BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità nuova norma in modo inaspettata rilanciata, riforma: novità martedì oggi

Gli embrioni umani possono essere utilizzati per scopi scientifici per capire il processo nelle prime fasi del suo sviluppo.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 17:27 oggi martedì 2 febbraio 2016): Stiamo parlando della prima riunione di un organo ufficiale, se tralasciamo le interrogazioni, che si occupa in riferimento alle novità per le pensioni di comprendere se è possibile realizzare una norma che permetta il ricalcolo delle pensioni più alte per permettere ulteriori sistemi per uscire prima. Lo farà il gruppo che si occupa delle pensioni domani come riportano le ultime notizie e sarà la prima volta in assoluto su un argomento che è stato sempre al centro di molte politiche.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 20,42 oggi lunedì 1 febbraio 2016): Una nuova norma a sorpresa potrebbe incidere sulle novità per le pensioni del tutto a sorpresa. Non che questa norma sia inedita, anzi. Ne hanno parlato in tanti politici, studiosi, esperti, commentatori come riportano le ultime notizie e ultimissime. Ma ora quello che stupisce è che parte propria da una iniziativa politica parlamentare trasversale e non da una forza esterna o un singolo partito, ma da una fonte ufficiale legislativa.

Tra le ultime notizie aggiornate a oggi lunedì 1 febbraio 2016 si segnala il tentativo di introdurre novità sulle pensioni sul fronte degli importi elevati calcolati con il retributivo.

Pensioni. Al lavoro sul contenimento degli importi delle pensioni più alte. Si tratta di uno dei fronti di lavoro sui cui il il Gruppo che side dica alle novità per le pensioni a Montecitorio è impegnato per introdurre novità nel sistema previdenziale. L'obiettivo è evidentemente duplice: contenere la spesa e restituire un po' di equità all'intero comparto. Il tutto mentre I giudici dell'Alta Corte danno il via libera a moderata sforbiciate che consentirebbero a Palazzo Chigi di avere un'opzione in più da sfruttare. Proprio il rapporto tra giustizia e politica è uno dei più tormentati, come dimostrato dalla recente vicenda dello sblocco della rivalutazione delle pensioni.

A ogni modo, quello delle pensioni più alte, tali anche per il loro calcolo con il retributivo anziché con il contributivo, è una delle questioni più dibattute dalla politica italiana, come dimostrato dai tanti disegni di legge proposti. Tra i tanti, c'è quello che prevede che le pensioni che eccedono il valore di oltre dieci volte la pensione minima siano ricalcolate e corrisposte secondo il sistema contributivo, di modo che, oltre tale importo, i soggetti interessati percepiscano una differenza in proporzione solo ed esclusivamente a quanto da loro effettivamente versato agli enti pensionistici durante il loro percorso lavorativo. Lo stesso presidente dell'Istituto nazionale della previdenza sociale è favorevole a questa modifica.

Intelligenza artificiale. Ancora una grande prova dell'intelligenza artificiale. Questa volta a dare il meglio delle proprie capacità è stato il programma AlphaGo nel complesso gioco di strategia Go. Il risultato? 5 a 0. Sviluppato da Google, il software ha avuto la meglio su Fan Hui, campione riconosciuto di questa disciplina. Adesso per AlphaGo c'è un'altra sfida all'orizzonte, quella contro Lee Sedol, il più forte giocatore di Go degli ultimi dieci anni.

Manipolazione embrioni. C'è il via libera all'utilizzo di embrioni umani per scopi scientifici. Lo ha concesso la Human Fertilisation and Embryology Authority al Francis Crick Institute. Più precisamente, il trattamento è concesso per quelli provenienti da cliniche che utilizzano tecniche di fecondazione in vitro. Lo scopo? Capire il processo nelle prime fasi del suo sviluppo.

Wi-Fi. Ci sarebbe un rallentamento vistoso nell'applicazione delle nuove norme sul Wi-Fi in scuole, ospedali, uffici pubblici e luoghi turistici nell'ambito del Codice dell'amministrazione digitale. A quanto pare, come anticipato da repubblica.it, ci sarebbe una riscrittura dell'articolo con la sola previsione che gli uffici pubblici favoriscono, in linea con gli obiettivi dell'Agenda digitale europea, la disponibilità di connettività alla rete Internet, in particolare nei settori scolastico, sanitario e di interesse turistico, anche prevedendo che la porzione di banda non utilizzata dagli stessi uffici sia messa a disposizione degli utenti attraverso un sistema di autenticazione tramite il Sistema pubblico dell'identità digitale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il