BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sassuolo Roma streaming quando all'inizio del via manca poco

Domani è già tempo di Serie A con l'anticipo tra il Sassuolo dell'ex giallorosso Di Francesco e la nuova Roma di Spalletti.




AGGIORNAMENTO: Tutto pronto, Sassuolo Roma stanno facendo il consueto giro del campo e tra poco inizerà la rifinitura. Serata fredda, ma terreno a posto. Pronostico come detto incerto. Lo streaming per vederla lo abbiamo visto nell'articolo.

AGGIORNAMENTO: Non sarà un incontro semplice anche perchè la Roma avrà parecchi infortunati e indisponibili. Potrebbe entrare Perotti da subito ma appare difficile, forse durante il match in corso. Fuori ancora Florenzi, Digne e Manolas squalifiato. De Rossi ritorna in centro alla difesa mentre in attacco Sadiq dovrebbe fare coppia con Dzeko.

AGGIORNAMENTO: Duro, durissimo con tutto l'ambiente e in primis con i giocatori. Ha fatto stendere ad ognuno di loro la propria formazione ideale, concludendo che alla fine si gioca sempre in unidici e che lui deve fare le sue scelte. E poi basta con smorfie, espressioni quando si sta in panchina. E voglia di allenarsi e lavorare al massimo in silenzio. Lo stesso silenzio che ci deve essere quando si gioca in campo, basta lamentele. Ecco il nuovo credo di Spalletti.

AGGIORNAMENTO: Lo streaming di Sassuolo Roma si potà vedere in diversi modi. Ecco come fare. Prima di tutto se si è iscritti ad una pay tv ovviamente ci sono i servizi online. Altrimenti se non si è iscritti si può acquistare il ticket online di Sky che permette di vedere il singolo evento o il calcio del mese con forti sconti e promozioni. Per vederla ci sono anche diversi siti web di televisioni straniere che dopo averne comprato i diritti per la loro nazione le trasmettono online e si vedono anche in italia. Sono soprattutto cinesi, giapponesi, austraiche, svizzere, tedesche, francesi e inglesi.

AGGIORNAMENTO: Si entra sempre più in una fase calda che non conosce soste e subito scendono in campo Sassuolo Roma. Da una parte la macchina da guerra emiliana, anche forse complice di qualche voce di troppo, sembra essersi fermata un poco nonostante una grande stagione, mentre la Roma dopo solo due incontri sembra essersi in parte ritrovata. Non è che con il Frosinone in piena zona retroccessione abbia dominato, anzi si è fatta recuperare e pareggiare. Ma certo che poi è riuscita a trovare 3-1 e soprattutto una dinamica di gioco e uno stare in campo ordinato e più organizzato che già rispecchia in diverse parti la mentalità e le idee di Spalletti.

Non c'è tempo di riposare e domani sera martedì 2 febbraio 2016, alle ore 20.45, è già tempo di campionato con Sassuolo Roma. Per i giallorossi si tratta di confermare quanto di buono dimostrato sabato scorso. La chiave del rilancio è naturalmente il nuovo allenatore Luciano Spalletti che può adesso contare anche sul nuovo acquisto Diego Perotti, ex Genoa. Nelle prime tre partite, il tecnico toscano ha già schierato venti giocatori, ma solo quattro non hanno cambiato ruolo: Nainggolan, Pjanic, Salah e Dzeko. Rudiger è invece l'esempio di come il tecnico punti a esaltare le caratteristiche fisiche e tecniche di ogni calciatore.

A proposito di calciomercato, entro stasera oppure a giugno sarà acquistato Nicolas Campuzano, portiere classe 98 del Barcellona. Ci sono molte ragioni per cui i giallorossi sono tranquilli. Sabato scorso contro il Frosinone, Luciano Spalletti è tornato a vincere in Serie A dopo l'esperienza in Russia. Il suo ultimo successo in campionato era datato 31 maggio 2009: Roma-Torino 3-2. Ma ci sono anche degli uomini che sembrano aver ritrovato il passo giusto, come Pjanic, che non segnava dal 5 dicembre 2015 cioè da Torino-Roma. Con la rete segnata nell'anticipo di sabato, il bosniaco è già a quota 10 con la maglia giallorossa.

Sorride anche il belga Nainggolan al secondo gol stagionale: sono 16 le reti nelle sue 204 presenze complessiva in Serie A. A sorprendere è stato anche El Shaarawy. Da predestinato a dimenticato, il Faraone cerca di riprendersi la scena puntando ai campionati europei. Segnando al debutto, è diventato il sedicesimo marcatore della Roma in 22 gare di campionato e il diciassettesimo contando la Champions League. Nessuna squadra in Serie A ha tanti uomini gol. Più in generale, per la settima volta la Roma ha conquistato i tre punti all'Olimpico dopo essersi trovati in vantaggio. Gli altri sei casi sono contro Juventus, Carpi, Empoli, Udinese, Lazio e Genoa.

Non mancano però le notizie negative. Quella contro il Frosinone è stata la diciottesima gara su 22 chiusa dalla Roma con almeno un gol al passivo. La porta è rimasta inviolata solo con il Frosinone all'andata, la Lazio nel derby, il Napoli capolista e il Genoa. Di fronte i giallorossi si troveranno il Sassuolo allenato dall'ex romanista Eusebio Di Francesco, deciso a vendere cara la pelle davanti al pubblico amico. In passato ha anche ricoperto il ruolo di team manager di Spalletti. Lo ha fatto per dodici mesi, chiamato dall'allora direttore sportivo Daniele Pradè.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il