BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso Scuola, Supplenti, Mobilità, Nuovo Tfa 2016 Esami Maturità: tutte le indicazioni e novità ad oggi venerdì

Dal rinvio ancora del bando per il concorso della scuola 2016 a requisiti Tfa a commissioni per Maturità 2016: tutte le novità di quest’anno per la scuola




Rimandato ancora alla prossima settima il bando ufficiale per il concorso della scuola 2016: dopo la pubblicazione del bando, a fine marzo è fissata la prova scritta e a giugno quella orale. Possono accedere al nuovo concorsone della scuola solo i docenti abilitati, compresi i vecchi diplomati di scuola e istituto magistrale. Tra le novità di quest’anno, è stata cancellata la prova preselettiva, la prova scritta sarà  computer-based e consisterà in otto domande a risposta aperta, di cui due in lingua straniera, e si potrà scegliere tra inglese, francese, tedesco e spagnolo, mentre la prova orale prevede la simulazione di una lezione e un colloquio con la commissione per l'accertamento delle competenze disciplinari, didattiche e pedagogiche.

Per quanto riguarda la valutazione dei titoli, il Miur ha precisato che: il titolo di dottore di ricerca vale 5 punti aggiuntivi; 3 punti per le pubblicazioni di particolare rilevanza per la classe afferente al concorso; 2 punti se si hanno ulteriori lauree rispetto a quella per l'accesso all'abilitazione e per i candidati inseriti nella graduatoria di merito di un precedente concorso per la specifica classe di concorso; e 0,5 punti per master, diplomi di perfezionamento post lauream, l'abilitazione all'esercizio di una libera professione attinente all'insegnamento scelto dal candidato, e per il servizio prestato sullo specifico posto o classe di concorso scelta.

Valgono fino a 10 punti le abilitazioni all'insegnamento, come il Tfa. Concluse le prove e punteggi e titoli, sarà stilata una graduatoria con un numero di idonei pari al numero dei posti incrementato del 10%, che saranno assunti nel triennio 2016-2018. Nessuna novità particolare, invece, rispetto a quanto già stabilito per il terzo ciclo del Tfa: si era detto che sarebbe partito a gennaio, ma il bando è ancora atteso tra questo mese di febbraio e il prossimo di marzo.

Per accedervi sono richiesti: una laurea vecchio ordinamento e aver fatto esami necessari all’insegnamento; una laurea specialistica/magistrale riconosciuta e crediti necessari all’insegnamento; un diploma Isef valido per l’insegnamento per il Tfa di Scienze Motorie; o titoli di studio non rientranti in quelli previsti dal d.m. 39/98 e 22/2005 ma ad essi equipollenti. Possono partecipare al terzo ciclo del Tfa anche i congelati Ssis in soprannumero e i docenti di ruolo o già in possesso di abilitazione per una classe di concorso diversa da quella che intendono conseguire.

Ancora aperte altre questioni sulla nuova organizzazione della scuola, dalla mobilità che, secondo quanto trapela, sarà articolata in quattro fasi, alle supplenze. Per quanto riguarda quest'ultimo tema, è stata bocciata con il Milleproroghe la possibilità di concedere una proroga di un anno al divieto destinare cattedre al personale docente con più di 36 mesi di supplenze. Al momento, intanto, è caos per le numerose cattedre ancora scoperte.

Passando al capitolo Maturità 2016, ogni commissione d’esame sarà, come sempre, composta da membri interni, la cui scelta spetterà al consiglio di Istituto tra i propri docenti, e da membri esterni, commissari nominati ad hoc provenienti da altri istituti scolastici. Quest'anno, i commissari esterni, saranno: per il Liceo Classico italiano, scienze e lingua straniera; italiano, scienze naturali e lingua straniera per lo Scientifico, quindi Greco e Matematica saranno membri interni, con somma gioia degli studenti, considerando che si tratta proprio delle materie uscite quest'anno per la seconda prova specifica di questi indirizzi scolastici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il