BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2016: chi non paga, sconti e detrazioni per case, reddito, età. E chi paga e su cosa prima casa, seconda casa, affitto

Scende il costo del Canone Rai da quest’anno, si paga con la bolletta elettrica e sanzioni previste: cosa cambia da quest’anno




Scende il costo del Canone Rai da quest’anno, si paga con la bolletta elettrica e non più con bollettino precompilato e sono previste sanzioni decisamente salate: confermate tutte, dunque le novità previste per il pagamento del Canone Rai quest’anno. Partendo dal costo del Canone, è sceso da 113,50 euro a 100 euro, si pagherà non più con bollettino postale ma nella bolletta elettrica e l'importo sarà diviso nelle varie bollette annuali in 10 rate. Solo per quest’anno, però, la prima rata del canone si pagherà da luglio a dicembre, poi dal 2017 si dovrà pagare a regime con le diverse bollette.

Il Canone Rai si paga esclusivamente sul possesso tv, per cui non deve essere pagato, come si era inizialmente ipotizzato, per tablet, pc e smartphone. Pagano il canone Rai 2016 gli intestatari di un’utenza domestica e solo sulle prime case e, se la seconda casa è affittata, il canone deve essere pagato dall’inquilino, anche se il contratto di fornitura di energia elettrica è intestato al proprietario.

Sono esonerati dal Canone Rai gli over 75 che non convivono con altri soggetti diversi dal coniuge titolari di reddito proprio, che hanno un reddito che unitamente a quello del proprio coniuge convivente non sia superiore complessivamente a 516,46 euro per 13 mesi, 6.713,98 euro annui. La domanda di esenzione deve essere presentata mediante il modulo di dichiarazione sostitutiva reperibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, oppure presso gli uffici locali o territoriali della stessa presso gli sportelli delle sedi regionali della Rai. Non pagano il Canone Rai anche gli invalidi degenti in case di riposo. In tal caso, però, è necessario che il soggetto in questione sia degente presso una casa di riposo e non viva più nella sua abitazione. In tal modo, si può richiedere l’annullamento inviando una raccomandata all’Agenzia delle Entrate, Direzione Provinciale I di Torino. Ufficio territoriale di Torino 1 Sportello S.A.T. Casella postale 22 – 10121 Torino (TO). Esonerati dal pagamento del Canone anche i militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato, agenti diplomatici e consolari; riparatori e rivenditori tv.

Non devono pagare il canone Rai nemmeno i militari delle Forze Armate Italiane, ma in questo caso l’esenzione è prevista solo per ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze armate, mentre la detenzione del televisore all’interno di un alloggio privato, anche se situato dentro le strutture militari, richiede il pagamento del canone. Non sono previsti sconti per le imprese.

Chi non paga regolarmente il Canone sarà soggetto a sanzioni fino a 500 euro ma può regolarizzare la sua situazione con il solito ravvedimento: se, infatti, si paga entro i 30 giorni successivi alla data di scadenza, è prevista l'applicazione una sanzione è pari a 4,47 euro, cioè di un dodicesimo dell'importo per ogni semestre. Dopo il primo mese, la quota sale fino a 8,94 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il