BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità davvero da attendere riforma pensioni questo mese mini pensioni, quota 100, quota 42: ultime mercoledì oggi

Allo studio la possibilità di sostenere gli esami universitari online attraverso la tecnologia del riconoscimento facciale.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore merocledì 3 febbraio Febbraio 2016): Sempre a livello istituzionale, potrebbe essere terminato entro il mese la norma da presentrare in aula sulle novità per le pensioni per quanto riguarda i vitalizi. Sarebbe un inizio e non di poco conto seppur non cambiare in termini economici e di fattbilità di quota 100, quota 41 o quota 42 o di mini pensioni, ma sarebbe un segnale comunque importante e degno di nota. La norma la sta portando avanti il responsabile delle Camera degli affari Costituzionali e aprirebbe anche nuovi scenari interessanti per le pensioni più alte.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore merocledì 3 febbraio Febbraio 2016): Tra gli atti legislativi risultano interessanti per le novità per le pensioni quello riferito della delega fiscale, dove vi dovrebbe essere un primo passo per risistemare le agevolazioni e le detrazioni. All'inizio si pensava aziendali, ma probabilmente stando alle ultime notizie e ultimissime anche dei privati e da qui potrebbero arrivare fondi interessanti. Questo delle sistemazione delle detrazioni doveva essere uno dei passi della riforma pensioni pensata come progetto strutturato, ma stando anche ad alcune dichiarazioni di autorevoli responsabili dei Dicasteri potrebbe essere attuata se non totalmente almeno già in questa norma.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore merocledì 3 febbraio  Febbraio 2016): Tante dirette e indirette, a livello istuzionali o da altri fronti sono le attese per le novità per le pensioni questo mese che sarà, questo è facile da scommettere, ricco di ultime notizie e ultimissime che arriveranno ogni giorno. Partiamo a livello istituzionale da dove potrebbero arrivare anche i cambiamenti normativi più immediati. Sicuramente alcune regioni e città hanno delle norme avanzate come già quelle entrate in vigore in dievrse locialità, poi vi è la legge delega sulla Finanza che dovrebbe contenere anche secondo le ultime indicazioni delle novità per le pensioni seppur indirette. E il Milleproroghe che entro questo mese dovrà essere votato definitivamente. E in ognuna di questi eventi attesi vi potranno essere dei cambiamenti molto probabilmente minori, ma le sorprese possono essere dietro l'angolo anche con le elezioni ( ora ci sono le prime primarie) che si avvicinano.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore merocledì 3 febbraio  Febbraio 2016): In realtà quota 42 potrebbe essere rivista rispetto alle novità per le pensioni, facendola rientrare in un pacchetto complessivo con quota 100 e mini pensioni come riportano le ultime notizie e ultimissime. base. L'idea base è che quota 42 sarebbe la soluzione per tutti coloro che vogliono e pososno uscire in base ai contributi versati. Alcuni vorrebbero che quota 42 diventasse minore per chi ha svolto determinate occupazione o ha inizato presto e potrebbe diventare anche in taluni casi la famigerata quota 40. E su quetso vi sono aperture importanti anche dall'Isituto di Previdenza. Poi ccanto a quota 42 vi sarebbero il sistema di quota 100 e mini pensioni rivisti però con il quoziente familiare che spiegheremo dopo. 

