BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2016: nuove indicazioni su chi paga, detrazioni,esenzioni,arretrati vecchi.Novità della settimana seconda casa, affitto

Tra le novità di quest'anno ci sono la nuova modalità di pagamento del canone Rai 2016 e la cosiddetta bolletta 2.0.




Servono chiarimenti definitivi sul canone Rai ovvero su arretrati, casi particolari, detrazioni ed esenzioni, prime e seconde case. L'esecutivo ha preso tempo e solo a luglio è previsto il versamento della prima rata, ma le incertezze sono ancora tante. Televisore a parte, quali sono gli altri apparecchi per cui si paga il canone Rai? Specifichiamo subito che non sono inclusi PC, Mac, smartphone e tablet, ma rientrano ricevitori TV fissi, ricevitori TV portatili, ricevitori TV per mezzi mobili, ricevitori radio fissi, ricevitori radio portatili, ricevitori radio per mezzi mobili, terminale d'utente per telefonia mobile dotato di ricevitore. Ci sono poi quelle apparecchiature adattabili alla ricezione della radiodiffusione ovvero videoregistratore dotato di sintonizzatore TV, chiavetta USB dotata di sintonizzatore radio e TV, scheda per computer dotata di sintonizzatore radio e TV, decoder per la TV digitale terrestre, ricevitore radio e TV satellitare.

Non ci sono invece dubbi, in quanto il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico è stato regolarmente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, che per quest'anno i canoni di abbonamento speciale per la detenzione fuori dell'ambito familiare di apparecchi radioriceventi o televisivi, i canoni di abbonamento speciale dovuti per la detenzione di apparecchi radiofonici o televisivi nei cinema, teatri e in locali a questi assimilabili rimangono fissati secondo le solite misure che variano da 6.789,40 euro per alberghi con 5 stelle e 5 stelle lusso con un numero di camere pari o superiore a cento a 203,70 euro per strutture ricettive con un televisore, circoli, associazioni, sedi di partiti politici, istituti religiosi, studi professionali, botteghe, negozi e assimilati, mense aziendali, scuole, istituti scolastici non esenti dal canone.

Più in generale, da quest'anno è da mettere in conto un doppio ribasso per le bollette dell'energia. Per la famiglia tipo la bolletta dell'elettricità registra infatti un calo del -1,2%, mentre per la bolletta gas la diminuzione è ancor più decisa, con un -3,3%, confermando risparmi complessivi nei 12 mesi per quasi 60 euro. È quanto prevede l'aggiornamento delle condizioni economiche di riferimento per le famiglie e i piccoli consumatori in tutela per il primo trimestre 2016, secondo quanto reso noto dall'Autorità per l'energia elettrica. La famiglia tipo è quella con consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all'anno e una potenza impegnata di 3 kW; per il gas i consumi sono di 1.400 metri cubi annui.

Il tutto mentre questo è l'anno della bolletta 2.0 ovvero della ricezione di un solo foglio con tutti gli elementi essenziali di spesa e di fornitura ben evidenziati con un formato semplificato. Per chi sceglie di ricevere la bolletta in formato elettronico con addebito automatico sul proprio conto è previsto uno sconto di circa 6 euro all'anno sia per l'elettricità sia per il gas. In realtà, l'opportunità viene data solo ai clienti in tutela. Per promuovere le modalità digitali di consegna, è previsto che chi sceglierà il pagamento con domiciliazione su conto corrente bancario, postale o su carta di credito e ha come metodo principale di emissione quello digitale. Tutti gli altri clienti finali ovvero coloro privi dell'addebito automatico, riceveranno il tradizionale formato cartaceo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il