BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni in risalto ancora casi negativi sbalorditivi e ingiustizie, riforma: novità oggi giovedì'

Ecco le iniziative organizzate a Milano, Roma e Bologna, in occasione del Giorno della Memoria in ricordo delle vittime dell'Olocausto.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 20:31 oggi mercoledì 27 Gennaio 2016):  Ogni giorno avvengono errori e ingiustizie, casi davvero ecclatanti che fanno capire che è necessario intervenire quanto prima sulle novità per le pensioni almeno a livello di correzioni. Perchè le troppe norme, mettono solo confusione e fanno crescere privilegi. E sotto abbiamo raccontato quelle davvero sbalorditive emerse della ultime notizie e ultimissime nella cosa pubblica, come per i politici regionali della Puglia e dei dirigenti della Rai. Ma come non sottolineare anche gli errori nelle norme appena decise come la possibilità di far andare in pensioni qualunque figura della pubblica ammnistrazione ancora a 62 anni, se non addirittura prima, con la ultime decisioni all'interno degli atti della riforma pubblica amministrazione.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 20:31 oggi mercoledì 27 Gennaio 2016): Nonostante tutte le parole spese per le novità per le pensioni, le ultime notizie e ultimissime continuano a riportare di casi negativi e ingiustizie eccletanti, che lasciano senza parole. E sono solo i casi recenti che vi andiamo a raccontare che fanno capire come spazi anche solo di correzione di alcune dei sistemi attuali sono veramente tanti.

Le novità sulle pensioni passano anche dalla necessità di rendere le regole previdenziali più omogenee ed eque, ma le ultime notizie a oggi mercoledì 27 gennaio 2016 non sono incoraggianti.

Pensioni. Sono tante le ragioni per cui l'introduzione di novità sulle pensioni sia un appuntamento non più rinviabile. Oltre alla evidente necessità di tutelare le fasce più deboli della popolazione ovvero quelli che con il ricalcolo degli assegni con il contributivo avranno evidenti difficoltà nel giorno in cui accederanno al trattamento previdenziale, il sistema delle pensioni non è lo stesso per tutti. L'impressione è che gli spazi di manovra su cui intervenire per rendere le regole previdenziali più eque sono oggettivamente tanti.

Non si spiega altrimenti perché nella Regione Puglia la spesa per vitalizi stia continuando a salire in un periodo di ristrettezze economiche. Il governatore li ha soppresse, peccato solo che la misura sarà esecutiva solo da questa legislatura. Dagli enti locali alla Rai il passo è evidentemente breve se si scopre che due giornalisti in pensione, già consiglieri di Viale Mazzini, abbiano fatto ricorso al Tar Lazio per avere lo stipendio nonostante le nuove norme sulla pubblica amministrazione preveda il divieto di pagare chi ricopre incarichi dirigenziali o direttivi quando è in quiescenza. A proposito di pubblica amministrazione, si segnala l'opportunità della risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro nei confronti dei dipendenti che hanno maturato 42 anni e 10 mesi di contributi se uomini e 41 anni e 10 mesi le donne

Generali. Novità in Generali: il ceo lascia Mario Greco passa alla guida di Zurich. In realtà, le prime voci su un possibile avvicendamento alla guida di Trieste circolavano già alla fine di novembre dello scorso anno. Il presidente e ceo ad interim di Zurich, Tom de Swaan, gli ha già aperto le porte: "Mario offre una rara combinazione di spirito imprenditoriale, profonda conoscenza del settore e comprovata esperienza come ceo su cui si è basata la ricerca del prossimo leader di Zurich".

Giornata della Memoria. Quello di oggi è il Giorno della Memoria in ricordo delle vittime dell'Olocausto. All'Auditorium Parco della Musica di Roma, stasera alle 20.30 rivive il concerto della Palestine Orchestra diretto da Arturo Toscanini a Tel Aviv il 26 dicembre del 1936. A Bologna due blocchi alti 10 metri in acciaio a formare una strettoia: è il nuovo Memoriale della Shoah appena inaugurato: in città oggi varie mostre fotografiche, commemorazioni e un incontro in sinagoga. Visite guidate al Memoriale della Shoah sotto la stazione centrale di Milano e alle 20 concerto di commemorazione presso la Sala Verdi con proiezione di filmati e letture di testimonianze sulla persecuzione degli ebrei.

Stm. Sono 1.400 i posti che STMicroelectronics si appresta a tagliare. Una mossa che tra origini dal calo dei ricavi, come testimoniato dai conti dell'ultimo trimestre della multinazionale del settore semiconduttori. Non sembra interessato il nostro Paese poiché la sforbiciata coinvolgerà l'Asia con 670 posti, la Francia con 430 e gli Stati Uniti con 120. Provando a scendere nel dettaglio, nel quarto trimestre dello scorso anno, i ricavi netti sono ammontati a 1,67 miliardi di dollari, in discesa dell'8,7% rispetto agli 1,83 miliardi di dollari rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il