BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Blocco auto, moto, motorini targhe alterne domani lunedì e martedì Roma, Milano, Napoli. Orari, Permessi blocco traffico

L'inquinamento torna a superare i limiti in diverse città italiane e tornano blocchi delle auto e la circolazione a targhe alterne: città coinvolte e orari




L'inquinamento torna a superare i limiti in diverse città italiane, complici l'assenza di precipitazioni e le caldaie accese, e tornano, puntuali, per arginare questa situazione di smog alle stelle, anche i blocchi delle auto e la circolazione a targhe alterne in Comuni come Roma, Milano e Napoli. Oggi, infatti, domenica 31 gennaio, a Roma, è fissata la domenica ecologica divisa in due fasce, dalle 7:30 alle 12:30 e dalle 16:30 alle 20:30. Potranno comunque circolare veicoli elettrici, a metano, gpl, ibridi, Euro 6, ciclomotori due ruote quattro tempi Euro 2 e motocicli quattro tempi Euro 3.

Inoltre, case e uffici, ad eccezione di scuole e strutture sanitarie, devono abbassare la temperatura dei riscaldamenti a massimo 18 gradi. Ma dopo la domenica ecologica di oggi, se i livelli di polveri sottili non fossero diminuiti, domani, lunedì primo febbraio, e martedì 2 il comune capitolino potrebbe riproporre la circolazione a targhe alterne.

A Milano, da domani, lunedì primo febbraio, al via il protocollo antismog che prevede il blocco della circolazione per i veicoli Euro 3 diesel, l’abbassamento della temperatura di un grado in case e uffici e le caldaie accese due ore in meno. Il provvedimento prevede, in particolare, lo stop alla circolazione di auto diesel Euro 3 senza Fap che per i veicoli privati è dalle 8:30 alle 18 e per i commerciali dalle 7:30 alle 10); la diminuzione di un grado negli ambienti (da 20 a 19, con due di tolleranza); la riduzione di due ore dell'accensione degli impianti; e la richiesta per i negozi di tenere le porte chiuse, misura quasi mai osservata, però.

A Napoli, è previsto invece il divieto di circolazione sull'intero territorio cittadino da domani, lunedì primo febbraio, e fino al 6 febbraio dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14:30 alle 19:30, estendendo ordinanza del 5 maggio 2015, che prevedeva, fino al 31 marzo, lo stop alle auto il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 16:30. Sono escluse dal divieto la Tangenziale, il raccordo A1 Napoli-Roma e A3 Napoli-Salerno e la strada regionale ex SS 162 nei tratti ricadenti nel comune di Napoli.

Resta comunque la possibilità di circolazione per: le auto che trasportano diversamente abili, i veicoli elettrici a emissione nulla, ciclomotori e motoveicoli a 4 tempi o a 2 tempi omologati, auto a gpl o metano, auto di car sharing e car pooling, e vetture delle forze dell'ordine e del trasporto pubblico.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il