BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità nomi ufficiali riforma pensioni scelti per rilanciare quota 100, quota 41, mini pensioni: ultime venerdì oggi

Sono 10,15 milioni le auto vendute nei 12 mesi dello scorso anno da Toyota: primo posto della classifica mondiale per il quarto anno consecutivo.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 19:42 oggi giovedì' 28 Gennaio 2016): Sono stati decisi i nomi ufficiali per rilanciare le novità sulle pensioni inserendo due nomi chiave come Nanninici e Zanetti uno all'Occupazione e uno all'Economia. Ed entrambe come riportano le ultime notizie e ultimissime fedeli all'idea del progetto dell'esecutivo per la riforma pensioni che ricalca quello dell'Istituto di Previdenza in toto o quasi. E si è sistemata anche la maggioranza con questi rimpasto e i nuovi inserimenti del Gruppo di Verdini che possono dare spazio all'esecutivo di fare la riforma pensioni e le novità sulle pensioni quando e come vogliono senza nessuna particolare fretta come, invece, vorrebbe una parte del Partito Democratico e le opposizioni che premono se guendo la stretegia di priorità dettata anche dalle prossime elezioni comunali e rerefendum sul Senato.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 19:42 oggi giovedì' 28 Gennaio 2016: Sta continuando il Consiglio dei Minisitri che conterrà delle iniziali novità per le pensioni seguendo l'orientamento attuale emeso dalle ultime notizie e ultimissime ovvero il favorire l'inizio di un assegno universale con un prima base stanziata che andrà ad aumentare di 1 miliardo ogni 12 mesi secondo le previsioni per estendere il numero dei coperti. Certo siamo lontanti ancora da quota 100, mini pensioni ma è un inizio come hanno detto diffierenti osservatori e d'altra parte per questi cambiamenti e una revisione più profonda si stanno spostando diverse caselle dopo le nomine all'Istituto di Previdenza con quelle di Zanetti e Nannicini nei due dicasteri chiave

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 20:31 oggi mercoledì 27 Gennaio 2016): Continuano i nomi da spostare in un Dicastero all'altro per cercare di potenziare e rendere più forte l'accordo nella maggioranza. E sono decisioni che interessano anche le novità per le pensioni e spesso riescono a far trasparire anche le idee sulle stratagie e le prossime mosse. E tra le ultime notizie e ultimissime per le pensioni, tornano ad essere di interesse due nomi dopo quello già scelto nel Dicastero del Lavoro. Uno viene già dato come cosa fatta, mentre l'altro che già era merso in precedenza rimane sempre molto difficile.

Il confronto sulle novità pensioni potrebbe subire un'accelerazione nel caso di rimpasto a Palazzo Chigi. Ecco le ultime notizie e i nomi che circolano a oggi mercoledì 27 gennaio 2016.

Pensioni. Il possibile rimescolamento delle carte nella squadra dell'esecutivo è destinato ad avere ripercussioni anche sulle novità pensioni. Le ultime notizie vedono in pole position Enrico Zanetti, esponente di Scelta Civica che da sottosegretario potrebbe passare a ricoprire il ruolo di viceministro dell'Economia. Rispetto alle pensioni, la sua è una posizione piuttosto cauta. Sebbene sia teoricamente favorevole a correggere alcuni aspetti dell'attuale legge previdenziale, subordina le modifiche a una più solida stabilità economica. in ogni caso, l'impianto di fondo delle regole non verrebbe intaccato, anche perché ad averlo ideato è stata propria la sua forza politica.

In ballo ci sarebbe poi l'attuale presidente della Commissione Lavoro a Montecitorio, sempre piuttosto combattivo sulle pensioni, e autore di un disegno di legge, bocciato a più riprese per assenza di coperture economiche, che prevede la possibilità di congedarsi a 62 anni con 35 anni di contributi con penalizzazione massima fino all'8% dell'importo dell'assegno in base al momento effettivo del ritiro. C'è invece già il via libera del premier all'ingresso di Tommaso Nannicini nelle vesti di sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Dal punto di vista ideale, il nuovo esponente dell'esecutivo viene dato vicino al presidente dell'Istituto nazionale di Previdenza sociale.

Clausole. Solo al termine del Consiglio dei ministri di domani saranno chiare le nuove norme a tutela delle partite Iva ovvero dei lavoratori autonomi e dei professionisti. Tra l'altro è in ballo una clausola che li tutela sui pagamenti che dovranno avvenire entro 60 giorni. Ogni altra disposizione verrebbe considerata abusiva ovvero priva di effetto. La conferma è arrivata dal sottosegretario al Ministero dell'Economia Enrico Zanetti, che ha fatto sapere come "il disegno di legge sul lavoro autonomo che sta per essere licenziato dal Consiglio dei ministri" e contiene "numerose norme importanti e attese per la tutela dei lavoratori autonomi".

Toyota. Vola Toyota: i 10,15 milioni di veicoli nei 12 mesi dello scorso anno la confermano al primo posto della classifica mondiale di auto vendute per il quarto anno consecutivo. Alle sue spalle si sono piazzate Volkswagen e General Motors. Anche per il 2016, la casa automobilista giapponese punta a superare a soglia di 10 milioni di mezzi piazzati ed esattamente ha messo in conto la vendita di 10,11 milioni di auto.

Amministratori. Gli amministratori locali dovranno rendere pubblica la propria situazione patrimoniale. Lo prevede la bozza del decreto legislativo attuativo della legge sulle deleghe al governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche, in via di approvazione. Chi non lo farà sarà soggetto a sanzioni che saranno comminate dall'Anac, l'Autorità nazionale anticorruzione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il