BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni affermazioni e novità Simonetti, Mosca, Martina, Gnecchi, Poletti, Padoan

Recenti affermazioni e posizioni premier Renzi altri autorevoli esponenti dell’esecutivo sulle ultime novità pensioni dopo un’altra settimana deludente




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 22:32 oggi domenica 24 Gennaio 2016): Tante le indicazioni e le affermazioni per le novità per le pensioni da parte di politici e studiosi anche negli ultimio giorni come riportano le ultime notizie e ultimissime. E non mancano come al solite nelle stesse parole conferme e smentite anche se oltre silenzi importanti, spuntano lentamente, ma continuamente autorevoli pareri positivi.

Al termine di un’altra settimana decisamente deludente per le pensioni, considerando le novità che ci si aspettavano e gli appuntamenti in programma saltati, le ultime notizie continuano a confermare le diverse posizioni sul tema pensionistico da parte di autorevoli esponenti dell’esecutivo. Ospite martedì scorso della trasmissione Di Martedì, l’eurodeputata Mosca del Pd ha ribadito la necessità di approvazione dei metodi per uscire prima, dicendosi favorevole a sistemi come piano di quota 100, somma di età anagrafica ed età contributiva, con penalizzazioni. Il nuovo ministro delle Politiche agricole Martina si dice favorevole con le proposte di cambiamento delle pensioni proposte dalle forze sociali per le uscite con quota 100 e quota 41 che permetterebbero l'uscita, rispettivamente, di pensione sommando età anagrafica ed età contributivo con penalità e uscita con 41 anni di contributi per tutti indipendentemente dall'età anagrafica.

Il segretario della commissione Lavoro della Camera Simonetti, in occasione dell’evento organizzato a Roma per esprimere la soddisfazione per il successo delle norme di uscita da lavoro per le donne,ha ribadito come ci sia ancora da lavorare proprio in riferimento alla proroga ulteriore di questo regime di uscita fino al 2018, in modo da includervi un numero sempre maggiore di lavoratrici, senza dimenticare poi l’urgenza di modificare  le attuali norme in generale rendendole meno rigide di quanto attualmente impongono. Anche l'onorevole Gnecchi continua a sostenere l'importanza delle norme per l'uscita prima delle donne ma anche la necessità di correggere il sistema delle ricongiunzioni onerose che impediscono alle donne del pubblico impiego di trasferire gratuitamente i contributi all'Inps e di andare in pensione a 60 anni invece che a 65.

Silenzio in merito alle pensioni dal ministro del Lavoro Poletti che in settimana è tornato a parlare del rinnovo dei contratti, senza però dire nulla sulla questione previdenziale. Nessun riferimento recente alle pensioni nemmeno da parte del ministro dell'Economia Padoan, che continua dunque a mantenere il silenzio cu una questione cui si è sempre detto contrario, vale a dire modificare l'attuale legge pensioni, concentrando piuttosto la sua attenzione sulla questione banche, che sta tenendo decisamente con il fiato sospeso in queste settimane, e sui rapporti con l'Europa.

Si tratta di una posizione di contrarietà confermata, ma poi resa incerta, dal viceministro dell'Economia Morando che ha sempre dichiarato come non ci sia nulla di effettivo sulle pensioni sul tavolo dell'esecutivo, dicendo anche, però, qualche settimana fa, di essere pienamente d'accordo con il piano pensioni presentato dall'Istituto di Previdenza, soprattutto sul progetto di ricalcolo delle pensioni più alte.

A scoraggiare, nonostante le speranze di riuscire a fare qualcosa di concreto sulle pensioni, anche il nuovo perdurante silenzio del premier Renzi in merito e la delusione di non far acceno alcuno a possibili novità. Amarezza confermata, tra l'altro, da interviste in cui si parla dei primi deccreti attuativi della P.A. approvati, della nuova scuola, e della situazione delle banche in Italia, ma in cui non si parla assolutamente del tema pensionistico, comunque particolarmente caro ai cittadini.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il