Isee 2016: calcolo propria fascia di reddito. Come fare. Consigli, suggerimenti. Tutto quello che bisogna fare e sapere.

Cosa cambia per il calcolo Isee 2016 e le nuove fasce di reddito previste: redditi da includere e come presentare modello

Isee 2016: calcolo propria fascia di red


Sono cambiate ancora per quest’anno le norme di compilazione e calcolo dell’Isee, Indicatore della Situazione Economia Equivalente, certificato attraverso la Dichiarazione Sostitutiva Unica, la Dsu, attestante la fascia di reddito familiare, e definito su nuovi criteri di calcolo reddito e fasce, in modo da assicurare maggiore equità e trasparenza nei confronti delle famiglie che avendo un basso reddito, presentano domanda di Assegni di maternità, Assegni familiari ANF, iscrizioni gratuite e ridotte agli asili nido e riduzioni delle tasse universitarie, esenzioni ticket per reddito, bonus gas 2016 e bonus energia 2016, Carta Acquisti-Social Card.

Il calcolo del nuovo Isee include da quest'anno redditi esenti e quindi anche tutti i trasferimenti monetari ottenuti dalla Pubblica  Amministrazione; redditi figurativi degli immobili non locati e delle attività mobiliari; assegni di mantenimento corrisposti al coniuge a seguito a separazione o divorzio; assegni di mantenimento per i figli; redditi da lavoro dipendente per una quota del 20%, fino ad un massimo di 3.000 euro; pensioni, trattamenti assistenziali, previdenziali e indennità per una quota del 20%, fino ad un massimo di 1.000 euro; spese sostenute da persone con disabilità o non autosufficienti: detrazioni in funzione della gravità, invalidità e non autosufficienza; ed è stato aumentato a 7.000 euro l’anno l’importo massimo relativo all’affitto registrato che può essere portato in deduzione più  500 euro per ogni figlio convivente successivo al secondo.

Cambiano anche le soglie reddituali e per determinare l’appartenenza dei contribuenti alla Prima Fascia Isee si considerano come base di partenza un nucleo di 3 persone con ISE pari a 21.691,19 euro; per determinare l’appartenenza dei contribuenti alla Seconda Fascia si prende come base di riferimento un nucleo di 3 persone con ISE pari a 43.382,38 euro e sono previste maggiorazioni per ulteriori componenti, presenza figli minorenni o nuclei con un solo genitore o che entrambi i genitori svolgano attività d’impresa.

In particolare, è prevista una maggiorazione di 0,35 per ogni ulteriore componente, per gli studenti che hanno conseguito il diploma di maturità con Lode; una maggiorazione di 0,2 in caso di presenza nel nucleo di figli minori e di un solo genitore e per nuclei familiari con figli minori, per quelli in cui entrambi i genitori svolgono attività di lavoro e di impresa per almeno 6 mesi nel periodo cui fanno riferimento i redditi della dichiarazione sostitutiva; e una maggiorazione di 0,5 per ogni componente con handicap psicofisico permanente, o con invalidità superiore al 66%.

Novità previste anche per le famiglie con disabilità grave e basso reddito: nelle famiglie in cui è presente una persona con disabilità, le nuove modalità di calcolo reddito Isee 2016 è in funzione del grado di disabilità del componente familiare e prevede una diversa franchigia, cioè detrazioni dal reddito complessivo Isee che è di 4.000 euro per persona con disabilità media aumentate a 5.500 euro in caso di minori; di 5.500 euro per persona con disabilità grave, aumentate a 7.500 euro se minorenne; e di 7.000 euro per persona non autosufficiente fino a 9.500 euro se trattasi di minore. Per la fruizione delle prestazioni sociosanitarie per le persone disabili, si considera come beneficiario il disabile, il coniuge e i figli che compongono il nucleo familiare, nel caso in cui la persona disabile sia un adulto convivente con i propri genitori, può essere considerato un nucleo familiare a sé.

Il modello Isee deve essere presentato all’Inps o tramite Caf o direttamente dal dichiarante, attraverso i servizi online dell’Istituto per il cittadino. In questo caso, la compilazione del modello, che sarà acquisito immediatamente dall’Inps, e la sua presentazione saranno immediate, mentre nel caso di presentazione del modello tramite Caf la procedura dura, in media, 10 giorni lavorativi.  

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il