BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità Ministro Padoan presenta norma ufficiale un inizio per quota 100, quota 41, mini pensioni: novità oggi giovedì

Circa 20 persone arrestate in occasione della mobilitazione dei tassisti contro le auto a noleggio con conducente e contro Uber.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 9:44 oggi giovedì 28 Gennaio 2016): Presentare questa norma da parte del Ministro Padoan rappresenta quell'inizio di percorso per le novità per le pensioni che sembra concordato con tutto l'esecutivo e che anche nel Dicastero dell'Economia sembrano aver accolto, seppur ancora con tanti distinguo soprattutto dai tecnici e ragionieri del Mef come riportano le ultime notizie e ultimissime. Il progetto base, infatti, concordato anche con il Presidente dell'Istituto di Previdenza è quello di iniziare con l'assegno universale per tappare dei buchi e delle emergenze sociali gravi per poi non subito, ma quando vi sarà il momento più giusto (se ci sarà) procedere con quota 100, mini pensioni e quota 41. Quota 41 che, essendo anche'essa non tanto una emergenza sociale, ma anche un errore o comunque una ingiustizia sociale sembra il prossimo passo dell'esecutivo dopo l'assegno universale.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 17:27 oggi mercoledì 27 Gennaio 2016): I vincoli del progetto del Ministro che Padoan fa rientrare in un inizio di novità per le pensioni dovrebbero riguardare tutte le persone senza lavoro e che fanno una ricerca attiva in centri di collocamento. Per quanton riguarda i fondi, sarebbero nazionali, ma di fatto almeno ind eterminate condizioni di crisi economiche o di periosi difficili come questi da soldi provienenti da Bruxelles che sarebbero condivisi in un fondo da tutti gli Stati, essendo un assegno universale continentale. In questo modo nei periodi più difficili uscirebbe dai conteggi di bilancio.E' da sottolineare che dopo l'Ecofin, e uan serie di collqui avuti con i propri omologhi è la seconda volta che riporta questo piano in a Bruxelles.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 13:02 oggi mercoledì 27 Gennaio 2016):L'idea del Ministro Padoan è il primo passo per le novità per le pensioni condiviso anche da diversi altri tecnici, politici e studiosi e dall'esecutivo che sta andando verso questa direzione sempre più con alcune normative già espresse e che andrà anche a rinforzare come confermato nelle ultime notizie e ultimissime. La base di usare il quoziente familiare è presa direttamente da diversi Paesi Anglossasoni. La cifra base potrebbe essere di 700-800 euro ad aumentare fino a 1200-1500 euro nel caso in case di 2 o più figli, moglie o marito che non lavoro, persone che hanno bisogno di aiuto e assistenza. Certo si discute anche su diversi vincoli e dove trovare i soldi, ma anche su quetso il Ministro sembra avere le idee chiare.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 11:22 oggi mercoledì 27 Gennaio 2016): Il Minisitro Padoan rilancia ancora  l'unica novità per le pensioni che finora ha spinto davvero e in modo convinto non avendo perso occasione quando si trattava il tema in tutte le ultime notizie e ultimissime. E dopo averlo fatto all'Ecofin è tornato a parlare del suo progetto di assegno universale in maniera ufficiale ricordando che se ne parla dagli anni 70 e che può essere un ottimo scudo contro l'insicurezza economica. Certo, non sarebbe un sostituto ai cambiamenti per la pensioni, ma potrebbe essere un buon inizio soprattutto se basato su un quoziente familiare arrivando in taluni casi (usando proprio questo quoziente) a cifre interessanti che permetterebbero anche a chi rimane senza lavoro a pochi anni dalla pensione di avere un aiuto importante o, comunque, a tutti coloro con o senza famiglia e figli che vivessero particolari difficoltà occupazionali.

Le informazioni sulle novità pensioni passano anche dai talk televisivi in programma oggi martedì 26 gennaio 2016. Si farà il punto sulle ultime notizie.

Pensioni. Come ogni martedì, per capire quali potrebbero essere le novità sul fronte delle pensioni occorre seguire i principali talk televisivi della serata. Sia Ballarò su Rai 3, condotto da Massimo Giannini, e sia Di Martedì sul La7, coordinato da Giovanni Floris, affronteranno anche questa volta il tema della previdenza italiana. In particolare, il focus di Ballarò sarà anche sull'emergenza migranti, importante in ottica pensioni nell'ottica della clausola migrante che Bruxelles dovrebbe concedere all'Italia ovvero uno stanziamento di circa 2,5 miliardi di euro, parte dei quali dirottare anche sulla previdenza; e sulla tendenza dei lavoratori italiani a scegliere la strada del congedo con qualche anno di anticipo.

Tra gli ospiti della puntata ci sono molti politici, come Matteo Salvini della Lega, Ernesto Carbone e Anna Ascani del Partito democratico, Mara Carfagna di Forza Italia, Giorgio Airaudo di Sel, Michel Martone, oltre ai giornalisti Antonio Padellaro, Ferruccio De Bortoli, Franca Leosini e Francesca Schianchi. Per quanto riguarda Di Martedì, si ragionerà anche sulle unioni civili e sulle ripercussioni sulle pensioni per via degli assegni di reversibilità, sulle elezioni amministrative, anch'essa da inquadrare nel contesto delle novità pensioni. A discuterne ci sarà anche il presidente della Camera che di recente ha proposto l'introduzione dell'assegno universale finanziato da Bruxelles.

Uber. Dalle tensioni dialettiche delle scorse settimana ai violenti scontri di piazza. Solo a Parigi nella mattinata di oggi, una ventina di persone è stata arrestata in occasione della mobilitazione dei tassisti contro le auto a noleggio con conducente e contro Uber. A loro dire si tratta di una lotta per la sopravvivenza perché dinanzi a questo livello di concorrenza, ritenuto sleale, ci sarebbe ben poco da fare.

Accordo Jp Morgan-Lehman. La partita si chiuderà con un bonifico di 1,42 miliardi di dollari. Si tratta di quella che vede coinvolte JPMorgan e Lehman Brothers, con a prima che versare la maxi somma alla seconda. Il contenzioso giudiziario è noto da tempo: JPMorgan avrebbe favorito il fallimento di Lehman chiedendo nel collaterali per 8,6 miliardi di dollari ovvero aggravandone fino al fallimento le condizioni di liquidità della banca d'affari statunitense, tra i più grandi crack del mondo dell'economia.

Risarcimenti medici. Chi paga i danni provocati dagli errori medici? La domanda non trova facilmente una risposta perché, come raccontano le cronache giudiziarie, anche in caso di sentenza favorevole, non è così semplice riuscire a ottenere quanto dovuto. E si tratta di una materia piuttosto oscura, considerando che non si riesce ad andare oltre al dato dei 52.368,95 euro di costo medio dei sinistri liquidati, indicato nel Monitoraggio dei sinistri sanitari 2014 dell'Agenas, l'Agenzia nazionale dei servizi sanitari regionali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il