BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità calcolo età, requisiti, contributi precoci 2016, riforma: novità sabato oggi

Palazzo Chigi e Bankitalia cercano di frenare l'incertezza sul progetto bad bank. Scatta questo mese il bonus di 80 euro al mese per le forze dell'ordine.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 11:22 oggi sabato 23 Gennaio 2016): Diverse novità per le pensioni sono state introdotte nel 2016, purtroppo non quelle sperate di cambiamenti importanti per uscire prima soprattutto per i precoci e, in generale, per tutti come sembra ormai diventato importantissimo e necessario, una vera e propria esigenza per l'intera struttura socio-economica italiana leggendo le ultime notizie e ultimissime.

Secondo le ultime notizie di oggi sabato 23 gennaio 2016, il dibattito sulle pensioni è centrato anche sulle novità pensioni relative ai lavoratori precoci.

Pensioni. Quali sono i requisiti minimi anagrafici per accedere alla pensione di vecchiaia in questo 2016? Tenendo fermo il versamento di contributi per almeno 20 anni con assegno previdenziale di almeno una volta e mezzo l'assegno sociale (672,11 euro nel 2016), i lavoratori devono raggiungere 66 anni e 7 mesi di età. Stessa età per le lavoratrici della pubblica amministrazione. Alle lavoratrici private servono 65 anni e 7 mesi. Infine, è necessario il compimento di 66 anni e 1 mese per le lavoratrici autonome e gestione separata. Da quest'anno sono infatti scattati gli aumenti delle speranze di vita con conseguenze sull'età pensionabile.

Un capitolo a parte va riservato ai lavoratori precoci ovvero coloro che hanno iniziato a lavorare prima dei 20 anni di età. In buona sostanza, seppur abbiano maturato il requisito contributivo richiesto per accedere al trattamento previdenziale, sono di fatto bloccati per via del mancato raggiungimento dell'età anagrafica richiesta dalle norme in vigore. La proposta di cambiamento che circola con maggiore insistenza, costantemente rigettata per ragioni di ordine economico, prevede l'applicazione di quota 41 ovvero l'apertura delle porte del congedo con 41 anni di contributi, indipendentemente dall'età anagrafica raggiunta.

Riforma banche. Esecutivo e Bankitalia corrono ai ripari per frenare l'incertezza sul progetto bad bank. Palazzo Chigi sembra orientato verso uno strumento di garanzia a titolo oneroso che favorirà l'acquisto di crediti deteriorati. Non quindi una bad bank, seppur leggera, ma uno strumento diverso, al quale si aggiungono misure per accelerare il recupero crediti e lo smobilizzo delle sofferenze. La vigilanza Bce fa sapere che non intende forzare la mano e imporre soluzioni drastiche ai nostri istituti.

Bonus 80 euro. Scatta questo mese il bonus di 80 euro al mese per le forze dell'ordine. Il contributo straordinario è pari a 960 euro per l'anno 2016 e verrà corrisposto mensilmente dal mese di gennaio prossimo con un cedolino a parte e successivamente inserito nel cedolino stipendiale ordinario. La somma è netta ovvero non è soggetta a limiti di reddito, a Irpef e a contribuzione previdenziale. Spetta anche a gli appartenenti a Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo forestale, Vigili del Fuoco, Aeronautica, Esercito e Marina Militare.

Riforma appalti. Il nuovo codice degli appalti prevede l'affidamento di contratti solo con procedure ordinarie, salvo casi di calamità naturale; lo stop alle valutazioni che guardano solo al risparmio e non anche alla qualità così come il "massimo ribasso". L'Anac avrà funzioni di controllo, capacità di sanzionare ed emanare linee guida, bandi e contratti tipo. Nasce l'albo obbligatorio dei membri delle commissioni giudicatrici di concessioni e appalti pubblici. Sempre presso l'Anac si forma un elenco di enti aggiudicatori di affidamenti di opere interne. Previste misure per garantire il rispetto di sostenibilità energetica e ambientale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il