BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità attese giornata odierna e resoconto novità mercoledì quota 100,quota 41,mini pensioni riforma: novità giovedì oggi

Prossimi incontri per discussioni pensioni e posizioni e prospettive per cambiamenti dell’attuale legge: cosa aspettarsi questa settimana




Novità PENSIONI E ULTIME NOTIZIE, ULTIMISSIME PENSIONI (AGGIORNAMENTO): Per quanto riguarda la giornata di ieri, mercoledì, si è riunito il Gruppo per le novità sulle pensioni a Montecitorio, ma è stata una seduta interlocutoria. Vedremo, invece, quella che avverrà nella giornata odierna che viene confermata dalle ultime notizie e ultimissime alle ore 14, 14,30

Novità PENSIONI E ULTIME NOTIZIE, ULTIMISSIME PENSIONI (AGGIORNAMENTO): Una giornata ricca di novità per le pensioni sarà questa di giovedì come confermano le ultime notizie e ultimissime dal Gruppo delle Pensioni ai Presidi fino all'incontro Ue che continuerà anche venerdì

Novità PENSIONI E ULTIME NOTIZIE, ULTIMISSIME PENSIONI (AGGIORNAMENTO): Nei due talk tv si è parlato largamente delle novità sulle pensioni, ma soprattutto concetrandosi su quota 41. Ospite tra gli altri il ViceMnistro Dell'economia che non ha risposto nel dettaglio alle domande, limitandosi a dire che ci vogliono risorse come nelle ultime notizie e ultimissime di quest'ultimo periodo dopo la nomina sta facendo. Punto focale ancora su quota 41 e quello di un patto tra generazioni come sostenuto anche da Mentana presente.

Novità PENSIONI E ULTIME NOTIZIE, ULTIMISSIME PENSIONI (AGGIORNAMENTO): Questa mattina non ci saranno novità per le pensioni anche se è interessante, come faremo dopo, commetare le indicaizoni provenienti dalle ultime notizie dei talk show tv Ballarà e di Martedì. Nel pomeriggio è atteso il Gruppo dedicato alle pensioni come confermato dalla ultime notizie e ultimissime

Novità PENSIONI E ULTIME NOTIZIE, ULTIMISSIME PENSIONI (AGGIORNAMENTO): Tante novità per quanto riguarda le novità per pensioni anche oggi martedì 16 Febbraio con diverse ultime notizie e ultimissime dirette e altre indiretta, ma comunque tutte degne di note per diversi motivi. Le abbiamo analizzate una per una e le andremo a poi vedere nelle successive news.

Tantissime le novità pensioni di questa settimana a partire da oggi con il nuovo incontro dl Gruppo per le pensioni di Montecitorio. Cerchiamo di capire lavori e prospettive e le ultime notizie sugli orientamenti per cambiare le pensioni.

Pensioni novità e ultime notizie: riunione Comitato Ristretto

Oggi, martedì 16 febbraio, torna a riunirsi il Gruppo per le pensioni a Montecitorio che, tra le novità, discuterà di 'Disposizioni in materia di trattamenti pensionistici di importo elevato'. Le ultime notizie confermano che le propose in discussione interesseranno eventuali limiti da imporre all'erogazione di pensioni cosiddette d'oro.

In particolare, Tripiedi presenta una proposta di legge per l'introduzione di un limite di importo per i trattamenti pensionistici per il triennio 2014-2016; Airaudo l'istituzione di un fondo per il finanziamento di interventi di solidarietà e di equità previdenziale; mentre Zanetti quella di un contributo di solidarietà per l'equità intergenerazionale sui trattamenti pensionistici di importo elevato. Domani, invece, mercoledì 17, si continuerà a discutere di limiti per le pensioni più elevate ma saranno protagoniste dell’incontro anche le pensioni da erogare al coniuge superstite di mogli o marito morti.

