BusinessOnline - Il portale per i decision maker








NovitÓ Concorso scuola oggi martedý: Tfa, ambiti territoriali, Pas, firma contratto mobilitÓ personale e Progetto Buona Scuola

Non solo il nuovo concorso per insegnanti, l'attenzione Ŕ anche sul Tfa e sulla mobilitÓ del personale negli ambiti territoriali.




Anche se questa non è stata la settimana della pubblicazione dei bandi relativi al nuovo concorso per insegnanti, sono arrivati i primi chiarimenti ufficiali del Ministero dell'Istruzione. Il testo è oggetto di ritocchi e aggiustamenti e finirà in Gazzetta Ufficiale nell'arco di 7-10 giorni. Le prove scritte potrebbe iniziare a marzo, seguite a stretto giro da quelle orali. Nello stesso periodo dovrebbe essere attivato il terzo ciclo del Tfa ordinario e si dovrebbe capire il "destino" dei Pas. L'intenzione è comunque quella di chiudere la partita della assunzioni in tempo per il nuovo anno scolastico.

Questa è stata soprattutto la settimana della firma del contratto integrativo sulla mobilità del personale. Si tratta della mobilità professionale tra gradi di istruzione, tipologie di posto e classi di concorso e quella territoriale tra scuole, ambiti territoriali, comuni, province, anche di regioni diverse. Si tratta comunque solo del primo tassello. Entro meno di 30 giorni il Ministero dell'Economia e il dipartimento di Funzione Pubblica sono chiamati a procedere alla prevista certificazione. Quindi l'atto sarà trasmesso alla Corte dei Conti per la registrazione. Dopodiché le operazioni di mobilità inizieranno con la presentazione delle domande a metà marzo e si completeranno entro luglio

Il punto di partenza è il progetto della cosiddetta buona scuola che prevede che la mobilità avvenga tra ambiti territoriali, mentre sino a oggi avveniva solo tra scuole. Stabilisce poi una fase straordinaria su tutti i posti disponibili aperta a tutto il personale già di ruolo compreso quello assunto quest'anno. Cosa prevede l'accordo? Gli assunti entro lo scorso anno scolastico fanno domanda di mobilità tra scuole, all'interno della provincia di titolarità, altrimenti tra ambiti. Nel primo degli ambiti richiesti sono assegnati alle scuole, altrimenti potranno ricevere la proposta di incarico dal dirigente scolastico di una scuola di uno degli altri ambiti richiesti.

Gli assunti nelle Fasi cosiddette Zero ed A del Piano di assunzioni della buona scuola avranno una sede definitiva nella provincia in cui hanno preso servizio, ma possono fare domanda di mobilità territoriale, verso gli ambiti territoriali delle altre province, in subordine agli altri aspiranti. Gli assunti nelle Fasi cosiddette B e C della buona scuola, provenienti dal concorso, ottengono un ambito tra quelli della provincia in cui sono stati assunti. Ma possono fare domanda di mobilità territoriale, verso gli ambiti territoriali delle altre province, in subordine agli altri aspiranti. Gli assunti nelle Fasi B e C della buona scuola provenienti da graduatorie a esaurimento partecipano alla mobilità tra tutti gli ambiti a livello nazionale.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il