BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità domani molto importanti da Comitato Ristretto pensioni anticipate, ricongiunzioni e oggi, ieri Di Martedì, Ballarò

Ci sono le novità pensioni al centro dell'attualità, come dimostrato dalle ultime notizie. Domani se ne parla anche in televisione.




PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE E ULTIMISSIME (aggiornamento), PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE E ULTIMISSIME (aggiornamento), PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE E ULTIMISSIME (aggiornamento):

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE E ULTIMISSIME (aggiornamento): Nella riunione di ieri a Montecitorio seppur non si è parlato del tema centrale che era stato annunciato, si sono affrontate comunque, le novità per le pensioni con il confronto con le banche convocate. E come già era avvenuto riprendendo le ultime notizie, gli istituti di credito si sono detti favorevoli a metodi, norme e sistemi per facilitare chi vuole uscire prima.

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE E ULTIMISSIME (aggiornamento): Si è invee parlato direttamente delle novità per le pensioni a di Martedì dove vi erano due esponenti di spicco il sotoìtosegrario De Michele e Zanetti. Il primo, come è capitato, altre volte e abbiamo riferito nelle ultime notizie, nelle sue uscite dopo la sua promozione nel rimpasto dell'esecutivo, è rimasto in silenzio, mentre più combattiva è risultata la De Micheli,ma ribabdebdo più le cose fatte (poche) che quelle da fare. Interessante, però, la sua affermazione che qualsiasi cambiamento sulle pensioni costerebbe sulla collettività e anche con le penalità non basterebbero a riportare le cose in equlibrio. Peccato che come al solito ci si è dimenticati di parlare nel medio-lungo periodo e non nel brevissimo. E poi, è interessnate notare come i conti non sono per niente chiari che ogni volta viene detta una cosa e smentita poi successivamente. E da autorità anche importanti e competenti.

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE E ULTIMISSIME (aggiornamento): A Ballarò non si è parlato direttamente, per la prima volta dopo diverse puntate, di novità sulle pensioni e questo la dice lunga anche sui silenzi e la mancanza di reali ultime notizie e ultimissime di questo ultimo periodo, anche se leggendo tra le righe come facciamo noi ce ne sono. E chiaro, però, che di comunicazioni dirette sono davvero poche. Certo, anche a Ballarò è stato molto interessante il dibattito sulle primarie di Milano con la vittoria di Sala e un Pd che esce ancora più diviso con la richiesta addirittura di primarie separate con un sindaco che rappresenti la minoranza di sinistra. E questo virare verso il centro verso quel partito della nazione e non potrà che avere ripercussioni sulle novità per le pensioni alla lunga anche positive per tre motivi essenziali che vedremo.

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE E ULTIMISSIME (aggiornamento): Inizia oggi, la tre giorni che dovrebbe portare davvero delle novità per le pensioni concrete, non di cambiamenti immediati, ma almeno capire numeri alla mano quanti fondi servono (se servon) e cosa è più facile fare e in quali tempi. Si attendono diverse relezioni economiche e non da differenti Istitutuzioni economiche come sembrano confermare le ultime notizie e ultimissime anche se purtroppo alcune di queste spesso sulle pensioni vengono poi all'ultimo momento cambiate

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE E ULTIMISSIME (aggiornamento): Attesi sviluppi a partire da oggi martedì ma anche giovedì sulle novità per le pensioni con la riunione del Comitato Ristretto che si terrà sia oggi che giovedì come riferisce il sito ufficiale delle convocazioni. Incontri importanti perchè si attendono rendiconti da parte dell'Istituto di Previdenza sui fondi necessari per cambiamenti sia strutturali per le pensioni anticipate che per miglioriìamenti incrementali come ricongiunzioni e comulo. Staremo a vedere se stavolta si riuscirà finalmente ad ottenere qualcosa.

Sul fronte delle novità pensioni, da una parte c'è, confermata dalle ultime notizie e ultimisisme, la nuova riunione del Comitato ristretto a Montecitorio nel corso della quale l'Istituto nazionale di previdenza sociale rivelerà a quanto ammonta l'impegno economico per lo Stato nel caso di approvazione del disegno di legge con cui permettere il congedo dal lavoro a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalizzazione massima dell'8%. Dall'altra c'è la novità relativa alle primarie del Partito democratico a Milano che hanno visto vincere il candidato renziano. Anche quest'ultimo è un'operazione da seguire con attenzione sia perché è in ballo la capitale economica dell'Italia e sia perché le scelte sulle pensioni sono spesso e volentieri condizionate da motivazioni di carattere economico.

L'appuntamento di domani con il Comitato ristretto a Montecitorio è importante per due ragioni. In prima battuta dovrebbe essere finalmente fatta luce sulle ragioni economiche per cui la proposta di andare in pensione tra i 62 e i 70 anni, con almeno 35 anni di contributi e con penalizzazione nell'età tra i 62 e i 65 anni, e incentivo tra i 67 e i 70 anni, non è mai riuscita ad andare in porto. La tabella degli incentivi e dei disincentivi, infatti, è stata più volte restituita al mittente perché ritenuta troppo costosa.

Nel dettaglio, prevede nel caso di pensionamento effettivo a 62 anni l'applicazione della percentuale di riduzione pari all'8%. A 63 anni quella del -6%, a 64 anni del -4%, a 65 del 2%. A 66 anni, invece, non sono previsti bonus o malus. Dopodiché scatterebbero gli incentivi: a 67 anni +2%, a 68 anni +4%, a 69 anni +6%, a 70 anni +8%. La seconda ragione per cui seguire attenzione i lavori del Comitato ristretto è la ripresa del dibattito sul ricalcolo delle pensioni più alte.

Le novità sulle pensioni vanno dunque inquadrate anche alla luce delle elezioni amministrative che in primavera coinvolgeranno importanti città, da Milano a Roma passando per Napoli. Non solo, ma per quanto riguarda il capoluogo meneghino si sono concluse le primarie del Partito democratico, che hanno visto vincere Giuseppe Sala. Spalleggiato dallo stesso premier, sarà il candidato sindaco del centrosinistra, avendo conquistato il 42,3% delle preferenze. Le primarie, si ricorda, sono una competizione elettorale attraverso la quale elettori e militanti di un partito scelgono il candidato (di partito o di coalizione) per una successiva elezione di una carica pubblica.

Senza dubbio si parlerà di pensioni anche in occasione delle due trasmissioni di approfondimento politico del martedì sera. Da una parte c'è Ballarò, in onda sui Rai 3, condotto da Massimo Giannini. Dall'altra c'è DiMartedì, sul La 7, condotto da Giovanni Floris. Il tema delle pensioni è infatti sempre al centro del dibattito, affrontato da ospiti provenienti dal mondo politico e da quello sindacale, dal settore delle imprese e dal comparto di chi, fra rappresentanti di lavoratori autonomi e professionisti, si trova giorno dopo giorno, alle prese con regole sulle pensioni e sul mercato del lavoro sempre più complicate e rigide ai fini dell'accesso al trattamento previdenziale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il