BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2016: proroga su pagamento più vicina, sono troppi i problemi su chi paga, esenti, prima casa, affitto, seconda

Proseguono i controlli incrociati dei soggetti coinvolti per individuare i soggetti chiamati a pagare il canone Rai 2016.




AGGIORNAMENTO OGGI novità e ultime notizie CANONE RAI lunedì 15 FEBBRAIO 2016: Il decreto del Governo Renzi che doveva indicare tutte le novità e avere al suo interno i chiarimenti per chi paga, esenti, sanzioni, multe, prima casa, seconda, affitto (pagamento tra inquilini e proprietari) doveva essere pubblicato oggi, ma i tempi a quanto pare sono ancora lunghi con tanti punti da decidere che vedremo poi nel dettaglio. Il ministero dell'Economia e dello Sviluppo se ne stanno occupando come riportano anche le ultime notizie di oggi, ma la situazione non è ancora affatto semplice.

AGGIORNAMENTO OGGI novità e ultime notizie CANONE RAI DOMENICA 14 FEBBRAIO 2016: Tanti, troppi sono i problemi da chiarire per il Canone Rai 2016, tra chi paga, come, esenzioni, sconti e poi tutti (e tanti casi particolari). E, infatti, la proroga anche rispetto al data di pagamento di luglio sembra avvicinarsi per diversi motivi che vedremo

Le attese precisazione del Ministero dello Sviluppo Economico sul canone Rai 2016 tardano ad arrivare. Sono ancora in ballo la definizione e le precisazioni su termini e modalità per lo spostamento delle somme incassate all'Erario, e le conseguenze per eventuali ritardi, anche sotto il punto di vista degli interessi moratori, dei canoni incassati dalle aziende di vendita dell'energia elettrica. Si ragiona anche sulla ripartizione dei fondi, fermo restando l'assegnazione alla Rai "della restante quota delle eventuali maggiori entrate versate a titolo di canone di abbonamento".

Sulla bolletta elettrica, la voce del canone sarà indicata separatamente rispetto a quella del consumo di energia elettrica. Per il mancato versamento non è prevista la sospensione della fornitura, ma solo sanzioni fino a un massimo di 500 euro. Non sono previste sanatorie per gli arretrati, che possono essere richiesti entro i termini della prescrizione ovvero 10 anni.

A dispetto di quanto viene continuamente ripetuto sull'appuntamento di luglio per il pagamento della prima rata di 70 euro, non mancano le richieste di prorogare ulteriormente le scadenze mentre l'Anagrafe tributaria, l'Autorità per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico, l'Acquirente unico Spa, il Ministero dell'Interno, i Comuni, e gli altri soggetti pubblici o privati che ne hanno la disponibilità, stanno effettuando controlli incrociati per individuare i soggetti chiamati ad aprire il portafogli.

In ogni caso, l'imposta, il cui valore complessivo è di 100 euro, è dovuta per il possesso di un televisore ovvero "di uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del relativo utilizzo". Il canone è dovuto una sola volta in relazione agli apparecchi detenuti, nei luoghi adibiti a propria residenza o dimora, dallo stesso soggetto e dai soggetti appartenenti alla stessa famiglia anagrafica.

Le categorie esonerate dal pagamento del canone Rai 2016 sono gli over 75 anni il cui reddito familiare non oltrepassa la soglia di circa 6.700 euro. Confermata l'esenzione del versamento dell'imposta per i militari delle Forze Armate Italiane, limitatamente a ospedali militari, case del soldato e sale convegno dei militari; quelli di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato; agenti diplomatici e consolari stranieri accreditati in Italia a condizione che nel Paese siano applicate misure corrispondenti per quelli italiani; imprese che esercitano l'attività di riparazione o commercializzazione di apparecchiature di ricezione radio televisiva.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il