BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Agevolazioni fiscali 2016 per comprare casa, affitto con Imu e Tasi 2016 cancellate o diminuite a seconda dei casi

Bonus, agevolazioni fiscali e sconti tasse per chi decide di comprare una nuova casa quest’anno. Come funziona il leasing immobiliare?




Il 2016 sarà un anno decisamente ricco di agevolazioni fiscali per coloro che decidono di compare una prima nuova o per coloro che risiedono, e possiedono, un unico immobile, dall’esenzione Imu e Tasi, alla nuova formula di acquisto in leasing. Vediamo cosa è cambiato per quest’anno. Insieme all’esenzione del pagamento Imu per le prime case e relative pertinenze, è stata cancellata anche la Tasi per le prime case, e pertinenze, e per gli inquilini, a patto che non abbiano una prima abitazione. Niente Imu e Tasi nemmeno per le case concesse in comodato d’uso gratuito ai parenti in linea retta entro il primo grado, a meno che non si tratti di abitazioni di lusso. Le seconde case date in comodato d’uso a figli o genitori godranno di uno sconto Imu e Tasi al 50%, mentre è previsto uno sconto Imu e la Tasi 75% per gli immobili concessi in locazione a canone concordato.

Da quest'anno è previsto inoltre uno sconto Irpef del 20% sul prezzo di acquisto di una casa comperata per essere affittata. Per ottenere questo bonus, l'immobile acquistato deve essere concesso obbligatoriamente     per la locazione e non deve rientrare nelle categorie di lusso; se l’immobile acquistato è a destinazione residenziale; e non deve trovarsi in zone omogenee classificate E, cioè destinate al solo uso agricolo. Trascorsi i sei mesi dal momento dell’acquisto, l’immobile deve essere locato per almeno 8 anni consecutivi ad un canone concordato.

Se, infatti, viene affittato con canone libero il bonus non spetterà, così come non sarà riconosciuto se tra locatore e locatario esistono legami di parentela di primo grado. L’immobile per cui verrà richiesto il bonus deve essere di classi energetiche A e B e il suo acquisto deve avvenire tra il primo gennaio 2014 ed entro il 31 dicembre 2017. Le coppie giovani under 35 che decidono di acquistare una nuova casa potranno usufruire del prorogato bonus mobili. In  particolare, è stata approvata per quest’anno la possibilità di erogare il bonus mobili senza necessità di svolgimento di lavori edilizi, per le giovani coppie under 35 conviventi o sposate da almeno 3 anni che abbiano acquistato casa.

Possono usufruire della detrazione solo le coppie acquirenti di una casa e il tetto massimo di spesa è di 16.000 euro, per uno sconto del 50% da spalmare su 10 anni. Il bonus mobili vale per l’acquisto di letti, materassi, armadi, comodini, scrivanie, tavoli, sedie, poltrone, divani, credenze, ma anche per l’acquisto di elettrodomestici esclusivamente di classe A + o superiore, come frigoriferi, congelatori, forni a microonde, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

Le novità non finiscono qui: da quest'anno infatti la prima casa si può compare anche in leasing. Che vuol dire? Quest’anno, secondo le novità previste, si può comprare o costruire una casa in leasing, così come avviene per le automobili, in alternativa al prestito o al mutuo, e, dal primo gennaio 2016 al 31 dicembre 2020, si può detrarre dall’Irpef il 19% dei canoni di affitto se l’importo annuo non supera gli 8mila euro, e del riscatto finale, per una cifra non superiore a 20mila euro.

La detrazione Irpef vale per i giovani con età inferiore a 35 anni, con un reddito complessivo entro i 55mila euro e non titolati di altra abitazione. Il nuovo incentivo fiscale 2016, riepilogando, dunque, permette di detrarre dall’Irpef il 19% di tutto il canone di leasing con un tetto massimo di spesa di 8mila euro e anche il riscatto finale per un massimo di spesa di 20mila euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il