BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Isee 2016 agevolazioni, detrazioni non pagare costi universitari, sanitari, avere assegni. Come fare. Domanda, modelli, requisiti

I diversi modelli Isee disponibili in base alle prestazioni agevolate richieste: quali sono e per quali benefici. Come presentare il modello




Si calcola sulla base dei redditi annui derivanti da lavoro dipendente, autonomo, prestazioni occasionali, da lavori a progetto e il calcolo comprende anche beni mobili, conti correnti e azioni, e gli affitti e alla somma complessiva di redditi e patrimonio deve essere poi applicato un coefficiente familiare che consideri la composizione del nucleo familiare: sono queste le modalità di calcolo del nuovo modello Isee 2016, Indicatore della Situazione Economica Equivalente, che deve poi essere inviato all’Inps. L’Isee può  essere presentato all’Inps o tramite Caf o direttamente dal dichiarante, attraverso i servizi online dell’Istituto per il cittadino.

Per la compilazione del modello Isee, serve anche compilare la Dsu, dichiarazione unica sostitutiva, che contiene le informazioni di carattere anagrafico, reddituale e patrimoniale che definiscono la situazione economica del nucleo familiare. Tra le principali novità 2016 della Dsu, l’aggiornamento delle indicazioni agli anni e l’inserimento dei riferimenti (righi, colonne, codici) alle dichiarazioni e certificazioni fiscali relative all’anno d’imposta 2014; la nuova denominazione della casella riferita a soggetti minorenni, presente nel Quadro A dei moduli MB.1 e MB.1rid, da barrare se il minorenne nell’anno di riferimento non abbia avuto trattamenti, redditi e patrimoni; e l’introduzione per lo studente universitario della casistica dell’unico genitore separato, prima casella del Quadro C del modulo MB.2.

Nel caso di uno studente coniugato, il patrimonio deve essere valutato considerando anche i redditi del coniuge. Per la richiesta di prestazioni universitarie agevolate bisogna presentare l’Isee Università. Insieme a questo modello sono disponibili anche l’Isee ordinario, utile per la generalità dei casi; l’Isee Minorenni per alcuni nuclei monoparentali; l’Isee sociosanitario per prestazioni di natura sociale e sanitaria; l’Isee integrativo da compilare in caso di situazioni eccezionali o per integrazioni; l’Isee corrente, basato sui redditi degli ultimi dodici mesi. Si tratta di modelli differenti da compilare in base alle diverse prestazioni richieste.

Tra le principali novità di quest’anno del modello Isee, l’obbligo di indicare le carte di credito prepagate con Iban nei rapporti finanziari del Quadro FC2 sez. I. Le carte prepagate con Iban sono state, infatti, assimilate ad un conto corrente ordinario, di cui l’istituto di credito deve dichiarare la giacenza media. Se l’istituto di credito non riesce e fornire la giacenza media, dovrà farlo il contribuente, sommando tutti i numeri creditori annuali reperiti negli estratti conto, correlati a ciascun rapporto; e dividendo il totale per 365.

Quest’anno, inoltre, è stata introdotto l’obbligo di considerare incrementi di patrimonio mobiliare anche i trasferimenti tra componenti dello stesso nucleo familiare; e per i rimborsi spese: mentre gli scorsi anni non dovevano essere riportati i contributi percepiti a titolo di rimborso spese, se le spese fossero rendicontate, quest’anno  alcuni contributi rendicontati devono comunque essere inseriti nel modello, compilando il Quadro FC8, alla sezione III i contributi percepiti come rimborso spese.
 

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il