BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novitÓ dopo miliardi spesi senza occupati riforma pensioni quota 100, quota 41, mini pensioni Ŕ la risposta: ultime oggi

Per 43 miliardi di dollari Syngenta passa nelle mani di ChemChina, la pi¨ grande acquisizione all'estero realizzata da un gruppo cinese.




PENSIONI ULTIME NOTIZIE, ULTIMISSIME E NOVITA' PENSIONI (aggiornamento): Tra gli altri cambiamenti al mondo dell'occupazione costati e che hanno portato solo problemi e li porteranno nel futuro vi sono senza dubbio anche i voucher, tanto è vero che si sta giuà pensando di rivederli avendo creato forme ancora più precarie. A questo punto le riforma pensioni è una strada da provare, senza ribaltare tutte le norme vigenti, ma con novità sulle pensioni stesse collegate al mondo dell'occupazione, ma non ad esempio la staffetta ibrida come quella approvata nell'ultimo iter che non serve davvero a nessuno per come funziona.

PENSIONI ULTIME NOTIZIE, ULTIMISSIME E NOVITA' PENSIONI (aggiornamento): Quello che lascia ulteriorimente perplessi è che queste politiche vengono lasciate andare avanti a livello Comunitario anzi vengono favorite e in parte anche finanziate, mentre le novità per le pensioni vengono fortemente negate e anche negli ultimi studi riportati si diceva chiaramente di non toccare assolutamente i cambiamenti apportati alle pensioni condannando quasi senza appelle le novità per le pensioni che anche a Bruxelles giungono dalle ultime notizie e ultimissime ormai ogni giorno sempre più centrali nel dibattito attuale del nostro Paese.

PENSIONI ULTIME NOTIZIE, ULTIMISSIME E NOVITA' PENSIONI (aggiornamento): I dati statistici mostrano inoltre come c'è stato un errore chiaro e induscutibile sulle decisioni intraprese invece che lavorare sulle novità per le pensioni come si sarebbe dovuto fare. Infatti, con le politiche intraprese si doveva portare a ben 850mila posti di lavori reali in più. Siamo arrivati a 150mila-200mila senza risultati e con un passaggio da una parte all'altra, un travaso da categorie.  Forse, sarebbe il caso di rivedere gli obiettivi e di lasciare più spazio a quota 100, mini pensioni, quota 41 e agli altri sistemi indicati.

PENSIONI ULTIME NOTIZIE, ULTIMISSIME E NOVITA' PENSIONI (aggiornamento): Tra l'altro i conti sono abbastanza complicati da fare e mostrano come le novità per le pensioni sono ancora più importanti da fare. Infatti nel computo dei disoccupati non si conteggiano chi da collaboratori saltuari o partite iva spesso anche fittizzie si è passato a lavoratori a tempo indeterminato. E infatti le ultime notizie e ultimissime indicano anche una diminuzione dei cosidetti professiosti. Quindi c'è stato un passaggio da una forma all'altro aiutato dagli sgravi fiscali, ma nessun vero miglioramento sostanziale con tanti soldi spesi che potevano essere destinati alle pensioni.

PENSIONI ULTIME NOTIZIE, ULTIMISSIME E NOVITA' PENSIONI (aggiornamento): Sono stati spesi ben due miliardi (o meglio 1,8 miliardi per l'esatezza e ulteriori ne saranno spesi) senza mettere realmente nessun denaro per le novità per le pensioni. Ora visto il risultato, ovvero che la disoccupazione è sempre altissima, praticamente invariata dopo 12 mesi non era meglio investire su quota 100, mini pensioni che avrebbero nel lungo termine portato risparmi allo Stato per sempre e aumetato anche i consumi sia grazie ai nuovi assunti, sia degli stessi pensionati (chi è più tranquillo e ha certezze) spende di più. E non sarebbero assolutamente serviti tutti questi sono in nessun caso.

Sono le ultime notizie aggiornate a oggi 3 febbraio 2016 sulla disoccupazione in Italia a rendere più urgente la necessità di prevedere novità sulle pensioni.

Pensioni. Da dove arriva l'ennesimo segnale sulla necessità di prevedere novità sulle pensioni? Il tasso di disoccupazione, che a dicembre dello scorso anno è risalito, attestandosi all'11,4% (2.890 mila totali). È evidente invece il trend positivo sulla disoccupazione giovanile con il tasso sceso al 37,9%, il livello più basso registrato dal 2012. A influire sono stati ovviamente gli sgravi concessi dall'esecutivo per le nuove assunzioni, considerando che la nuova manovra li ha rinnovati anche per quest'anno ma per un importo più basso e un importo inferiore. L'impressione è che si avverta il bisogno di una vera politica di staffetta generazionale tra giovani e anziani.

Ci sono due altri dati da tenere presente. Il primo è che si conferma infatti la crescita degli occupati over 50 con 189.000 al lavoro in più. Il secondo sono i 138.000 positi di lavoro autonomo persi in Italia nei 12 mesi dello scorso anno. Di questi, 54.000 sono venuti a mancate nel corso del mese di dicembre. Realistica l'ipotesi di una trasformazione di partite Iva in lavoro dipendente. Il punto centrale rimane la difficoltà a rendere meno rigido l'intero sistema previdenziale favorendo l'uscita dal lavoro un po' prima e senza eccessive penalizzazioni. Sotto questo punto di vista la strada da percorrere è ovviamente molto lunga è passa dai problemi di carattere economico.

Azzardo. Difficile quantificare con precisione il giro d'affari intorno al gioco d'azzardo, ma ancora più complicato è capire in quanti hanno varcato il confine e trasformata la passione in una patologia. Le stime più aggiornate, peraltro risalenti ad alcuni anni fa, riferiscono di un numero di giocatori d'azzardo tra l'1,3% e il 3,8% della popolazione mentre i giocatori patologici sono tra lo 0,5% e il 2,2%. Appare quindi necessaria una riforma vera per disciplinare il settore.

Parmigiano minibond garantito. Il Minibond è garantito dal Parmigiano Reggiano. La cooperativa 4 Madonne Caseificio dell'Emilia protegge così il titolo emesso da 6 milioni di euro collocato presso investitori qualificati e con scadenza a gennaio 2022. La cedola fissa annua è del 5% mentre il rimborso del capitale è previsto in cinque tranche all'anno nella misura del 20% del valore nominale a partire da gennaio 2018. Dal punto di vista tecnico, l'operazione è stata condotta da Pairstech Capital Management Llp nelle vesti di arranger e global coordinator, da Frame Capital Uk come Co-arranger e accompagnata da Hogan Lovells per la parte legale e dallo Studio Pederzoli & Associati come advisor.

Sygenta. Verso l'acquisizione di Syngenta da parte di ChemChina. Il costo dell'operazione è di 43 miliardi di dollari. Conti alla mano, siamo davanti alla maggiore acquisizione all'estero mai realizzata da un gruppo cinese. Secondo Syngenta, ChemChina ha un piano molto ambizioso ed è interessata "a mettere in sicurezza la catena di produzione del cibo per 1,5 miliardi di cittadini cinesi, e sanno che questo obiettivo è raggiungibile solo con la tecnologia".

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il