BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità calcolo 2016 per uscire quali requisiti servono realmente, riforma: novità sabato oggi

C'è il semaforo verde alla riforma delle classi di concorso 2016. Da 168 passano a 116, ma ne vengono create 11 nuove.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 9:33 oggi sabato 23 Gennaio 2016): Quando e come si può uscire in caso dal mondo del lavoro con il calcolo, le regole e le novità per le pensioni del 2016? Quali sono i requisiti di età e contributi esatti per uscire il prima possibile? In attesa delle ultime notizie e ultimissime di cambiamenti e correzioni (ad esempio nel Milleproroghe) o d ininbterventi strutturali come quota 41, precoci, usuranti abbiamo visto il calcolo attuale.

Ecco le ultime notizie aggiornate a oggi sabato 26 gennaio 2016 sui requisiti richiesti ai lavoratori che svolgono attività prevalentemente usuranti per andare in pensione.

Pensioni. Quali sono le novità pensioni sui lavoratori che svolgono attività prevalentemente usuranti? I requisiti per i lavoratori dipendenti sono il raggiungimento di quota 97,6, come somma di età anagrafica e anzianità contributiva, di cui almeno 61 anni e 7 mesi di età e 35 anni di contributi. Ai lavoratori autonomi viene chiesta la maturazione di quota 98,6 di cui almeno 62 anni e 7 mesi di età e 35 anni di contributi. Rientrano in questo contesto anche i lavoratori notturni ovvero coloro che maturano almeno 78 notti lavorate per almeno 6 ore di 5 tra la mezzanotte e le 5, o tutto l'anno per almeno 3 ore.

In questo caso le porte della pensione si aprono con quota 97,6, di cui almeno 61 anni e 7 mesi di età (dipendenti) o con quota 98,6, di cui almeno 62 anni e 7 mesi di età (autonomi). E ancora: tra 64 e 71 notti, quota 99,6, di cui almeno 63 anni e 7 mesi di età (dipendenti) o con quota 100,6, di cui almeno 64 anni e 7 mesi di età (autonomi); tra 72 e 77 notti, quota 98,6, di cui almeno 62 anni e 7 mesi di età (dipendenti) o con quota 99,6, di cui almeno 63 anni e 7 mesi di età (autonomi). Occorre infine segnalare che dal perfezionamento del requisito richiesto dall'attuale legge previdenziale occorre attendere 12-18 mesi per la decorrenza della pensione.

Partita Iva forfettaria. Non tutti possono aderire al regime forfettario 2016 delle partite Iva. Sono tra gli altri esclusi coloro che si avvalgono di regimi speciali ai fini dell'imposta sul valore aggiunto o di regimi forfetari di determinazione del reddito e i soggetti non residenti, ad eccezione di quelli che sono residenti in uno degli Stati membri dell'Unione europea o in uno Stato aderente all'Accordo sullo Spazio economico europeo che assicuri un adeguato scambio di informazioni e che producono nel territorio dello Stato italiano redditi che costituiscono almeno il 75% del reddito complessivamente prodotto.

Classi di concorso. Via libera alla riforma delle classi di concorso 2016. Da 168 passano a 116 e ne vengono aggiunte 11 per l'insegnamento nelle scuole secondarie di primo e secondo grado: lingua italiana per discenti di lingua straniera (alloglotti); Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; Scienze e tecnologie della logistica; Storia della musica; Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado; Tecnica della danza classica; Tecnica della danza contemporanea; Tecniche di accompagnamento alla danza; Tecnologie musicali; Teoria analisi e composizione; Teoria e tecnica della comunicazione, più altre due che riguardano posti di insegnante tecnico-praticodocenti: Laboratorio di logistica e Laboratori di scienze e tecnologie della calzatura e della moda.

Canone Rai. Si attendono i nuovi chiarimenti dell'Agenzia delle entrate per scrivere la parola fine sulle tante incertezze relative al canone Rai 2016 in bolletta. Ad esempio, mancano ancora le istruzione per la dichiarazione di mancata detenzione del televisore ovvero di uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del relativo utilizzo, condizione di base per essere soggetti all'imposta. Di certo c'è che l'importo da corrispondere passa dai 113,50 euro dello scorso anno a 100 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il