Pensioni novità e ultime notizie: cosa può insegnare il voto atteso sul Bail IN

E’ stato approvato tra non poche polemiche il bail in, sistema di salvataggio delle banche che secondo la Banca di Italia non sarebbe poi così positivo per la risoluzione delle sofferenze bancarie italiane. Il Bail In è un meccanismo che prevede che, per il salvataggio di una banca in forte crisi, a pagare siano innanzitutto gli azionisti dell'istituto stesso.

Insieme agli azionisti, che potrebbero vedere azzerarsi il valore delle proprie azioni, a rischiare, in caso di forte difficoltà della banca, sono anche i titolari di obbligazioni convertibili in azioni emesse dall'istituto bancario in crisi; di obbligazioni subordinate e alle altre obbligazioni non garantite; e di conti deposito e conti correnti superiori ai 100mila euro.

Secondo la Banca di Italia, però,  le regole del Bail In dovrebbero essere cambiate e ha chiesto di rivedere modalità e tempi di applicazione di tale meccanismo. E questo è il motivo per cui oggi si dovrebbe votare una mozione parlamentare di revisione di tale meccasnimo su cui lo stesso premier e il ministro dell'Economia sono incerti e questa normativa andrebbe contro le indicazioni di Bruxelles.

Guardando al quadro completa della situazione, è possibile dire che il caso di Bail In, e di contrarietà alle indicazioni di Bruxelles, potrebbe diventare esemplare anche per eventuali modifiche delle pensioni, richieste e necessarie ma contro cui Bruxelles stessa continua ad opporsi, in contrasto però con l’auspicato rilancio dell’occupazione giovanile.

La stessa Bruxelles la invoca non rendendosi conto, però, del fatto che i sistemi in discussione di modifica delle pensioni, vale a dire piani come quota 100 e mini pensioni, è vero che alleggerirebbero i requisiti di uscita dal lavoro, ma permettendo ai lavoratori più anziani di andare in pensione prima e dando maggiori possibilità di ingresso nel mondo del lavoro per i lavoratori più giovani che verrebbero impiegati nei posti lasciati liberi dai colleghi più anziani.

Pensioni novità e ultime notizie: da regioni risultati migliori rispetto errori Stato Centrale

Sono diverse le Regioni che hanno iniziato a muoversi singolarmente sulle novità pensioni nell’attesa che lo Stato arrivi all’approvazione di una soluzione definitiva e per tutti. Finora infatti sono stati discussi e approvati solo cambiamenti minimi, come anche può essere definito il nuovo sussidio per gli indigenti che secondo alcuni dovrebbe anticipare l’assegno universale ma che dovrebbe essere finanziato da risorse economiche da recuperare da ulteriori riduzioni sempre delle pensioni.

Nessuna, come dicevamo, soluzione condivisa capace di rivedere l’attuale legge pensioni a 360 gradi ma solo singole novità che creano solo confusione e impiego di risorse e probabilmente la strada per arrivare all’approvazione di novità per tutti sarà ancora lunga, motivo per il quale qualche regione si è già mossa in totale autonomia.

Per esempio, in Trentino Alto Adige è stato messo definito un bonus mensile da erogare insieme allo stipendio ma solo alle famiglie in cui padre e madre decidono di dedicarsi alla cura dei figli. In Piemonte, via libera ad un piano di anticipo della pensione per gli over 50 cui mancano pochi anni al raggiungimento della pensione. Gli interessati riceverebbero un prestito da restituire in parte, però, uraggiunti i normali i requisiti.

In Friuli Venezia Giulia, Molise, Puglia e in Lombardia, è stato introdotto l’assegno universale; mentre in Calabria i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato della Regione, come accompagnamento al raggiungimento dei requisiti pensionistici, riceveranno un’indennità in cambio dell’uscita dal lavoro e della creazione di nuovi posti di lavoro per i più giovani.

Pensioni novità e ultime notizie stasera indicazioni possibili da Ballarò e Di Martedì

In programma questa sera, martedì 16 febbraio, nuove puntate di Ballarò e Di Martedì: saranno certamente nuove occasioni di discussione sulle pensioni. A DiMartedì sono attesi tanti ospiti, tra cui il giornalista Giampaolo Pansa e il costituzionalista Stefano Rodotà. Tanti i temi caldi che saranno trattati, dalle possibili novità in materia di pensioni, con particolare riferimento al meccanismo delle erogazioni per i coniugi superstiti, alle nuove norme sugli istituti di credito e passando scandali come quelli di 'affittopoli' e per la corsa a Sindaco nelle principali città italiane in vista delle prossime Elezioni Amministrative.

