BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, riforma soglia contanti, bonus 80 euro forze dell'ordine, riforma pubblica amministrazione: novità venerdì oggi

Il bonus di 80 euro netti al mese per le forze dell'ordine è destinato a tutto il personale, tranne dirigenti e allievi.




Le ultime notizie aggiornate a oggi venerdì 29 gennaio 2016 sulle novità relative a pensioni di vecchiaia, invalidità e invalidità civile.

Pensioni. Nel contesto del dibattito sull'opportunità di introdurre novità sulle pensioni appare interessante la rilevazione pubblicata nel giorni scorsi dal quotidiano Il Sole 24 Ore su su dati Inps. In particolare è finita sotto la lente di ingrandimento l'incidenza percentuale degli assegni previdenziali sulla popolazione residente e assegno medio mensile. Ebbene, per quanto riguarda la pensione di vecchiaia, i primi dieci posti sono occupati da Ancona, Imperia, Trieste, Savona, Alessandria, Asti, Siena, Isernia, L'Aquila, Ferrara. La top ten delle pensioni di anzianità si compone con Biella, Ferrara, Vercelli, Asti, Cuneo, Novara, Cremona, Lecco, Ravenna, Mantova.

C'è poi un'altra graduatoria, sempre su base provinciale, ed è quella relativa all'invalidità civile. I primi dieci posti sono occupati da Oristano, Lecce, Messina, Nuoro, Reggio Calabria, Cosenza, Crotone, Benevento, Ascoli Piceno, Catanzaro. Cosa emerge? Nel rapporto tra prestazioni e abitanti, quattro province piemontesi sono tra le prime dieci. Roma, Milano, Napoli e Torino si distinguono per gli assegni più alti. A Napoli e Siracusa la vecchiaia è sotto il 5%, poco più della metà rispetto alla media nazionale. Dal 2011 a 2015 il numero di assegni ha registrato un calo dell'1,5%. Nell'arco di quattro anni non si arresta la crescita di anzianità e invalidità civile.

Soglia contanti. Da quest'anno è in vigore il nuovo limite di 3.000 euro per pagare in contanti. Attenzione, è vietato dividere in modo artificioso i pagamenti (ad esempio 10 rate di 500 euro per versare 5.000 euro), ma il Ministero dell'Economia aveva chiarito che si possono concordare in anticipo i pagamenti rateali nel contratto.

Bonus 80 euro forze dell'ordine. Il contributo straordinario di 80 euro netti al mese previsto dall'ultima manovra per le forze dell'ordine è destinato a tutto il personale, a prescindere dal reddito, a eccezione dei dirigenti e degli allievi.

Riforma pubblica amministrazione. La nuova stretta passa anche per una revisione del ruolo dei dirigenti, che sono d'ora in poi obbligati a denunciare i dipendenti assenteisti e prendere i conseguenti provvedimenti disciplinari, pena il loro stesso licenziamento. L'omissione della denuncia comporta anche un reato punibile penalmente. In compenso è stata eliminata la norma che attualmente espone gli stessi dirigenti a pagare di tasca propria eventuali risarcimenti danni nel caso il dipendente dovesse vincere la causa davanti al giudice. La Corte dei Conti sarà incaricata di accertare l'eventuale danno erariale e anche di immagine a carico del dipendente infedele.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il