BusinessOnline - Il portale per i decision maker








MobilitÓ, Concorso Scuola, Nuovo Tfa, PAS: novitÓ martedý oggi e della settimana punteggi, prove, inizio calendario, assunzioni

Sono tanti i punti critici nel mondo della scuola, dai bandi del nuovo concorso 2016 per insegnanti al terzo ciclo del Tfa ordinario.




AGGIORNAMENTO NOVITA' E ULTIME NOTIZIE OGGI MARTEDì 9 FEBBRAIO 2016 CONCORSO SCUOLA, TFA, MOBILITA', PAS:  Sono stati fatti una serie di incontri ieri e che continueranno anche oggi martedì in maniera particolare sul concorso scuola che sta diventando un boomerang per il Governo Renzi. Sembra sia stato risolto il problema delle prove, ma rimangono aperti ancora altre questioni come chi deve partecipare, i punteggi e che poi hanno chiare conseguenze su ritardi dell'inizio del concorso e probabilmente anche delle assunzioni. Le forze sindacali non vogliono fare passi indietro e anzi minacciano ricorsi su ricorsi fino all'annullamento del concorso attraverso la magistratura, mentre si parla anche di divisioni all'interno del Miur e dei tecnici del ministero

AGGIORNAMENTO NOVITA' E ULTIME NOTIZIE OGGI LUNEDI' 8 FEBBRAIO 2016 CONCORSO SCUOLA, TFA, MOBILITA', PAS: Situazione negativa o al massimo in stallo in tanti ambiti della scuola italiana. Sarà una settimana ricca di novità, o dovrebbe esserlo, con incontri a vari livelli tra sindacati, Ministri e lo stesso Premier. Vi sono problemi sulla mobilità che si sta definendo con nuove regole, c'è una nuova richiesta di PAS, c'è da cpire come fare il prossimo TFA terzo ciclo 2016 (che per alcuni dovrebbe essere l'ultimo) e come dare una svolta al tanto atteso nuovo concorso scuola con numerosi cambiamenti richiesti sotto molteplici aspetti che rischiano di farlo slittare definitivamente e con esso le assunzioni dei nuovi insegnanti.

C'è la questione della mobilità per l'anno scolastico 2015-2016 e c'è il terzo ciclo del Tfa ordinario da bandire. Ma soprattutto il mondo della scuola è all'erta per via dei continui rinvii della pubblicazione dei bandi del nuovo concorso scuola 2016 per insegnanti. A rallentare questa volta la diffusione di tutte le notizie ufficiali relative a requisiti per la partecipazione, modalità di svolgimento e date di inizio, è la necessità di correggere il testo, anche per via dei rilievi mossi dal Consiglio superiore della pubblica istruzione. Nel mirino sono finite anche le prove scritte, giudicate troppo nozionistiche. Stando a quanto si è appreso negli ultimi giorni, la prossima dovrebbe essere la settimana giusta.

Questa è poi l'anno delle nuovi classi di concorso, ridotte da 168 a 116: A-23 Lingua italiana per discenti di lingua straniera; A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; A-36 Scienze e tecnologia della logistica; A-53 Storia della musica; A-5 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado tl; A-57 Tecnica della danza classica; A-58 Tecnica della danza contemporanea; A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza; A-63 Tecnologie musicali; A-64 Teoria, analisi e composizione; A-65 Teoria e tecnica della comunicazione.

Provando a fare un esempio concreto in merito alla didattica della lingua latina ovvero in riferimento alle classi A11 e A13, il candidato è chiamato a individuare metodologie e strumenti didattici atti a promuovere negli studenti competenze linguistiche funzionali alla comprensione e alla traduzione di testi d'autore: lettura scorrevole; conoscenza delle strutture morfosintattiche (in particolare flessione nominale e verbale); funzioni dei casi nella frase e delle frasi nel periodo; formazione delle parole; conoscenza del lessico (per famiglie semantiche e per ambiti lessicali); competenze di traduzione da sviluppare e potenziare attraverso il confronto graduale e opportunamente calibrato con brani d'autore adeguatamente contestualizzati sia dal punto di vista dei contenuti che della lingua.

La scelta di brani antologici o opere integrali di autori classici, come messo nero su bianco dal Ministero dell'Istruzione, deve essere oggetto di attenzione da parte del candidato, in quanto è solo attraverso il confronto con il testo che il discente, stando al Miur, può comprendere significativamente la varietà e la ricchezza della letteratura classica latina e il suo apporto alla tradizione e alla civiltà europea. Viene poi considerato essenziale sviluppare la capacità di comprendere il testo latino nel suo complesso e nelle sue strutture fondamentali, anche senza l'ausilio del vocabolario. Risulta inoltre opportuno fornire traduzioni accreditate da mettere a confronto fra loro.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il