scuola. Si tratta della classe di abilitazione A-23 per l'insegnamento di Lingua italiana per studenti di lingua straniera; A-53 Storia della musica; A-55 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado; A-57 Tecnica della danza classica; A-58 Tecnica della danza contemporanea; A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza; A-63 Tecnologie musicali; A-64 Teoria, analisi e composizione; A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; A-36 Scienze e tecnologia della logistica; A-65 Teoria e tecnica della comunicazione, oltre a due nuove classi di concorso su materie tecnico-pratiche.

Ai candidati ai concorsi per posti di insegnamento nella scuola dell'infanzia, primaria, e per gli istituti di istruzione secondaria di primo e secondo grado, vengono anche chieste la conoscenza di una lingua straniera comunitaria al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue straniere e competenze digitali inerenti all'uso e le potenzialità delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell'apprendimento.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il