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore merocledì 3 febbraio  Febbraio 2016): Inoltre l'idea di quota 42 come novità per le pensioni sarebbe sempre senza penalità e non dipenderebbe affatto dall'età, ma solo dal numero dei contributi versati e quindi dagli anni lavorati. Quello che si tutte le forze politiche e sociali vorrebbero e ci potrebbe essere una certa convergenza che d'altra parte sembra anche esserci per altri sistemi, ma questo sarebbe più urgente per una questione sociale. L'idea sarebbe quella di quota 42 per le donne e quota 43 per gli uomini anche se alla fine per non fare disparità che poi sarebbe condannate si potrebbe arrivare per tutti a quota 42.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 15:22 martedì 2 Febbraio 2016):  Tanti sono i continui sistemi e cambiamenti che vengono avanzati praticamente per le novità per le pensioni. E quota 42 o quota 43 sembra essere di nuovo ritornata alla ribalta sia tra le forze politiche che dallo stesso Presidente dell'Istituto di Previdenza come indicano le ultime notizie e ultimissime. La base è quella di favorire chi ha fatto determinate occupazione o ha iniziato molto presto e la sua pensioni non può essere legata all'età. Certo ci sarebbe quota 41, finora indicata da molti, ma per una serie di complessi calcoli quota 42 e quota 43 sarebbero più facili da far passare.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 22:19 martedì 2 Febbraio 2016): Chi credeva che lo scontro con l'Europa stesse diminuendo di intensità si dovrà ricredere e nelle ripercussione rientrano anche le novità per le pensioni visto che uno dei temi sono i soldi derivanti da un bilancio meno rigido. Ed è stato un ennesimo duro botta e risposta con i responsabili dell'Unione come riportano le ultime notizie e ultimissime. E come sempre l'incertezza regna sovranna.

Anche le ultime notizie aggiornate a oggi lunedì 1 febbraio 2016 continuano a confermare come le novità sulle pensioni siano strettamente legata all'allentamento dei rigidi vincoli europei sul bilancio.

Pensioni. Non è affatto una novità che il futuro delle pensioni sia strettamente legato all'esito delle trattative tra Roma e Bruxelles. In particolare è in ballo la ben nota clausola migranti ovvero quella montagna di soldi aggiuntivi che dovrebbe finire delle casse dello Stato per via delle spese straordinarie che ha dovuto sostenere per contenere l'emergenza immigrazione. Parte di queste somme potrebbe essere ragionevolmente dirottata per migliorare il sistema previdenziale italiano. Nulla di rivoluzionario, intendiamoci, ma alcune tra le minime misure correttive così come i ben noti sistemi di prova potrebbero finalmente trovare spazio.

La decisione definitiva sarà presa solo in primavera ma a Palazzo Chigi trapela un certo ottimismo. La strettissima attualità fa rima con la precisazione di Bruxelles, su richiesta dell'esecutivo italiano, sul fondo da tre miliardi di euro alla Turchia per l'emergenza rifugiati che, come ha messo nero su bianco la commissione europea, "non vengono tenuti in conto nel calcolo del deficit ai fini del Patto di stabilità e crescita". Proprio l'allentamento dei rigidi vincoli comunitari permetterebbe di liberare preziose risorse per le riforme in Italia, tra cui quella ancora rimandata delle pensioni.

Riconoscimento facciale. Gli esami universitari si sostengono adesso online attraverso la tecnologia del riconoscimento facciale. Non si tratta della semplice applicazione dei progetti di e-learning, ma del più complesso piano Tesla (Adaptive Trust-based e-assessment System for Learning), finanziato dalla Commissione europea nell'ambito del programma Horizon 2020, a cui partecipano otto università, centri di ricerca e imprese tecnologiche di 12 paesi comunitari.

Caccia chiusa. Qual è il bilancio della stagione della caccia 2016? A tracciarlo è stato il Wwf, secondo cui esiste in Italia un confine labile tra attività venatoria e bracconaggio che porta all'uccisione illegali di animali, anche appartenenti a specie protette e rare come lupi, orsi, aquile, persino cicogne. Il Wwf Italia chiede che l'Italia si adegui alla regole europee sulla tutela della fauna selvatica per attenuare gli impatti negativi della caccia e per rendere concreta la Strategia nazionale per tutela della biodiversità, approvata nel 2011 dall'Italia, ma applicata solo superficialmente.

Allattamento. Sì all'allattamento al seno. Il fronte dei favorevoli si allarga e include adesso anche la ricerca finanziata dalla Fondazione Bill e Melinda Gates e dalla Wellcome Trust britannica e resa pubblica dal Lancet. Nella scia di quanto indicato dall'Organizzazione mondiale della sanità, anche le morti per tumori al seno potrebbe subire una drastica riduzione. Stando alla coordinatrice dello studio, Cesar Victora, dell'Università di Pelotas, viene dimostrato "in modo chiaro che l'allattamento materno salva migliaia di vite sia nei paesi ricchi che in quelli poveri".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il