BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conti pubblici, Baldassarri: Finanziaria 2006 da 20 miliardi

Per ridurre il deficit e finanziare le modifiche all'Irap si può incidere solo sulla spesa corrente, con una manovra finanziaria per il 2006 di circa 20 miliardi di euro



Per ridurre il deficit e finanziare le modifiche all'Irap si può incidere solo sulla spesa corrente, con una manovra finanziaria per il 2006 di circa 20 miliardi di euro.

Lo sostiene oggi il viceministro dell'Economia, Mario Baldassarri, in un'intervista al quotidiano 'La stampa'.

"Secondo me la manovra che ci serve per il 2006 è dell'ordine di 20 miliardi di euro" dice Baldassarri.

"Propongo di incidere soltanto sulla spesa corrente, sia per abbassare il deficit, sia per finanziare le modifiche all'Irap. La pressione fiscale deve scendere", spiega il viceministro.

Il piano del viceministro per ridurre la spesa corrente è di applicare il tetto del 2% alla crescita delle uscite prendendo come parametro il livello delle spese del 2002.

"Possiamo estendere l'operazione che abbiamo fatto quest'anno con il tetto del 2%, rendendola anche più razionale. Riportiamo tutte le spese correnti al livello del 2002, prima dell'esplosione degli anni successivi: mi pare più equo. Con questo metodo 20 miliardi si trovano" dice il viceministro.

Baldassarri spiega anche che lo sgravio Irap "deve andare innanzitutto alle imprese che esportano".

"E' sul cuneo fiscale che vogliamo intervenire... ma usando per lo sgravio Irap il solo parametro del costo del lavoro una parte consistente delle risorse finirebbe al sistema bancario" dice Baldassarri.

Il viceministro non si sbilancia, però, sull'ampiezza del taglio dell'Irap che sarà possibile realizzare già nel 2006.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



pubblicato il