BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità svantaggiose per rilanciare riforma pensioni sono chiare no le novità migliorative: ultime martedì oggi

Secondo l'Onu, Julian Assange, fondatore di WikiLeaks, è stato arbitrariamente detenuto da Svezia e Regno Unito.




PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE E ULTIMISSIME (aggiornamento): D'altra parte perchè le novità per le pensioni negative diventino effettive ci vorrà tempo essendo una norma delega quella che sarà presentata, ma non è possibile che mentre escono piani con le prime indicazioni negative non si parli di una riforma pensioni con elementi positivi, perlomeno di giustizia ed e equilibrio e non si indichi chiaramente quali metodi si vogliono sviluppare. Su quota 100 sembra esserci convergenza di molte parti, ma nessuna parla di un piano preciso e strutturato e pubblico. E quando lo si fa, arrivanon subito le smentite da qualche altra fonte.

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE E ULTIMISSIME (aggiornamento): Andando nel dettaglio la rimudulazione delle detrazioni e agevolazioni avrebbero come oggetto diverse novità per le pensioni. Ad esempio, dal progetto iniziale vi sarebbero l'invalidità, le pensioni di guerra, la reversibilità. Argomenti molto caldi e sensibili da toccare, ma che i rapporti provenienti da ultime notizie e ultimissime riportano davvero necessari da toccare perchè i soldi arrivano spesso a persone che non ne hanno bisogno e chi ne avrebbe bisogno arrivanno in quantitià minime non sufficienti. Dunque, come già detto, le decisioni sono giuste, ma deve essere anche chiaramente e ufficialmente dichiarato le novità per le pensioni positive e i miglioramenti che si intendono fare, non solo le riduzioni.

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE E ULTIMISSIME (aggiornamento): Si rischia, dunque, che arrivino prima alcune delle novità per le pensioni ma solo quelle negative in un quadro non strutturato che non permetterebbe di vedere i vantaggi ma sopratutto di farli, nel solito sistema spezzatino invece di fare cambiamenti strutturati. E tra i cambiamenti fondamentali che in tante ultime notizie e ultimissime avevamo citato, mancherebbe la divisione tra pensioni e assistenza con un riordino di parte di quest'ultimo, ma senza il passaggio fondamentale. Avevamo detto che alcune novità per le pensioni sarebbero potute arrivare da altri norme in fase avanzata ma sia nel positivo che nel negativo parlavamo di cambiamenti migliorativi incrementali e non di strutturali. In questo caso, invece, si pensa di cambiare l'intero sistema di detrazioni e agevolazioni all'interno delle Delega Fiscale come annunciato da diversi Ministri, ma senza dihciarare gli altri obiettivi.

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE E ULTIMISSIME (aggiornamento): Nel piano originale, infatti, sin dall'inizio ancora prima dell'insediamento di questo esecutivo si era parlato che ci sarebbero dovuto essere un riordino totale a 360 gradi per portare delle reali novità per le pensioni in un contesto con forti errori, problemi e squilibri. Ora si parla di uno dei primi punti ovvero di un riordino delle detrazioni e agevolazioni che è chiaro da dover fare come evidenziano le ultime notizie e ultimissime che, però, non indicano con nessuna chiarezza come saranno reinvestititi questi fondi nuovi che arriveranno dal riordino che è iniziato ad essere indicato.

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE E ULTIMISSIME (aggiornamento):  Si stanno creando le basi per le tanto attese novità per le pensioni e non manca giorno che non ve ne sia conferma nelle ultime notizie e ultimissime. Ma al momento in queste si incominciano a chiarire i tempi (come spiegato sotto) e gli elementi negativi necessari per creare nuovi equilibri e rilanciare le novità per le pensioni positive. Ma al momento sono proprie queste che non si capiscono quali siano, mentre coem al solito le negative appaiono prima del tempo.

A riferirlo sono le ultime notizie aggiornate a oggi lunedì 8 febbraio 2016. Le vere novità sulle pensioni arriveranno solo tra un anno.

Pensioni. Inutile girarci troppo attorno, sul fronte delle pensioni, le prospettive non sono incoraggianti. Sono troppi i segnali che lasciano immaginare come non sono da mettere in conto cambiamenti tali da incidere sia su chi in pensione deve andare e sia su chi nel mercato del lavoro deve entrare con la prospettiva futura di percepire in futuro un assegno previdenziale. A stupire sono i continui rallentamenti e i passi indietro rispetto all'introduzione di correttivi e modifiche che sembravano certi. Senza tornare troppo indietro nel tempo, potremmo tirare in ballo la questione della revisione delle detrazioni e delle agevolazioni.

Dalle parti dei ministeri competenti, quelli che si occupano dell'occupazione e delle finanze pubbliche c'erano state aperture, anche nel contesto di una possibile delega fiscale. Ma a oggi si prosegue piuttosto a rilento. Non è quindi chiaro quale direzione prenderanno le pensioni in Italia. Se è vero che le norme attuali sono congeniali dal punto di vista economiche, è pur vero che il bisogno sociale di prevedere miglioramenti è sempre più avvertito. E a testimoniarlo sono i tanti studi ad hoc realizzati da enti nazionali ed europei. Quel che sembra certo è il rinvio al 2017 dell'appuntamento con i veri ed eventuali cambiamenti delle pensioni in Italia, assegno universale incluso.

Consenso informato. Lo ha stabilito l'Alta Corte: per essere informato occorre il consenso del paziente che si sottopone a intervento chirurgico deve prestare il proprio consenso che sia effettivamente informato. In particolare, i giudici hanno fatto luce sulla "corretta informazione del soggetto da operare". Secondo il giudice, non adempie all'obbligo di fornire un valido consenso informato il medico che ritiene di sottoporre al paziente un modulo generico, da cui non è possibile ricavare con certezza che il paziente abbia compreso le informazioni.

Onu su Assange. Lo ha messo nero su bianco l'Onu: Julian Assange è stato "arbitrariamente detenuto" da Svezia e Regno Unito. Provando a riavvolgere il nastro, nel novembre 2010, Stoccolma spicca un mandato d'arresto nei confronti di Julian Assange, fondatore di WikiLeaks. L'uomo viene accusato di stupro, molestie e coercizione illegale dopo la denuncia di due donne. Assange in quei giorni si trova a Londra e la Svezia chiede l'estradizione. Nel giugno 2012 la Corte suprema britannica rigetta il ricorso contro l'estradizione. A quel punto Assange si rifugia all'ambasciata dell'Ecuador e chiede asilo politico perché perseguitato.

Bnp Paribas. Cala l'utile netto di Bnp Paribas. La flessione è stata registrata nel quarto trimestre per via dalla svalutazione della controllata italiana Bnl. Si va verso la ristrutturazione di corporate e investment bank. Nel dettaglio, la riduzione è stata del 52% a 665 milioni di euro rispetto a 1,38 miliardi di euro registrati un anno fa. Da segnalare la crescita dei ricavi del 3% a 10,45 miliardi di euro dai precedenti 10,15 miliardi di euro dello stesso trimestre del 2014.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il