BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità si iniziano a muovere per riforma pensioni concretamente dirette e indirette: novità oggi martedì

Anche le conversazioni su Facebook finiranno nei prossimi report di Nielsen. Nasce così il Nielsen Social Content Ratings.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 13:49 oggi martedì 26 Gennaio 2016:Oltre al Cdm che porterà degli ulteriori cambiamenti a latere sulle novità per le pensioni, vi sarà l'incontro con Angela Merkel venerdì per capire il districarsi dei rapporti con Bruxelles fondamentali come abbiamo già detto nelle ultime notizie e ultimissime per i nostri conti economici e anche per la pensioni. Prima ancora c'è il Gruppo Esecutivo per le pensioni che mercoledì si riunirà. Dunque tre mosse concrete importanti come visto sotto e altre meno dirette, ma comunque da guardare con attenzione.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 9:44 oggi martedì 26 Gennaio 2016): Nel Cdm di Giovedì vi sarà il via libera ad un iter agevolato e velocizzato per delle norme che sono il primo passo per le novità per le pensioni seppur indirette come avevana già indicato nelle ultime notizie e ultimissime accogliendole molto favorevolemente sia il Presidente dell'Istituto di Previdenza che diversi commenatori, politici e studiosi in quanto il primo passo veros l'assegno universale. E questo è un ulteriore atto concreto.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 17:12 oggi lunedì 25 Gennaio 2016): Un ulteriore indicazione concreta è che finalmente la revisione della spesa che è collegata in modo fondamentale alle novità per le pensioni come hanno spiegato tutti coloro che se ne sono dedicati, sembra iniziare a fare sul serio con il vicino traguardo dell'accorpamento dei centri di costo sanitari con importati risparmi come riportano le ultime notizie e ultimissime. E' la prima mossa che si realizza su questo versante degna di un certo spessore. E non caso si sta velocizzando la sua realizzazione con il ritorno da responsabile di Yoram Gutgeld che ha idee precise e chiare anche per quanto riguarda le pensioni affermate più volte.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 21:33 oggi domenica 24 Gennaio 2016): Vi sono dei passi avanti per le novità per le pensioni finalmente concreti e ufficiali alcuni diretti altri che bisogna bisogna sapere leggere tra ultime notizie e ultimissime non essendo così immediati. Ma tra le righe sono davvero importanti. Per diverse condizioni, non ci attendiamo cambiamenti subito importanti e strutturali ma si continuano a gettare le basi come già fatto con la nomina dell'attuale responsabile dell'Istituto di Previdenza.
E in questo senso come abbiamo visto sotto la nomina di Nannicini è molto importante, ma non solo.

Stando alle ultime notizie aggiornate a oggi domenica 24 gennaio 2016, il processo di introduzione di novità sulle pensioni procederà per gradi.

Pensioni. Qualcosa si muove sul fronte delle novità pensioni. Almeno sul piano formale, si registrano alcuni interessanti movimenti a Palazzo Chigi. La prima è l'ingresso di Tommaso Nannicini nella squadra del premier con le vesti di sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Economista della Bocconi, viene dato molto vicino all'attuale presidente dell'Istituto nazionale di previdenza sociale e ha già dato un contributo concreto nella definizione delle attuali regole che regolano il mercato del lavoro italiano. La sua promozione va letta anche alla luce della maggiore centralità affidata Itzhak Yoram Gutgeld, economista israeliano naturalizzato italiano, deputato del Partito democratico e soprattutto consigliere di Palazzo Chigi per la spending review.

Il taglio della spesa pubblica, anche e soprattutto quella per le pensioni, è una delle operazioni annunciate da tempo, ma che fino a questo momento non è mai stata concretizzata. E se modifiche dovranno esserci - è il pensiero dell'economista vicino al premier - è necessario procedere con sforbiciate ovvero con una razionalizzazione dei costi. Nel mirino potrebbero così finire gli assegni di invalidità e di reversibilità così come i criteri sul cumulo. Solo dopo aver chiuso questa prima fase, è più verosimile che l'esecutivo possa mettere mano sulle pensioni, magari nel 2017, prevedendo nel frattempo misure temporanee di prova o bonus fiscali per i pensionati come quelli di 80 euro per lavoratori dipendenti e assimilati.

Surroga. La rilevazione del Sole 24 Ore sullo stato di mutui in Italia è di quelle che fa riflettere. Con le nuove offerte le banche stanno applicando sui mutui a tasso fisso degli spread più bassi, rispetto a quelli sui mutui a tasso variabile. In buona sostanza sono gli stessi istituti a spingere verso il fisso. Perché? Le risposte ipotizzate sono due. Secondo la prima ipotesi, le banche hanno timore di proporre un fisso più caro per non lasciare andare via i mutuatari fra qualche anno attraverso il meccanismo delle surroghe. La seconda è che semplicemente non ritengono che nei prossimi anni i tassi saliranno di molto e con loro l'inflazione.

Nielsen Social Auditel. Non solo i tweet sulle trasmissioni televisive, ma anche le conversazioni su Facebook finiranno nei prossimi report di Nielsen. Il nuovo nome del servizio offerto verrà infatti modificato nel più ampio Nielsen Social Content Ratings. Come argomentato da Luca Bordin, general manager media solutions di Nielsen in Italia, l'obiettivo è "fornire un quadro completo e omogeneo di come i consumatori interagiscono con i programmi televisivi attraverso i diversi social media".

Alfa Romeo. Ogni promessa è debito e così c'è da credere che il marchio venga rilanciato. Ci dovrebbero essere importanti novità nelle settimane successive al Salone dell'auto di Ginevra, dove dovrebbe essere svelata tutta la gamma. In questo contesto cresce il mercato delle auto in Italia e lo fa in maniera impetuosa. I consumatori si fidano e continuano ad acquistare autovetture. Secondo gli ultimi dati ufficiali, a novembre la vendita di veicoli è stata del 23,47% maggiore rispetto a un anno fa. Tanto per essere precisi, sono stati immatricolati 134.021 nuovi mezzi. La Motorizzazione conferma l'esistenza di un vero e proprio trend positivo: già a ottobre le percentuali sono state al rialzo (+9,03%) rispetto a quanto fatto registrare nei trenta giorni del mese precedente.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il