BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, riforma partita Iva, Tfa, riforma canone Rai novitÓ oggi venerdý

Nuove norme per le partite Iva 2016, come l'obbligo della forma scritta del contratto e il divieto per il committente di recedere senza preavviso.




Tra le ultime notizie sulle novità pensioni aggiornate a oggi venerdì 29 gennaio 2016 ci sono quelle relative ai lavoratori precoci e agli assegni per gli invalidi.

Pensioni. Tra le novità sulle pensioni che potrebbero presto finire al centro dell'attenzione, non ci sono sono quelle relative ai cosiddetti lavoratori precoci, ma anche quelle relative agli invalidi. Esistono infatti disegni di legge già depositati e c'è un grande fermento sul web, sui social network e su Facebook in particolare, attraverso cui viene invocata la correzione delle norme contenute nell'attuale legge previdenziale. Stando alle disposizioni vigenti, è previsto l'innalzamento dell'età pensionabile per via dell'aumento delle speranze di vita, ma senza alcune adeguamento alla situazione dei lavoratori invalidi, il cui trattamento è poco o nulla differenziato nonostante le loro condizioni di salute.

A detta dei proponenti appare sbagliato prevedere nei confronti dei lavoratori, portatori di un'invalidità accertata superiore a una certa soglia, la normale prosecuzione dell'attività lavorativa nonostante le precarie condizioni di salute. In particolare, la proposta di legge prevede per gli invalidi per qualsiasi causa, ai quali sia stata riconosciuta un'invalidità superiore al 60%, la possibilità di accedere al prepensionamento anticipato in presenza di un'anzianità contributiva pari o superiore a 35 anni e di un'età pari o superiore a 57 anni per i lavoratori dipendenti e a 58 anni per i lavoratori autonomi.

Partita Iva. Il disegno di legge varato ieri dall'esecutivo riconosce l'identità peculiare del lavoro autonomo, garantendo ai professionisti maternità e malattia. La norme prevede una serie di tutele per i professionisti, come l'obbligo della forma scritta del contratto e il divieto per il committente di recedere senza preavviso o pagare oltre i 60 giorni.

Tfa. Solo dopo la pubblicazione dei nuovi bandi relativi al nuovo concorso scuola per insegnanti, attesi nella prima settimana del mese di febbraio, l'attenzione si sposterà sul Tfa ovvero sul terzo ciclo ordinario. Il suo valore è certamente maggiore perché potranno partecipare alle procedure concorsuali solo i docenti abilitati.

Canone Rai. La prima rata del canone Rai 2016 in bolletta sarà versata solo nel mese di luglio. L'importo sarà pari a 70 euro, a cui seguiranno altre tre rate da 10 euro ciascuna. L'imposta non sarà più corrisposta con i bollettini, tranne nel caso del canone speciale, ma appunto attraverso la bolletta della luce.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il