Pensioni novità e ultime notizie: l'intenso programma di giovedì appare confermato

Giovedì 18 febbraio sarà una giornata ricca per le novità pensioni: è in programma, infatti, il nuovo incontro dei leader europei, che discuterà della questione migranti e della situazione della Grecia, ma anche dell’Italia sempre sulla questione migranti.

Secondo le ultime notizie, infatti, la Commissione europea non sarebbe soddisfatta di come l’Italia ha gestito finora l’emergenza migranti. Questo malcontento potrebbe portare a incertezze nella concessione di ulteriori fondi che avrebbero potuto essere impiegati anche per novità pensioni. La strada della procedura di infrazione che Bruxelles intende perseguire, insieme alla crisi delle Borse mondiali e della crisi economica a livello europeo, che ben si sta riflettendo nel nuovo rialzo dello spread tra Btp e Bund, potrebbero, dunque, contribuire ad allontanare ancora la realizzazione di cambiamenti pensionistici, dall’approvazione di piano di quota 100 a mini pensione a quota 41.

In realtà, il vertice Ue poco avrà a che a fare con le pensioni ma è chiaro che senza ulteriori concessioni proprio da parte di Bruxelles e senza una ripresa economica, poco si potrà conseguentemente fare per le pensioni. Sempre per giovedì è stato organizzato un presidio a Montecitorio per i quota 41: presente il deputato del M5S Rizzetto che contribuirà a spingere l'esecutivo verso l’approvazione del piano di uscita di quota 41, vale a dire dare la possibilità a chiunque lo volesse di andare in pensione con 41 anni di contributi, indipendentemente dall'età anagrafica ma anche senza penalizzazioni.

Alla manifestazione a Montecitorio non mancherà la deputata Pd Gnecchi, che da sempre rilancia sulla necessità di approvazione di quota 41 ma anche di proroga delle norme per permettere alle donne di andare in pensione prima. La Gnecchi chiede all’esecutivo a considerare l’approvazione della quota 41 che sarebbe importante come possibilità di uscita prima soprattutto per coloro che hanno iniziato a lavorare sin da giovanissimi.

Pensioni novità e ultime notizie: nuovo candidato per elezione presidente Confindustria

Inizia la partita per la successione del presidente di Confindustria Squinzi. Dopo la decisione di non candidarsi comunicata da Fabio Storchi, presidente di Federmeccanica, sono pronti Alberto Vacchi, numero uno degli industriali bolognesi, Vincenzo Boccia, ex presidente della Piccola Industria, Aurelio Regina, già presidente di Unindustria e Confindustria Lazio, e Marco Bonometti, presidente degli industriali di Brescia. L’elezione del nuovo presidente di Confindustria potrebbe essere significativa per la definizione di novità pensioni, considerando che l’Associazione degli Industriali con Squinzi si è sempre detta favorevole a cambiamenti pensionistici soprattutto volti al rilancio dell’occupazione giovanile.

Pensioni novità e ultime notizie: coppie di fatto voto ufficiale

Sulle coppie di fatto oggi pomeriggio sono in programma le votazioni a Palazzo Madama. Ma spaccatura. La maggioranza dei democratici chiede l’approvazione del disegno di legge così com’è, il Pd è spaccato sul capitolo della stepchild adoption, ancora nessun accordo, cui i cristiani si oppongono fortemente. Il voto sulle coppie di fatto, la rottura politica interna, se non fosse trovato fino alla fine un accordo, potrebbe avere conseguenze negative anche sulle pensioni, allontanando sempre più la possibilità di trovare una convergenza di posizioni ed una soluzione condivisa da tutti, in modo da iniziare realmente a mettere in atto cambiamenti pensionistici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il