BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità premesse ulteriori per riforma pensioni con maggior autonomia INPS con riordino ufficiale

Un importante passaggio intermedio nel quadro nelle novità sulle pensioni è rappresentato dalla riorganizzazione dell'Istituto di previdenza. Si comincia già a febbraio.




PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE E ULTIMISSIME (aggiornamento): Il riordino che è iniziato ufficialmente per l'INPS è un ulteriore presupposto per le novità per le pensioni da considerare come un mattoncino per la riforma pensioni per cui si stanno gettando le fondamenta come fanno capire capire le ultime notizie e ultimissime.

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE E ULTIMISSIME (aggiornamento): Si stanno inserendo una serie di tasselli per le novità per le pensioni che mettono le basi, se non comunque nell'immediato,  E le ultime notizie e ultimissime riguardanti la riorganizzazione dell'INPS risultano importanti con l'obiettivo finale di avere una maggiore autonomia.

D'altronde lo stesso premier aveva incoraggiato il ricambio al vertice dell'Istituto nazionale della previdenza sociale non tanto nell'ottica di introdurre novità pensioni, quanto nella necessità di provvedere alla riorganizzazione della stessa struttura. L'impressione, anche oggi sabato 6 febbraio 2016, è infatti quella della staticità dell'ente, incapace di stare al passo con i cambiamenti e le opportunità che arrivano dal web. Ecco allora che le colonne della revisione delle norme sul funzionamento sono tre: la centralità dell'utente, la digitalizzazione e la multicanalità, l'abbattimento delle spese con il parallelo aumento delle prestazioni.

Il tutto mentre sullo sfondo rimane viva quella necessità di separare una volta per tutte spese per assistenza e spesa per previdenza. A tal proposito, la nuova struttura prevede la separazione tra le funzioni di governo, di competenza della sede centrale Inps, e funzioni di fornitura dei servizi sulle quali si concentrano le sedi regionali, provinciali e locali dell'Istituto. Nel nuovo modello di servizi l'Inps fornisce prestazioni sociali secondo un approccio consulenziale, personalizzato e proattivo, fondato sui potenziali bisogni degli utenti. A ogni modo, la riorganizzazione dell'Istituto è un importante tassello nel complesso puzzle delle pensioni in Italia che si lega con i recenti decreti attuativi della riforma della pubblica amministrazione approvati dal Consiglio dei ministri.

Si comincia subito: questo è il mese in cui decadono gli incarichi di dirigenza e di conseguenza sarà dato il via agli interpelli interni per l'assegnazione delle nuove funzioni di direzione. Si prosegue con il passaggio da 48 a 10 delle direzioni centrali che risponderanno al direttore generale. La riorganizzazione, stando alle intenzioni, servirà anche a portare a termine l'integrazione fra i diversi enti previdenziali, di recente confluiti nell'Inps. In ogni caso, l'operazione dovrebbe essere completata entro il prossimo mese di maggio.

Si accennava digitalizzazione e multicanalità: si tratta, come spiegato nel piano dell'Istituto nazionale della previdenza sociale, di una evoluzione multicanale con una forte presenza territoriale e digitale del rapporto con gli utenti ed un potenziamento dello scambio di flussi informativi con altre pubbliche amministrazioni. Con lo spostamento dell'erogazione dei servizi dai canali fisici ai canali digitali l'Istituto spera di contenere i costi e aumentare la performance. Secondo i piani, l'intera operazione dovrebbe andare in porto nell'arco di tre anni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il