BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità potrebbero ritardare o accellerare per due attesi eventi, riforma: novità oggi domenica

Facilitazioni per chi denuncia pubblicamente o riferisca alle autorità attività illecite o fraudolente all'interno di un ufficio pubblico.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 19:57 oggi domenica 24 Gennaio 2016): Se prima spiegavamo come tutte le novità per le pensioni poteva ritardare in base ai due eventi che l'esecutivo ha posto come centrali a livello di successo da ottenere come indicano le ultime notizie e ultimissime è giusto sottolineare che per gli stessi eventi vi potrebbe essere una accelerazione in modo particolare per le elezioni comunali. Queste, infatti, sono più difficile da vincere in tutte le città e si rischiano di perdere Comuni importanti. A quel punto ci si potrebbe attendere cambiamenti singoli ma più su basi fiscali che per uscire prima. Più difficile, quasi impossibili, cambiamenti strutturali ( meglio l'inizio della tanto attesa riforma pensioni) perchè al suo interno vi dovrebbero essere anche elementi negativi che non sarebbe facilmente accettati da una parte dell'elettorato.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 10:44 oggi domenica 24 Gennaio 2016): Il primo vero banco di prova per l'esecutivo saranno le elezioni Comunali e fino ad allora le novità per le pensioni potrebbero essere rimandate. Non è facile vincere, soprattutto nella capitale, e mosse che potrebbero portare un malcontento di una certa parte dei cittadini che già come riportano i sondaggi delle ultime notizie e ultimissime si sono sentiti snobbati finora se non colpiti negativamente, sono difficili che avvengano. Se dopo l'esito delle Comunali, si pensava che l'iter potesse riprendere, le parole forti di una vittoria forte sul referendum costituzionale in autunno con l'obiettivo di una percentuale di consensi molto alta, fanno propendere per un ulteriore stallo. Certo, che prima di ogni elezioni, le sorprese da parte di questo esecutivo non sono mai mancate se si vuole utilizzare una lettura differente seppur più difficile che avvenga.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 21:33 oggi sabato 23 Gennaio 2016): Profondi cambiamenti strutturali per le novità per le pensioni è difficile che arrivino come confermano le ultime notizie e ultimissime con l'esecutivo che ha di fronte non solo le elezioni amministrative, ma anche il referendum per Palazzo Madama sulla cui vittoria l'esecutivo ha deciso di giocarsi il mandato come, seppur in misura minore, le elezioni comunali. Due eventi, due appuntamenti che possono influenzare le novità per le pensioni in maniera diversa, ma che sicuramente lo faranno.

Tardano ad arrivare novità sulle pensioni e stando alle ultime notizie di oggi sabato 23 gennaio 2016 potrebbero farlo ancora di più in caso di rafforzamento della posizione politica del premier.

Pensioni. Ci sono anche motivazioni strettamente politiche a spiegare al sostanziale inerzia che si registra nel percorso di introduzione di novità sulle pensioni. Al di là del pur valide ragione economiche, investire risorse per cambiare e correggere le norme in vigore sulla previdenza italiana rappresenta una decisione politica che, allo stato, l'esecutivo sta dimostrando di non avere. I lunghi silenzi del premier, interrotti saltuariamente da qualche annuncio generico e accompagnati dalle dichiarazioni del ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali sull'avvio dell'ennesima fase di studi e valutazioni rappresentano la prova più evidente della scelta precisa di lasciare tutto immutato.

E se, come sembra e lasciano immaginare i sondaggi, la posizione del presidente del Consiglio dovesse rafforzarsi in vista delle elezioni amministrative di primavera (si vota anche a Milano, Roma e Napoli) e soprattutto del referendum autunnale, non solo è verosimile credere a una ulteriore ingessatura del sistema delle pensioni in Italia. Ma potrebbero arrivare quei cambiamenti peggiorativi, nel solo del taglio della spesa pubblica, di cui si parla da tempo. Di conseguenza, solo nel 2017 potrebbero essere messi in conto cambiamenti strutturali. Nell'immediato non si andrebbe al di là di qualche provvedimento di correzione, come quello sulla ricongiunzione, o l'applicazione di metodo di prova.

Inflazione. Le intenzioni del governatore Mario Draghi sono chiare: l'azione della Bce non avrà limitazioni nel raggiungimento dell'obiettivo dell'inflazione programmata. Sul sistema bancario, nei giorni scorsi indiscrezioni di una lettera inviata dalla Banca centrale europea ad alcuni istituti italiani, riguardante il nodo dei crediti problematici, hanno alimentato le tensioni sul settore, contribuendo a scatenare le vendite in Borsa. Ma a chiarire la faccenda è stato il ministro dell'Economia, che ha spiegato che la Bce è intervenuta opportunamente per chiarire che la richiesta di informazioni inviata ad alcune banche italiane è stata inviata a molte altre banche dell'area euro ed è una prassi standard.

Forum economico Davos. Al Forum economico di Davos, sulle Alpi svizzere, non si fa che parlare di Cina. Il guru Nouriel Roubini, per esempio, sostiene che la Cina rappresenti un rischio che governi e banche centrali non possono ignorare. Economisti e osservatori non hanno dubbi: tra le principali ragioni del recente crollo delle Borse c'è il forte rallentamento della Cina. Nel 2015, il Prodotto interno lordo del Paese asiatico è cresciuto del 6,9%, un incremento di tutto rispetto ma pur sempre il progresso più debole della Cina da 25 anni a questa parte. E se Pechino comincia a tirare il freno trascina con sé inevitabilmente tutte le economie legate da affari al paese asiatico, non da ultima l'Europa.

Whistleblowing. I lavoratori pubblici potranno adesso segnalare all'Anac o ai magistrati le condotte illecite degli uffici pubblici. Si tratta del cosiddetto whistleblowing. La locuzione whistleblower, letteralmente soffiatore di fischietto, identifica un individuo che denunci pubblicamente o riferisca alle autorità attività illecite o fraudolente all'interno del governo, di un'organizzazione pubblica o privata o di un'azienda. Il whistleblower è quindi il lavoratore che, durante l'attività lavorativa all'interno di un'azienda, rileva una possibile frode e per questo decide di segnalarla. Il whistleblowing è uno strumento legale, già collaudato da qualche anno, anche se con modalità diverse, negli Stati Uniti e in GranBretagna, per informare tempestivamente eventuali tipologie di condotte illecite.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il