BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità attese riforma pensioni Consiglio Ministri e Riunione Camera deputati quota 100, mini pensioni: novità oggi

Cresce anche in Italia la paura per il virus Zika anche se non sono stati segnalati altri casi di pazienti colpiti.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 13:32 oggi mercoledì 27 Gennaio 2016): Oggi pomeriggio è stata convocata la riunione a Montecitorio del gruppo che sta lavorando per le novità per le pensioni. Nell'ordine del giorno come riportano le ultime notizie e ultimissime ci saranno delle associazioni a spiegare il proprio punto di vista sulla riforma pensione da attuare. Inutile dire che i primi due incontri avvenuti finora sono stati molto deludenti dove non si è parlato affatto di quota 100, mini pensioni o quota 41 ma nella prima vi è stato una sorta di litigio, mentre nella seconda ci si aspettava un dialogo costruttivo di domande e risposte con il Dicastero del Lavoro che è saltato.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 8:10 oggi mercoledì 27 Gennaio 2016): In attesa delle riunioni tra oggi mercoledì e domani giovedì, vi sono stati ieri sera gli ormai consueti confronti sulle novità per le pensioni in tv a Di Martedì e Ballarò. In quest'ultima era presente Airaudo che fa parte del Gruppo di Lavoro sulle pensioni a Montecitorio (rappresentante di ecologia e libertà) che ha segnalato come nell'attuale norma si sono voluti nascondere, nl momento di crisi dello spread, altri debiti italiani facendoli ricadere tutti sui cittadini e facendo errori e calcoli sbagliati sulle pensioni.
A rispondergli l'economista Martone che ai tempo faceva parte del Dicastero dell'Economia che parla di come sia impossibile attuare quota 100, mini pensioni anche se sarebbe auspicabile aprire un confronto. Scatenato a questo punto il Leader della Lega che si dice pronto non solo a votare a quota 100 ma anche quota 40 o quota 41 in quanto chi ha versato 40 anni di contributi può e deve andare in pensione.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 8:10 oggi mercoledì 27 Gennaio 2016):  E gli incontri rispetto a quelli che abbiamo già indicato per le novità tra le pensioni tra oggi e domani continuano anche venerdì con il bilaterale tra il Premier e la Cancelliera tedesca dove sembra come indicano le ultime notizie e ultimissime che ci sarà una promessa di supporto al'extra margine di bilancio, importante potenzialmente anche per le pensioni che si dovrà decidera tra qualche mese. Non è detto che quetsi soldi vadano alle pensioni anche se potrebbero servire per sostenere (essendo temporanei) dei sistemi di prova con durata e fondi limitati come era stato già richiesto anche da autorevoli fonti come il Presidente dell'Istituto di Previdenza.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 17:47 oggi martedì 26 Gennaio 2016): Continuano riunioni importanti sia domani mercoledì che giovedì per le novità sulle pensioni. Giovedì vi sarà il Consiglio dei Ministri, come confermato dalle ultime notizie e ultimissime, che darà il via libera all'iter agevolato per un incremento del fondo povertà una misure definita da diversi autorevoli commenatori un inizio (molto inizio) di un iter verso i cambiamenti più attesi per le pensioni. Ma prima mercoledì vi sarà la consueta riunione del Gruppo che si dedica alle pensioni che nello scorso incontro aveva deluso avendo ascoltato senza nessun riscontro importante Madia, ma non l'atteso Ministro dell'Occupazione o un suo rappresentante.

Le ultime notizie aggiornate a oggi martedì 26 gennaio 2016 sono piuttosto contrastanti sul fronte delle novità pensioni.

Pensioni. Al lavoro sulla ristrutturazione del welfare e sulle novità pensioni su un doppio binario. Da una parte c'è quello del Consiglio dei ministri di giovedì in cui al centro dei lavori ci sono la definizione dei soluzioni per contrastare la povertà e le misure per il miglioramento delle tutele dei lavoratori autonomi, quelli iscritti alla gestione separata dell'Istituto nazionale di previdenza sociale. Lo strumento scelto dall'esecutivo per accorciare i tempi e favorire la partecipazione è quello dei disegni di legge delega. Segno evidente che, quando c'è una reale volontà politica, non manifestata con le pensioni, Palazzo Chigi può creare delle corsie preferenziali per far passare i provvedimenti.

Dall'altra c'è poi l'impegno della commissione Lavoro a Montecitorio, il cui comitato ristretto è ora alle prese con alcune proposte di legge, tra cui quella che prevede l'uscita senza penalizzazioni con 40 o 41 anni di contribuzione, pensata per i lavoratori precoci. L'intenzione è comunque quella di definire un testo unificato per modificare la legge previdenziale adesso in vigore. Tuttavia i pochi obiettivi raggiunti con gli ultimi appuntamenti non lasciano men sperare sulla conquista di risultati nel breve periodo. Basti pensare che nell'ultima attesa riunione sui dipendenti pubblici si è discusso dei licenziamenti degli statali, ma non dei prepensionamenti.

Bond argentini. Non si è nascosto dietro tanti giri di parole è Mauricio Macri, presidente dell'Argentino ha ammesso al World Economic Forum di Davos che le trattative per la ristrutturazione dei titoli in mano detentori di bond non stanno proseguendo secondo le aspettative. Il principale punto di disaccordo sono le penalità da pagare sui bond in default. In seguito alla bancarotta di Stato, si ricorda, il valore dei bond argentini è precipitato a meno di un terzo. Si tratta di una partita decisiva per riportare il Paese sudamericano sui mercati internazionali.

Malattia Zika. Cresce la paura per il virus Zika. Dopo i casi registrati in 22 Paesi dell'America Latina, adesso arrivano conferma di persone infette in Europa, quattro in Gran Bretagna e quattro in Italia. I casi risalgono alla primavera del 2015 e si tratta di quattro viaggiatori che rientravano dal Brasile. Ora sono fuori pericolo e da allora non sono stati segnalati altri pazienti colpiti. Il virus genera malformazioni nei neonati. In Gran Bretagna sono quattro i casi registrati nel 2016 di persone che hanno contratto il virus Zika. Altri tre sono stati registrati nello Stato di New York, negli Stati Uniti d'America.

Fusione Mondadori-Rcs. L'Autorità garante della Concorrenza e del Mercato ha deciso di aprire un'istruttoria per accertare se l'acquisizione di Rcs Libri da parte di Mondadori comporti la creazione o il rafforzamento di una posizione dominante nei mercati dell'editoria in Italia. Scrive testualmente l'Antitrust: "L'operazione può produrre effetti pregiudizievoli sulle condizioni di offerta e ridurre le scelte degli autori".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il