BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso scuola e Tfa terzo ciclo 2016 nuovo: cambiamenti in fase di analisi su prove, lingua, programmi, punteggi, requisit

Le prossime scadenze sul mondo della scuola sono la pubblicazione dei nuovi bandi del concorso 2016 e il terzo ciclo del Tfa ordinario.




AGGIORNAMENTO ULTIME NOTIZIE E NOVITA' CONCORSO SCUOLA 2016 E TFA TERZO CICLO OGGI LUNEDI' 25 GENNAIO 2016:  Secondo quanto emerge, vi potrebbe essere richieste di cambiamenti per quanto riguarda il grado di conscenza della lingua straniera che si vorrebbe fosse più basso, della prova scritta trooppo nozionistica con un cambio del programma e dei punteggi dove vi è trioppa differenza di importanza dato dagli anni scolatistici e dal Tfa. Sono questi i cambiamenti e le novità su cui sta lavorando il Consiglio Superiore dell'Istruzione.

AGGIORNAMENTO ULTIME NOTIZIE E NOVITA' CONCORSO SCUOLA 2016 E TFA TERZO CICLO OGGI LUNEDI' 25 GENNAIO 2016: Non sarà, comunque, un mero giudizio senza nessuna importanza quello che si appresta a dare in questi giorni il Consiglio Superiore dell'Istruzione. Effettivamente, tecnicamente non può porre vincoli, ma visti i dievrsi cambiamenti richiesti da più fonti e la sua importanza e autorevolezza presso tutte le parti della scuola, non potranno non essere considerati i rilievi in preparazione.

AGGIORNAMENTO ULTIME NOTIZIE E NOVITA' CONCORSO SCUOLA 2016 E TFA TERZO CICLO OGGI LUNEDI' 25 GENNAIO 2016: Dalle ultime notizie e novità di oggi si prevede che non sarà il 1 Febbraio la pubblicazione dei bandi ufficiali come avevamo previsto. Vi sarà un ulteriore ritardo anche se tutto dovrebbe essere pronto sempre tra 10 giorni (non questa settimana, ma la prossima)

AGGIORNAMENTO ULTIME NOTIZIE E NOVITA' CONCORSO SCUOLA 2016 E TFA TERZO CICLO OGGI LUNEDI' 25 GENNAIO 2016:: E' da sottolineare come si attende ancora il parere ufficiale e l'approvazione del Consiglio Interministeriale della pubblica Istruzione che doveva arrivare per venerdì, ma non è ancora giunto ufficialmente. E all'inzio della prossima il Governo dovrebbe emenare i bandi ufficiali. I tempi appaiono, dunque, molto ristretti anche perchè sono richiesti da più parti cambiamenti.

A questo punto sono due le attese nel mondo della scuola: la pubblicazione dei nuovi bandi del concorso 2016, attesa nella prima settimana di febbraio, e quella del bando per il terzo ciclo del Tfa ordinario. In merito alle modalità di svolgimento del concorso scuola 2016, in attesa della pubblicazione dei bandi, si sa già che saranno previste due prove: lo scritto articolato in otto domande, di cui due in lingua straniera, da rispondere al computer, e in un orale basato sulla simulazione di una lezione. Non è stata messa in conto una prova preliminare poiché i candidati attesi sono circa 200.000 ovvero solo gli abilitati. Ed è proprio questo uno dei punti su cui sono avanzate proposte e richieste di cambiamento e di aggiustamento.

Se il premier ha parlato di "un grande investimento nell'istruzione", il ministro dell'Istruzione ha riferito che "aggiornamento, innovazione e semplificazione sono al centro del nuovo Regolamento di revisione". Da segnalare che l'inglese non potrà essere insegnato dai laureati in scienze delle religioni, archeologia e storia dell'arte; matematica e scienze delle medie non potranno essere più affidate a chi ha un titolo in scienze forestali; arte, italiano, latino, greco, geografia e lingue slovene non potranno essere impartiti dai laureati in "materie musicali".

Ecco allora che come preventivato, il prossimo anno scolastico si caratterizzerà per l'istituzione di 11 nuove classi di concorso, su cui l'esecutivo ha acceso mercoledì scorso il semaforo verde. Si tratta di A-23 Lingua italiana per discenti di lingua straniera; A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; A-36 Scienze e tecnologia della logistica; A-53 Storia della musica; A-5 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado tl; A-57 Tecnica della danza classica; A-58 Tecnica della danza contemporanea; A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza; A-63 Tecnologie musicali; A-64 Teoria, analisi e composizione; A-65 Teoria e tecnica della comunicazione.

Ecco poi che ai candidati ai concorsi per posti di insegnamento nella scuola dell'infanzia, primaria e per gli istituti di istruzione secondaria di primo e secondo grado, il Miur chiede il possesso di molti requisiti culturali e professionali, tra cui la conoscenza dei fondamenti della psicologia dello sviluppo e della psicologia dell'educazione; le conoscenze approfondite pedagogico - didattiche finalizzate all'attivazione della relazione educativa e alla promozione di apprendimenti significativi e in contesti interattivi in stretto coordinamento con gli altri docenti che operano nella classe, nella sezione, nel plesso scolastico, e con l'intera comunità professionale della scuola; competenze sociali, relative all'organizzazione dell'apprendimento, alla gestione di gruppi e alle relazioni interpersonali, per la conduzione dei rapporti con i diversi soggetti che agiscono nella scuola.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il